martedì 27 maggio 2014

Arrosto di vitello alla birra con friggitelli

Adoro la birra, che sia bionda, rossa, aromatizzata o anche miscelata con la limonata, il radler, che ultimamente va molto di moda, ma che per me altotesina adottiva è sempre stata la mia bevanda dissetante per eccellenza.
Della birra mi piace  tutto: il gusto leggermente amarognolo, le bollicine e il fatto di poterne bere anche un bicchiere in più, visto il grado alcolico non eccessivo.
Ora poi con le birre artigianali riusciamo ad avere dei prodotti di qualità, particolari e interessanti, prodotti con cereali diversi dall'orzo o aromatizzati al caffè alle fave di cacao...insomma c'è l'imbarazzo della scelta.
Inoltre è possibile "produrla in casa" e naturalmente io ci ho provato (guardate un po' qui e qui). Quindi potete capire quanto mi ha fatto piacere sapere che Cinzia volesse indire un contest con questo argomento. La birra è a mio parere un prodotto davvero versatile e ci sono tanti modi per poterla impiegare in cucina...e con questa iniziativa ne "metteremo a nudo" tutte le potenzialità!!!
Oggi vi propongo un arrosto di vitello classico classico, che ho sfumato con la birra e questo ha comportato la formazione di una crosticina deliziosa, tutta la gustare.
L'ho accompagnato con i friggitelli, dei peperoncini dolci tipici campani, detti anche friarelli puparelli, li ho conosciuti anni fa tramite il web e da allora durante li preparo di tanto in tanto, sono davvero sfiziosi.
Ma passiamo alla ricetta....

Ingredienti per 4 persone

900g di arrosto di vitello
250ml di birra chiara
1 cucchiaio di farina
sale 
pepe
rosmarino
600g di friggitelli
olio evo


Preparare la carne: legarla ad arrosto se non è già stato fatto dal macellaio, aggiungere un rametto di rosmarino, cospargere la farina sulla superficie della carne. 
Sbattere la carne su un tagliere in modo da perdere la farina in eccesso. Salare e pepare la superficie.
In una casseruola scaldare 4 cucchiai di olio evo, rosolare a fuoco alto la carne in ogni suo lato, per 5-10 minuti. Sfumare con la birra, sempre a fuoco alto.
Svanito l'alcol coprire con il coperchio e mettere in forno già caldo a 180°C, funzione statico, per  un'oretta e mezzo. Spegnere e far raffreddare nel forno.
Il giorno successivo, avvolgere la carne nella stagnola e metterla in freezer per un paio di ore, toglierla ed affettarla con l'affettatrice (questo è l'unico modo per riuscire ad affettare perfettamente l'arrosto, almeno secondo la mia esperienza. ..se avete suggerimenti lasciateli nei commenti saranno ben accetti!).
Mondare  i friggitelli togliendo il picciolo e i semi interni, passare in padella con 3-4 cucchiai di olio evo ben caldo, cercando di non cuocerli troppo, 5 -10 minuti sono sufficienti, aggiustare di sale.
Servire l'arrosto affettato a temperatura ambiente con qualche cucchiaiata di sughetto formatosi in cottura.

Con questa ricetta partecipo fuori concorso, visto che Cinzia mi ha chiesto una mano a giudicare i migliori piatti, al contest a TUTTA BIRRA

5 commenti:

  1. Ottimo e davvero originale!! Birra e friggitelli?? Non saprei dire quale dei due mi piace di più!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  2. Condivido l'opinione di Silvia: davvero originale! Mi segno la ricetta :)
    Un bacione :)

    RispondiElimina
  3. Concordo per la birra, sta bene dappertutto, nel salato ormai l'ho messa dovunque, adesso voglio provare con i dolci. E voglio provare i friarelli, il tuo insieme mi sembra veramente buono! Bacione

    RispondiElimina
  4. Un arrosto fantastico Elena!! Grazie mille ancora a te per aver accettato e per questa super ricetta :-) Concordo, la birra è un ingrediente versatile e immagino che la tua birra fatta in casa sia deliziosa!!! Grazie infinite!!! Vado subito ad inserire :-)

    RispondiElimina
  5. Ciao carissima, buon quest'arrosto...se passi dal mio blog trovi le mie offelle, grazie ancora della ricetta! Un bacione!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!