domenica 10 maggio 2015

Gnocchetti di fagioli cannellini per Quanti modi di fare e rifare



Oggi si cucina da Solema per la rubrica Quanti modi di fare e rifare, a questa rubrica partecipo sempre volentieri, è un piacere approcciarsi ad una ricetta di un'amica e poter fare qualche variazione a seconda dei propri gusti o necessità, e poi si scoprono sempre grandi piatti,come questa volta.
Tutti insieme abbiamo preparato dei gnocchetti di fagioli, dove i fagioli già cotti erano la base dell'impasto, mi incuriosivano parecchio e devo dire che non sono rimasta delusa.
Avevo già provato qualcosa di simile con i ceci, qui, ma con i fagioli mi mancava.
Ho seguito alla lettera la ricetta degli gnocchi (qui), il sugo però l'ho preparato al pomodoro, per evitare critiche inutili da parte dei miei uomini, loro adora i sughi rossi...quindi perchè non accontentarli?


Ingredienti per 4 persone

500g di fagioli cannelini cotti
80g di farina integrale
2 pizzichi di sale
farina per spolverizzare il piano
Per il sugo
250g di pomodori ciliegino
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
4 cucchiai di olio evo
1 spicchio di aglio
30g di provolone piccante
sale
timo fresco

Cuocere i fagioli cannellini secchi,dopo averli lasciati una notte ad idratarsi.

La cottura deve avvenire a fuoco dolce per un paio d'ore senza salare l'acqua.

E' possibile utilizzare anche quelli in scatola, in quel caso è sufficiente scolare e lavare i fagioli.

Frullare i fagioli cotti, fino ad ottenere una crema, per togliere completamente le pellicine è consigliabile passare al setaccio o al passaverdure.

Impastare la crema con la farina integrale e il sale.

Spolverizzare il piano di lavoro con un poco di farina e formare tanti filoncini di diametro 1cm. Tagliare, formando piccoli gnocchetti (come le chicche).

Preparare il sugo: rosolare nell'olio uno spicchio d'aglio, toglierlo e aggiungere i pomodorini  ciliegino, tagliati a metà, il concentrato e un poco di acqua.

Cuocere una ventina di minuti a fiamma bassa, schiacciando un poco di pomodori con una forchetta, in modo che i succhi escano dalla bacca.

Aggiustare di sale.A fine cottura unire le foglioline di timo.

Cuocere i gnocchetti in abbondante acqua bollente salata, quando saranno venuti a galla, attendere un paio di minuti prima di scolare.

Saltarli nella padella contenente il sugo di pomodoro, aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura.

Consiglio una mantecatura con provolone grattugiato, sempre in padella (questa aggiunta al condimento l'ho fatta successivamente rispetto alle foto, e sì perchè questi gnocchetti li ho già fatti più di una volta!!!!).

Servire subito spolverizzando con timo fresco.



Con questa ricetta partecipo a  Quanti modi di fare e rifare



il prossimo mese ci troveremo da Fabiana a preparare i Patties di merluzzo





9 commenti:

  1. Eccoci a maggio, ben ritrovata Elena cara!
    Oggi nella meravigliosa cucina di quanti modi di fare e rifare, si gustano gli gnocchi di fagioli!!
    Io Cuochina, Anna e Ornella ti ringraziamo per aver preparato e condiviso questa tua personale, fantastica versione.
    Ti aspettiamo da Fabiana il 14 giugno alle ore 9:00 con i Patties di merluzzo
    Un abbraccio

    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Buonissimi conditi con pomodoro e provolone, bella versione, alla prossima!

    RispondiElimina
  3. Molto buoni in rosso! Un bacione a domani :)

    RispondiElimina
  4. Deliziosi gli gnocchi vestiti di rosso, una versione fantastica! con il provolone ancora più buona!
    Buona domenica, a presto ....

    RispondiElimina
  5. Ciao Elena,
    Come dare torto ai tuoi uomini? Il sugo al pomodoro ci sta a meraviglia con gli gnocchi!!! Alla prossima

    RispondiElimina
  6. Con il sugo sono una delizia.

    RispondiElimina
  7. Deliziosa versione con il sughetto di pomodoro!
    Baci e alla prossima!

    RispondiElimina
  8. Davvero buoni, una versione golosa, al sugo di pomodoro proprio non avevo pensato!!

    RispondiElimina
  9. ciao Elena,
    solo ora ....ma non volevamo perderci i tuoi gnocchi!!!
    E rosso sia..... sicuramente speciali...come speciali quelli con mantecatura con provolone.
    Che bontà!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!