mercoledì 16 gennaio 2019

Funghi piccantini al formaggio


I funghi sono una delle mie passioni, mi piacciono i porcini, ma anche anche le mazze di tamburo i finferli, i chiodini, mi vanno bene anche i bistrattati champignons... li trovo perfetti da trifolare!
Con questa ricetta assumono un sapore tutto diverso, sarà la cottura al forno che ne accentua il sapore, sarà il peperoncino che li rende sfiziosi, a me questo piatto è proprio piaciuto!
E' tratto dal libro "Supra" di Tiko Tuskatze, una chef georgiana e l'ho conosciuta grazie a MagAboutFood, la rivista online di MTChallenge, nella sua rubrica Facciamoci un selfie!
Questo libro ci fa conoscere la cucina georgiana le sue feste e gli ingredienti davvero tipici, andate a leggere il post, vi assicuro che è davvero interessante.
Questi funghi così presentati possono essere serviti come contorno ricco, ma anche come antipasto ed addirittura come finger food ad un buffet... ci mangiano come le ciliegie!


Per 4 persone
16 funghi  champignons
50 g di burro, ammorbidito
1 cucchiaino di crema di peperoncino
50 g di mozzarella
aneto fresco tritato
sale e pepe nero


Preriscaldare il forno a 200 ° C.
Mondare i funghi lavarli con acqua corrente e  togliere il gambo, che verrà utilizzato per altri piatti.

Posizionare le cappelle dei funghi in una teglia da forno leggermente unta.

In una tazza amalgamare il burro con la crema di peperoncino, il sale e il pepe, deve risultare una crema omogenea.

Con l’aiuto di un cucchiaino posizionare la crema nel cappello dei funghi e cuocetr in forno per 5-8 minuti.

Togliere dal forno, cospargere con il formaggio grattugiato e infornare di nuovo per circa 10 minuti o fino a che il formaggio non risulta ben sciolto.

Decorare con aneto fresco e servire subito.

lunedì 14 gennaio 2019

Straccetti di pollo alle clementine


Anche in questo gennaio 2019 abbiamo deciso di dedicare un 'uscita della nostra rubrica Light and Tasty agli agrumi, una categoria di frutta che è una vera bomba di energia e di proprietà benefiche.
Sono stati i primi frutti ad essere utilizzati come frutto “terapeutico”, "l'alimento funzionale " (termine tanto di moda) di una volta!
Fin dall’antichità infatti, i marinai utilizzavano limoni e arance per combattere la stanchezza e lo scorbuto (una forma di denutrizione dovuta dalla mancanza di vitamina C).
Anche oggi, sono consigliati dai medici soprattutto in inverno (che sono di stagione) per la loro ricchezza di vitamina C e potassio, che permette di contrastare raffreddori ed influenze tipiche dei primi freddi.
Il target a cui sono rivolti è ampio, in pratica tutti possono beneficiare delle loro proprietà, ma sono  consigliati ai bambini e agli anziani, categorie deboli che presentano spesso abbassamenti delle difse immunitarie.
Ecco delle ricette per poterli consumare non solo come frutta a fine pasto o a metà pomeriggio!



Ingredienti per 4 persone

600g di petto di pollo
4 clementine
3 cucchiai di farina
100ml di vino bianco secco
3 cucchiai di olio evo
Sale
Pepe







Tagliare il petto di pollo formando gli straccetti, passarli nella farina.

Scaldare l'olio, unire la carne e cuocere a fiamma alta rosolando da ogni lato gli straccetti.

Sfumare con il vino e il succo di 2 clementine, aggiungere gli spicchi degli altri due frutti e cuocere per  10-12 minuti (dipende dallo spessore degli staccetti).

Aggiustare di sale e pepe.

Servire ben caldo.

Ecco le altre ricette:

Insalata di arance e olive al forno di Carla Emilia

Risotto al mandarino col Bimby di Cinzia

Patate con salsa all’arancia di Daniela

Finocchi al cartoccio con patate, salmone e arancia  di Maria Grazia

Crema light di clementine con sciroppo di datteri  di Milena

mercoledì 9 gennaio 2019

Mezzi paccheri con cicerchie e zafferano


Anche questo meso  ho deciso di partecipare allo scambia ricette del gruppo Le Bloggalline, un gioco simpatico in cui ci sono degli abbinamenti tra i partecipanti, e ognuno deve copiare la ricetta dell'altro blog abbinato.
E' sempre piacevole conoscere nuovi blog amici,  in questo caso ho avuto la possibilità di andare  a sbirciare da "Mentuccia e tresmarino " dalla cara amica Manuela e ne sono rimasta entusiasta, tante ricette tutte ben spiegate e con belle foto.
Ma la mia attenzione è caduta su questi schiaffoni - il nome è già un programma- con cicerchie ricotta besciamella e zafferano.. una vera bontà!
Una pasta chiamata così non l'ho però trovata, ed ho dovuto optare per i mezzi paccheri, ma il sapore era grandioso e in casa sono stati sbaffati alla velocità della luce! Li ho già rifatti un paio di volte e ho pure provato con le fave, il risultato è sempre ottimo! Grazie!

Prima della cottura


Ingredienti per 4 persone

250g di mezzi paccheri
200g di cicerchie
Besciamella
100g di ricotta
20g di parmigiano grattugiato
Zafferano
olio evo
aglio
rosmarino
sale


Ammollare le cicerchie per 12 ore, cambiando l'acqua almeno 3 volte, colare e cuocere per 30-40 minuti in acqua non salata.

Rosolare uno spicchio d’aglio nell’olio con un rametto di rosmarino, unire le cicerchie e saltare per 5-6 minuti, aggiustare di sale e lasciare raffreddare.
Frullare le cicerchie con la ricotta, tenendone da parte una cucchiaiata da distribuire sulla superficie.

Lessare la pasta lasciandola un minuto indietro di cottura, scolarela e passarla sotto acqua fredda così da bloccare la cottura.

Preparare la besciamella, seguendo la procedura classica (mezza dose), solo all'ultimo unire lo zafferano.

Riempire i paccheri con il ripieno a base di cicerchie e disporli in ordine in una pirofila in cui si era steso un leggero strato di besciamella.
Finito di riempirli e colmato la pirofila, ricoprire con la besciamella, cospargere con le cicerchie avanzate e poi con una spolverata  di parmigiano.

Cuocere i  forno già caldo a 200° per 10-15’, fino a che non si sia formata la crosticina.

lunedì 7 gennaio 2019

Toast di pollo lesso alla mostarda di Cremona


Eccoci già alla fine delle vacanze natalizie!
Che disdetta! Già tutto finito, solo gli aberi di Natale e le decorazioni da riporre, che, diciamocelo, è proprio un lavoro antipaticissimo!
E poi gli avanzi...altra nota dolente!
Quanti panettoni/pandori, litri di brodo, carni lesse, panini, frutta secca e via di seguito, stanno albergando nella vostra cucina?
Be, oggi con la rubrica Light and Tasty abbiamo deciso di proporvi qualche idea da riciclo... possibilimente pure light, visto ormai le feste sono finite ed è anche ora di mettersi a regime!

Ho deciso per un toast,  utile per chi ha una pausa pranzo risicata o per chi vuole stare leggero alla sera, inoltre con questo piatto  riuscirete ad eliminare mostarda e pollo lesso in un sol colpo! Non è allettante?

Mi piace presentare la mostarda in tavola, ma  finiti i giorni di festa, difficilmente si riesce a smaltire e lo stesso  è per il pollo (nel mio caso era un cappone) utilizzato per fare il brodo degli anolini.
Ecco quindi una fine dignitosa per i vostri avanzi: un super toast... come vi sembra?





Ingredienti per 1 persona

70g di pollo lesso

2 fettine di scamorza affumicata

Mostarda di Cremona (1/2 pera)

3 pomodori datterini

foglie di lattughino

2 fette di pane da toast


Scaldare una piastra e quando ben calda tostare il pane da ambo le parti, mettere poi le fettine di scamorza (che tenderà  a sciogliersi).

Su di una parte aggiungere le foglie di lattughino e il pollo a pezzetti, dall'altra parte i pomodorini tagliati e le fettine di mostarda.

Unire  le due metà tra loro e tostarle ulteriormente così da scaldare leggermente la farcitura (io ho un po' esagerato!).

Tagliare in due triangoli e servire subito, con un bicchiere di birra!






Ecco le altre proposte!


Rotoli di verdure in pasta fillo di Carla Emilia

Gnocchi di pane col Bimby  di Cinzia

Vellutata di spinaci, fagioli cannellini e nocciole  di Daniela

Barrette di avena, miele e frutta secca   di Maria Grazia

Frittata con albumi e peperoni alla curcuma  di Milena