domenica 21 aprile 2013

Fondue à la Bourguignonne

Questa non è in pratica una ricetta, ma la considererei più che altro un modo di cottura e di sevizio della carne.
Il nome è tipicamente francese, come etimologia, e in Francia è molto consumato, ma tutti sostengono che sia un piatto svizzero.
Personalmente non sono d'accordo, un conto è la fondue au fromage  (dove gli ingredienti principali sono i formaggi e ci sono fondue a base solo di formaggi svizzeri), ma la fondue alla bourguignonne dove oltre alla carne si servono salse tutte tipicamente francesi...proprio non ci sta!!!!
Quindi considerando che risulta molto diffusa in Francia e che le salse con cui si presenta sono tipicamente francesi ho deciso di presentarla nella nostra iniziativa Abbecedario Culinario della Comunità Europea. Che mi dite? Oso troppo? Vi sembra forzato?
Beh, io proseguo dritto per la mia strada, fa parte del mio carattere!


Ecco il fornelletto con la pentola specifica, obbligatoria per poter degustare questa specialità, di solito è in rame, utile a diffondere meglio il calore sottostante  che permette di cuocere in olio vegetale direttamente in tavola pezzetti di carne di manzo.






Ogni commensale ha a disposizione una forchettina (o due) piuttosto lunga con cui infilzerà i pezzetti di carne e li cuocerà nell'olio presente nella pentola.
La carne poi verrà condita con diverse salse a disposizione.
La carne a cubetti cruda e le salse sono presentate in un piatto specifico a più scomparti.






Il bello di questo piatto è che si deve mangiare in compagnia... ognuno deve infilzare un pezzetto di carne e cuocerlo in tavola, chiacchierando simpaticamente e controllando la cottura in base ai propri gusti, carne al sangue o ben cotta si decide al momento in base al tempo di immersione del boccone. Successivamente si intinge nelle diverse salse a disposizione.
Sono una sostenitrice della fondue alla bourguignonne, si passa una serata diversa divertendosi e chiacchierando... pensateci!


Solo ora vi lascio gli ingredienti, come ultima informazione... effettivamente l'originalità di questa specialità è la procedura di preparazione e la cottura da parte dei commensali...non certo gli ingredienti!

Ingredienti per 2 persone
300g di filetto di manzo tagliato a cubetti
1 litro di olio evo
salsa maionese
sala rouille (maionese con paprika)
salsa cocktail
salsa remoulade
salsa aioli
senape di Digione

Mi raccomando ...servite con un vino rosso corposo .... un Bordeaux o un Cabernet Sauvignon..giusto per rimanere in Francia!


Con questo piatto partecipo all'iniziativa Abbecedario culinario della Comunità Europea che per le ricette francesi è ospitato qui, in questo blog!


13 commenti:

  1. Quel pentolino mi risveglia tanti ricordi... era una passione di mio padre e la domenica a pranzo una festa cuocere così la carne... purtroppo nella divisione del pentolame è toccato a mia sorella... sarebbe il caso di ricomprarlo, in compagnia di amici è fondamentale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sai che non lo posseggo neppure io, a me è sempre piaciuta la fondue e con mio marito andavamo spesso tanti anni fa in un ristorantino in collina (eravamo ancora fidanzati parlo di tantissimo tempo fa).
      L'altra sera ne parlavamo con mio figlio, si è dimostrato curioso di provare, così ho prenotato e siamo andati...con macchina fotografica appresso... è stato divertente pensa che il ristoratore si ricordava di noi... non ti dico altro... un bacione!

      Elimina
  2. Ciao Elena, eccomi con un'altra ricetta
    http://arbanelladibasilico.blogspot.it/2013/04/ancora-in-francia-con-i-macarons.html
    Che belle anche queste ultime che hai pubblicato, certo la Francia stuzzica dal punto di vista culinario ed offre una varietà di piatti che probabilmente non troveremo in Danimarca, però come ti ho scritto in un altro commento sto già studiando. Grazie per avermi invitato a questo gioco: è molto stimolante e spero che non si concluda qui e che Aiu si inventi qualcos'altro. Intanto ti abbraccio, buona serata, bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla Emilia, vero che è carina questa iniziativa? Mi appassiona sempre, lo scorso anno eravamo in viaggio per l'Italia, e ora siamo in Europa...ma abbiamo ancora tanti paesi... anch'io ho già curiosato in Danimarca...non dobbiamo trovarci impreparate... un bacione!

      Elimina
  3. Anche io la faccio spesso, è considerato il piatto dell'amicizia proprio perchè ti dà la possibilità di chiacchierare e mangiare, Troppo bello e buonissimo!!!! Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti concordo su tutto! Grazie e un bacione!

      Elimina
  4. io ci ho provato solo una volta ma non è stato facile cuocere la carne nell'olio perchè si freddava subito forse il fornello nn era adatto bho!? ora però ci vorrei riprovare hai visto mai!?
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Metti all'inizio l'olio molto caldo, scaldalo sul fornello della cucina, il fornelletto sul tavolo deve servire solo al mantenimento del calore.
      Altro suggerimento: utilizzare una pentola per non più di 4 persone, altrimenti mettendo molta carne si abbassa troppo la temperatura dell'olio...
      se riprovi fammi sapere! ciao!

      Elimina
  5. Pensa che l'ho mangiata in Italia da amici, la carne era tenerissima e avevano preparato tante ottime salsine. Molto buona, però la pentola è necessaria.
    Ora ti saluto, tra poco si atterra in Danimarca!! ^_^

    RispondiElimina
  6. quando avevo i figli piccoli era una delle cene che loro preferivano.... si mangia in allegria con tutte quelle forchettine.... e, attenti agli scippi!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
  7. elena... posso autoinvitarmi a cena per favore???:-)

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!