domenica 13 ottobre 2013

Dal Portogallo al Medio Oriente passando per la Grecia

Pollo Piri Piri con Falafel e Tzatziki alla menta

Un piatto unico cosmopolita, così lo possiamo definire!
Qui ci sono rappresentate tre culture molto diverse, ma che, secondo me, in questo caso si abbinano a meraviglia!
Il piccante del pollo Piri piri, piatto portoghese, è attutito dai falafel, che, come tutti sapete sono delle profumatissime polpette di ceci tipiche dei paesi arabi, le troviamo in Israele, ma anche in Egitto e in Tunisia.
Aggiungo poi la salsa greca tzatziki, col suo gusto fresco e leggero, ideale per intingervi entrambi gli elementi....provateci, vi lascerà una sensazione particolare.... non riuscirete più a fermarvi!!!!
E' stato concepito come piatto unico



ma poi l'ho trasformato in finger food, per un antipasto insolito....



voi quale presentazione preferite??


Ingredienti
Pollo Piri Piri
2 cosce di pollo (petto di pollo) per il finger
100g di peperoncino rosso piccante
3-4 peperoncini pretty piccanti
1 limone non trattato
1 cucchiaio di aceto di mele
paprika dolce
sale

Falafel
150g di ceci secchi
1/2 cipolla bianca
1/2 cucchiaino di lievito per torte salate
1 cucchiaino di prezzemolo
1 cucchiaino di cumino
1/2 cucchiaino di coriandolo
sale
olio per friggere

Tzatziki
170g  yogurt greco
1 cetriolo
1 spicchio di aglio
2 foglie di menta
1 cucchiaio di aceto di mele
1 cucchiaino di succo di limone
2 cucchiai di olio evo
2 pizzichi di sale

Pollo Piri piri: Preparare la salsa mondando i peperoncini, frullare e inserire il succo di limone e l'aceto, emulsionare con l'olio. Aggiustare di sale.
Scaldare la griglia, pennellare con la salsa la carne e adagiarla sulla piastra bollente. Far cuocere 10 minuti per lato spennellando con la salsa più volte.
Trasferire la carne in stagnola aggiungere la salsa e continuare al forno in casseruola per altri 30 minuti.
Nel caso del finger food: tagliare  a cubotti il petto di pollo (il più regolari possibili), intingerli nella salsa e poi tostarli in una padella ben calda, su ogni lato (1-2 minuti)

Falafel: ammollare i ceci per una notte. Cuocere per 2 ore in acqua.
Frullare i ceci, separatamente  la cipolla e  il prezzemolo.
Unire tutti gli ingredienti, aggiungere l’aglio spremuto, il cumino e il coriandolo. aggiustare di sale.
Far riposare il composto per circa un’ora, prepararvi poi delle polpettine di media grandezza e farle riposare ancora 1 ora.
Friggerle in olio a 160°C  fino a doratura (è importante la temperatura infatti se risultasse troppo alta tenderebbero a bruciarsi esternamente senza scaldare l'interno).


Tzatziki: grattugiare con grattugia fine il cetriolo, salare e mettere a perdere acqua per 1 ora in un colino.
Miscelare lo yogurt, il cetriolo ben strizzato ed asciugato , lo spicchio d'agli passato allo spremiaglio, la menta tritata finissima (meglio usare i coltello di ceramica per evitare l'ossidazione).
Aggiustare di sale ed emulsionare con olio, succo di limone e aceto.



Presentare il pollo con i falafel e una ciotolina con lo tzatziki in modo da poter intingere sia il pollo sia i falafel.

Nel caso dei finger: posizionare su di uno stecchino di bambù i falafel e il pollo a cubetti alternandoli, adagiarli sulla ciotola di tzatziki.

Con questa ricetta presentata nelle due tipologie partecipo al contest di Vaty " Contaminazioni" del blog A thai Pianist

12 commenti:

  1. vedi? io vado ghiottissima di questi piatti!! fantastico

    RispondiElimina
  2. Ma che piatto fantastico!!!!! Non ho mai assaggiato nessuno dei suoi componenti ma m'ingolosisce parecchio!!!!!:) Bravissima Elena!!! Un bacione e buona serata!

    RispondiElimina
  3. Ecco il pollo piri piri!!!!! Bravissima Elena :-) stai meglio?... Io un pò acciaccata e stamattina gran male alla testa, ma adesso va meglio. Un bacione e buona fortuna per il contest :-)

    RispondiElimina
  4. Ciao Elena, che bello questo tuo piatto cosmopolita! :D Deve essere a dir poco gustoso, è molto invitante! Bravissima, un bacione e buona serata :**

    RispondiElimina
  5. Ma che bella idea questa contaminazione di sapori dai diversi paesi del mondo. Mi piace soprattutto l'idea finger food, con quello spiedino di bambù appoggiato sul bicchiere dello tzatziki

    RispondiElimina
  6. Quante belle delizie e che bel post sulla cucina e sopratutto cultura internazionale.Mi intriga molto la sala per condire il pollo.
    A Presto

    RispondiElimina
  7. mamma mia ho l'acquilina in bocca per questa magnifica contaminazione!! grazie per aver partecipato :-) un abbraccio grande grande cara|

    RispondiElimina
  8. Ciao Elena , e' tanto che non vengo a trovarti ... Mi intriga molto il pollo e proverò a farlo, tu come stai?

    RispondiElimina
  9. quando si dice globalizzion e prendere il meglio da ogni cultura

    RispondiElimina
  10. un piatto davvero molto molto buono! complimenti e grazie per la partecipazione :-) ricetta inserita !
    vaty

    RispondiElimina
  11. Ciao, arrivo da te grazie al contest "Contaminazioni" , complimenti per il tuo blog, mi sono unita ai tuoi lettori e mi piacerebbe tanto che tu facessi altrettanto.
    A presto, Claudia
    http://www.lacucinadistagione.blogspot.it/

    RispondiElimina
  12. Grazie, grazie a tutti, la cucina etnica mi incuriosisce e mi attrae sempre tanto perchè in fondo so di non conoscerla... grazie a Vaty che mi ha dato l'opportunitò di approfondire i falafel ...era da tempo che volevo provarli....

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!