martedì 6 maggio 2014

Quiche Lorraine di Julia Child per Quanti modi di fare e rifare


Questo mese noi della rubrica Quanti modi di fare e rifare eravamo ospiti della cucina di Dany a preparare la Quiche Lorraine.
E' una delle mie torte salate preferite, e di tanto in tanto la preparo, siccome nel mio blog era già presente qui, ho voluto prepararla seguendo la ricetta di Julia Child, la mitica cuoca scrittrice, che ho trovato qui.
Mi è piaciuta l'idea di sgrassare la pancetta scottandola in acqua, effettivamente questa torta è piuttosto calorica, panna, uova e con questa preparazione particolare qualche caloria l'abbiamo risparmiata!!
Della ricetta della nostra cara amica ho mantenuto l'impasto, che conoscevo bene e la forma delle tortine: le mono porzioni sono sempre più gradite... Grazie Dany per gli ottimi spunti!

Ingredienti

per la pasta:
200g di farina
80g di burro freddo
1 pizzico di sale
acqua freddissima
per la farcia:
100g di pancetta
2 uova
200ml di panna da montare
½ cucchiaino di sale
pizzico di noce moscata
pizzico di pepe


Preparare la pasta brisè: impastare velocemente la farina con il burro freddo e il sale, utilizzare qualche cucchiaio di acqua freddissima (prepararsi acqua fredda + ghiaccio).
Avvolgere in pellicola e mettere in frigo per almeno 1 ora.
Passato il tempo, rendere modellabile con le mani e poi tirare con il mattarello una sfoglia di circa 0,5 cm.
Tagliare 4 quadrati da 20cm per lato.
Ungere un poco con il burro le formine da crostata (diam 12cm), foderare con i quadrati (attenzione a non girare troppo gli spigoli altrimenti tenderanno a rompersi quando li sformerete), forare il fondo, mettere dei fagioli secchi e cuocere in bianco in forno già caldo a 180°C per 12 minuti, funzione statico.


Preparare la farcia: tagliate la pancetta a pezzetti e farla bollire per 5 minuti in acqua, sciacquare in acqua fredda e asciugare su carta assorbente.
Far saltare in padella ben calda  la pancetta sgrassata, senza aggiunta di condimenti, in modo da renderla croccante.

Sbattere le uova, la panna e la noce moscata e il sale. Versare in guscio pastosa e distribuire i pezzi di burro sulla parte superiore.

 Togliere i gusci di pasta brisè dal forno, togliere i fagioli secchi, e inserire prima la pancetta abbrustolita e poi versare le uova sbattute con la panna.

Continuare la cottura sempre nel forno caldo a 180°C per altri 12 minuti, fino a quando la farcia non risulta ben rappresa e si forma la crosticina in superficie

Servire caldo o tiepido.

Questa ricetta partecipa all'iniziativa Quanti modi di fare e rifare
e ricordo che il prossimo mese ci troveremo tutte da Lucia del blog Tra cucina e pc a cucinare i Tortelli di San Giovanni, vi aspettiamo!!!!!!!

14 commenti:

  1. Buongiorno cara Elena!
    Che bello ritrovarsi anche questo mese per spignattare tutte insieme, questa volta nella cucina di Dany, tante bellissime appetitose quiche! Anna e Ornella ti ringraziano con simpatia e affetto per essere stata con noi e ti ricordano l'appuntamento di giugno con i Tortelli di San Giovanni!
    Un grande abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Ultimamente sono un pochino incostante con il quanti modi, pensavo di riuscire, poi il tempo mi è sfuggito dalle mani....
    la tua proposta è davvero interessante, soprattutto la parte dello sgrassare la pancetta!!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Elena, che bello ritrovarsi a questo appuntamento, ci siamo sempre in tante!!! Un bacione (Julia non si commenta, si mangia e basta!)

    RispondiElimina
  4. Certo che l'idea di rendere più leggera la preparazione trattando la pancetta è veramente ok; bella anche la tua preparazione.
    Ala prossima ricetta
    Donatella

    RispondiElimina
  5. Julia Child ha il mito di sgrassare la pancetta in acqua. Anche nella sua ricetta del boeur bourguignon fa la stessa cosa. Poi per il resto.. una quiche è una quiche e non si può fare a meno di burro, panna e quant'altro. Buonissima Elena!!!! Bacione !!

    RispondiElimina
  6. Ciao Elena, gustosissima la tua versione classica, alla prossima!

    RispondiElimina
  7. ciao Elena,
    bellissime con questa forma quadrata e due cose imparate: acqua fredda e ghiaccio per la brisèe
    e pancetta sgrassata-Julia!
    Bravissima e grazie
    dalle 4 apine

    RispondiElimina
  8. ciao Elena addirittura hai rispolverato Julia Child, wow grande!

    RispondiElimina
  9. Bella versione complimenti !!!
    Un abbraccio ;-)))

    RispondiElimina
  10. Ecco un' altra versione da copiare!!! Ottima!
    Vi aspetto il prossimo mese da me! :-)

    RispondiElimina
  11. Ciao Elena,
    Le tue quiche hanno una forma davvero deliziosa e particolare!!!
    Bhè che dire per la farcitura??? Ottima ovviamente!!! Anche a me piace Julia Child, tanto che nel mio blog faccio proprio riferimento ad una delle sue mitiche frasi e le dedico anche una pagina!!!
    Ah....complimenti per il blog!!! Sei bravissima!!!

    RispondiElimina
  12. Quadrate sono carinissime!!!! la versione di Julia Child è ovviamente da provare!!! complimenti!!!
    Ciao, a presto ...

    RispondiElimina
  13. La forma è meravigliosa, la ricetta non è da meno. Ho sempre temuto questa preparazione non tanto per le calorie quanto per il contenuto di grassi che il mio fegato non può permettersi ma, di questo passo, se me le alleggerisci ancora un poco potrò anche io assaggiarle.. Finalmente.
    Buona domenica,
    Ileana

    RispondiElimina
  14. WOW! Me la sono persa, purtroppo :-(
    Troppe contingenze :-(
    La tua versione è ultragolosa, devo rifarla al più presto.
    Questa piacerà un sacco ai due uomini della mia vita <3
    Sorrisi a profusione

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!