venerdì 23 maggio 2014

Babà al Drambuie con crema all'anice stellato

Questo mese l'MTC è stato vinto da Antonietta del blog La trappola golosa, nome davvero adatto, questo blog riporta infatti un sacco di ricette una più golosa dell'altra e se ci caschi (vai a visitarlo) non ne esci più... proprio come una trappola per topini.
La scelta di questa simpatica foogblogger è caduta sul babà, dolce tipico della sua terra.
Ero curiosa di provare la sua ricetta, già avevo provato a prepararli con una ricetta di Montersino, qui, ma questa volta era la ricetta di una campana doc, doveva avere sicuramente una marcia in più... e così è stato!!
Venuti subito, al primo colpo e pensavo di impiegarci più tempo, invece in una lunga mattinata ho preparato tutto e  pure cotto!!!
Grazie Antonietta, questa ricetta la terrò tra le mie più care..
Ottenuti i babà dovevo farcirli e dopo aver pensato e ripensato, ho ideato una bagna a base di Drambuie, un liquore scozzese a base di whisky.
I ricordi mi portano al viaggio di nozze, parte del viaggio l'abbiamo trascorso in una crociera sul Reno, proprio qui ho conosciuto una coppia di anziani che venivano da Dundee, festeggiavano il loro quarantesimo di matrimonio,  ci siamo trovati durante una cena al tavolo del capitano... quella serata è finita a giri di Drambuie nel bar della nave... non vi dico quanto eravamo tutti allegri!!!
Ma torniamo al Drambuie, è un liquore a base di whisky aromatizzato con miele, erbe e spezie, da servire rigorosamente con ghiaccio (almeno per me), che a casa mia non manca mai.
La crema che avrei voluto unire era al miele, una bella pasticcera al miele, purtroppo non ce l'ho fatta... non riuscivo a preparala come volevo, era sempre troppo liquida, sembrava che il miele non lasciasse montare le uova...così ho desistito e ho pensato ad una crema aromatizzata all'anice stellato, un profumo che mi sembra di ritrovare nel liquore. Ho rifinito con scorzette d'arancia presenti nella gelatina di limoni, che ho prodotto un mesetto fa, con autentici limoni di Sicilia, la stessa è stata anche utilizzata per lucidare la superficie di questi dolcetti speciali!!!
Come vi sembrano?

Ingredienti
300 g di farina Manitoba
3 uova grandi
100g di burro
100g di latte
25g di zucchero
10g di lievito di birra
½ cucchiaino di sale fino


gelatina di limoni con scorzette homemade

Bagna
100ml di Drambuie
100ml di acqua
35g di zucchero

Crema all'anice
500ml di latte
50g di farina
100g di zucchero (io 120g)
2 uova intere
2 frutti di anice stellato


Preparare il Lievitino: sciogliere il lievito di birra con 50 g di latte a 30°C e 1 cucchiaino di zucchero, impastarli con 70 g di farina. Lasciar lievitare fino al raddoppio, coprendo la ciotola con un telo inumidito, io per 1ora e 1/2.

Procedere con il primo impasto: versare in una ciotola il resto della farina (230 g), fare la fontana, versarci il lievitino e le tre uova, impastare e aggiungere il latte solo un cucchiaio alla volta, giusto per ammorbidire
Impastare energicamente, sbattendolo verso la ciotola per una decina di minuti.
Coprire e lasciar lievitare fino al raddoppio, io per 2 ore e 30 minuti.

Procedere con il secondo impasto: in una piccola scodella lavorare il burro a pomata, impastandolo con il restante zucchero (20 g) e il sale. Aggiungerlo al primo impasto  una cucchiaiata alla volta facendo  assorbire bene  prima di aggiungere  la successiva. Lavorare per 5 minuti nella ciotola, poi ribaltare l’impasto su un piano da lavoro e iniziare a lavorare energicamente piegandolo e sbattendolo più volte per 15/20 minuti. (passaggio importante per  riuscire ad ottenere un babà spugnoso e morbido, capace di assorbire e trattenere la bagna).
Quando inizierà a staccarsi dalle mani e piegandolo manterrà una forma tondeggiante, senza collassare e vedremo l’accennarsi di bolle d’aria il nostro impasto è pronto.

Inserire nello stampo ben imburrato, staccare dalla massa dei pezzi di pasta schiacciandoli con pollice e indice, ottenendo così 6 palline.
Una volta completato il giro, con l’indice  sigillare gli spazi tra una pallina e l’altra, coprire con un telo umido e lasciar lievitare in forno spento con luce accesa per 2 ore, fino a triplicare di volume.
Con questa quantità di impasti ho anche prodotto dieci piccoli babà mignon.

Accendere il forno  a 220°, raggiunta la temperatura infornare, abbassare a 180° e cuocere per 20 minuti, per le monoporzioni: cuocere per 8 minuti senza coprirle (bicchierini con diametro cm 3,5).

Dopo circa 10 minuti di cottura coprire con un foglio di alluminio, per evitare che la superficie scurisca.
A cottura ultimata lasciar intiepidire per 15 minuti e capovolgere il babà possibilmente in una ciotola larga e bassa così è pronto da essere imbevuto.

Ho pensato di farcire in modo diverso il babà ed i  babà mignon... inizio oggi con la  crema e la bagna dei mignon.

Preparazione bagna per i 10 babà mignon: ai 100ml di drambuie unire l'acqua e lo zucchero, mescolare bene a freddo, così da sciogliere lo zucchero senza perdere gli aromi (si scioglie velocemente).

Mettere in un piatto la bagna e rotolare ogni babà mignon in modo da far assorbire, lasciare in ammollo finchè non sono ben imbibiti.

Preparare la crema: unire tutti gli ingredienti nel boccale del bimby,  impostare 8 minuti a 90°C vel. 4 oppure miscelare gli ingredienti in un polsonetto e cuocere a fuoco dolce continuando a mescolare.
Passare la crema ad uno colino in modo da renderla vellutata e togliere i residui di anice.
Lasciare raffreddare e poi mettere in frigo per un paio di ore.

Prima di servire i babà verranno lucidati applicando la gelatina di limoni con un pennello,ogni babà sarà tagliato leggermente per la lunghezza, farcito di crema con l'aiuto di una sac a poche e decorato con le scorzette di limoni presenti nella gelatina.

Con questa ricetta partecipo all'MTChallenge 39esima sfida:

18 commenti:

  1. Come sembrano? Ben riusciti.
    Non conosco il Drambjuie, ma come lodescrivi, con tutti quei ssuoi aromi così particolari, penso che crei un connubio con l'anice stellato e quella gelatina con le sue scorrette.
    L ' unico appunto che voglio sottolineati: la bagna è indubbiamente poca per le dosi riportate. Il babà se fatto bene ne assorbe tanta, aumentando di volume. Questa è la sua caratteristica Fondamentale . E dalla foto vedo che ha una buona alveolatura, indice che ne avrebbe assorbita. Per il resto in fatto di rifiniture posso dire che hai fatto un ottimo lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa bagna l'h utilizzata solo per i 10 mignon, per il babà vero e proprio ho studiato qualcosa di diverso, spero di riuscirlo a postare... a me sembravano ben imbevuti, però potrei sbagliarmi... grazie! ;)

      Elimina
  2. Elena, sono bellissimi. Mettono voglia già a quest'ora. Non conosco questo liquore ma sarei curiosa di provare.
    Hai fatto la gelatina di limoni???? Devo correre a vedere la ricetta!
    In bocca al lupo cara.

    RispondiElimina
  3. In questi giorni sto vedendo babà magnifici ed io che da buona campana non so resistere a questo dolce ti faccio i miei complimenti perchè già dalle foto si capisce che il tuo è una vera bontà. Mi piace tanto anche come l'hai presentato.

    RispondiElimina
  4. Ecco i Babà!!! Splendidi!! Bravissima!! Sai che sono golosa di babà :-) Buona fortuna per l mtc e ti ho lasciato ricetta per whb, niente zucchine ma riso :-) ahimè cambio di programma :-) un bacio

    RispondiElimina
  5. Non amo il babà, almeno non la versione classica, liquorosa ma non sono qui per questo ma per dirti di correggere il titolo di WHB: tutto in buono della Natura!!!! Penso che volevi scrivere tutto IL buono della natura.
    Non mi firmo ma sai già chi sono, sia mai che ti "danneggi ;-)
    L.M.D.P:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie della correzione, mi era scappata! ;)
      Non posso sapere chi sei, anche se la parla "danneggi" mi dà un indizio ...e non capisco nemmeno le lettere maiuscole puntate..tardona vero? Ho un'idea, c'è una persona a cui voglio bene che pensa sempre di danneggiare gli altri, ma in realtà si danneggia da sola. Scrivimi chi sei e non aver paura, ho le spalle grosse :) e nessuna paura di essere "danneggiata"... a presto, ma firma la prossima volta, ok?

      Elimina
  6. Beh Antonietta è una garanzia ma i tuoi lievitati..wow!!! Io li ho provati e non c'è niente di più bello che far ricette che poi....ti vengono alla perfezione :) Bravissima!!!Un bacione

    RispondiElimina
  7. Fantastico Elena il tuo babà...e pensa che io invece ho usato miele all'anice stellato per tutto tranne che per la crema!!! Non bevo superalcolici ma il Dambruie sarebbe almeno da annusare..

    ciao
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma davvero? sì il Drambuie va almeno annusato, hai detto bene, ma anche un assaggino con il ghiaccio non sarebbe niente male... grazie!

      Elimina
  8. non conosco quel liquore ma sono curiosa, la crema all'anice stellato dev'essere buonissima, un aroma particolare e intrigante, bellissimo babà, complimenti!
    ciao!
    Francesca

    RispondiElimina
  9. nooooo giuro non ho mai provato una cosa del genere uno spettacolo complimenti

    RispondiElimina
  10. ricetta assolutamente da fuoriclasse, quale sei e quale ti confermi ogni volta.
    L'esecuzione è perfetta e la perfezione della farcitura, nella foto d'esordio, dà il "la" a tutto il resto. Conosco il Drambuie e trovo che la scelta di utilizzarlo come bagna per il babà sia geniale, nella misura in cui apre una serie infinita di possibilità nella selezione degli aromi della crema: e meno male che il miele ha cospirato contro le uova, perché era l'anice stellato che reclamava un suo posto. Anche se il miele è una delle componenti del liquore, temo che l'insistenza sul dolce (crema + miele) avrebbe appiattito i due sapori: in questo modo,invece,il sentore di miele resta e l'anice spalanca le porte del gusto, rendendo questi tuoi babà intriganti e unici. Grandissima prova, elena, complimenti davvero!

    RispondiElimina
  11. Sarà un liquore "da signore", ma il Drambuie mi piace tanto e l'idea di utilizzarlo, insieme all'anice stellato, è grandiosa

    RispondiElimina
  12. Non conoscevo questo liquore wd ora non mi darò pace finché non l'avró trovato.
    i tuoi babà mi sembrano perfetti.

    RispondiElimina
  13. Come è che a casa mia non c'è questo liquore??? Devo rimediare, sono sicura che il mio dolce doppio lo amerebbe. E la crema? Una genialata davvero. Io adoro i sapori dolci, molto dolci, quindi mi sarebbe piaciuta anche quella al miele, però, forse, questa la vedo più adatta. E poi una fantastica presentazione e i babà? Perfetti! Insomma, grandissima prova!

    RispondiElimina
  14. Stratosferica Elena, una babà di classe.E' la migliore presentazione che ho visto GRANDE!!!!!

    RispondiElimina
  15. Ma è a dir poco stupendo!!!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!