venerdì 4 ottobre 2013

Dolmades - Koupepia - Involtini di foglie di vite

Quando ho iniziato a studiare  ricette per il nostro viaggio a Cipro, mi sono subito imbattuta in questa, che io pensavo fosse una ricetta greca.
Leggendo e leggendo scoprii che le due cucine sono molto simili e hanno influenze reciproche ...dopo tutto non poteva che essere così, data la vicinanza dei due Stati e la loro posizione geografica.
Desideravo provarla già da un diverso tempo ma le foglie di vite non sono così facili da reperire, poi grazie all'interessamento di mio padre che le ha chieste ad un parente sono riuscita nell'intento ed eccoli qua....


Ingredienti per 4 persone
20 foglie di vite
250g di carne di tritata mista(bovino e suino)
50g di riso a chicco allungato
1 pomodoro perino
1 cipolla bianca
2-3 foglie di menta
prezzemolo tritato
1 limone
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
1/2 cucchiaino di cumino
1/2 cucchiaino di cannella
1/2 cucchiaino di coriandolo
sale e pepe
olio evo

Scottare in acqua bollente le foglie di vite dopo averle ben lavate (attenzione spesso vengono trattate !!!), per 2-3 minuti.

Scolare e raffreddare in acqua fredda e ghiaccio (per cercare di mantenere il colore).

Cuocere il riso in acqua per il tempo indicato sulla confezione, scolare e raffreddare con acqua corrente per bloccare la cottura.

Stufare la cipolla con un goccio di olio e acqua dopo averla tritata a pezzetti.

In una ciotola amalgamare la carne con il riso, le spezie, il prezzemolo e la menta, il pomodoro tagliato a cubetti, la cipolla cotta e il concentrato.

Aggiustare di sale e pepe.

Farcire le foglie, distenderle ad una ad una, togliere il picciolo e le nervature più grandi, posizionare al centro una cucchiaiata di composto e chiudere ad involtino.

In una casseruola con coperchio, mettere 4-5 cucchiai di olio, posizionare gli involtini, irrorare con il succo del limone e cuocere a fuoco basso per 30-40 minuti, facendo attenzione che non asciughi troppo (al limite aggiungere un poco di acqua).

Servire ben caldi, decorati con fettine di limone (io ho aggiunto i cetrioli crudi conditi).

Con questa ricetta partecipo all'iniziativa Abbecedario culinario della Comunità Europea che per le ricette di Cipro è ospitato da  Haalo del blog Cook (almost) anything at least once  

20 commenti:

  1. Ecco un altra specialità cipriota Elena :-) bravissima :-) un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ebbene sì questo stato mi prende proprio!!!

      Elimina
  2. Per essere precisi questa è una ricetta turca! Dolmadàkia in greco (dal turco dollmà, cioè involtino) e kupèpia nel dialetto cipriota è un delizioso fingerfood! Noi li prepariamo anche senza carne, yalantzì (ancora dal turco yalan, cioè falso) e aggiungiamo anche dell' aneto. Si mangiano anche freddi. Ci vuole un tocco di acido per moderare la leggera amarezza dell, foglie di vite e così, oltre il limone, li accompagnamo con buon yogurt greco!
    Molto ben fatti, sono certa che li invidieranno molte cuoche greche! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai turca? e chi lo avrebbe detto! ..io ho copiato il termine sul web e poi ho ho miscelato due-tre ricette... lo yogurt greco ci dovrebbe stare benissimo...magari emulsionato con l'olio a fare una salsina...già mi sembra di assaggiarli....grazie!

      Elimina
  3. Particolarissima! Quanto mi piacciono le cucine degli altri paesi, impari ad usare ingredienti impensabili. Chi avrebbe mai detto che le foglie di vite possono essere usate in cucina.
    Ben fatto Elena.
    Bacioni e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la gastronomia è parte della cultura di un popolo... sto studiando geografia... ;)!

      Elimina
  4. Ne potrei mangiare a decine di questi involtini e quando andiamo in Grecia sono una delle cose che mangio più volentieri. Ho sempre desiderato provare a farli e quindi ti ringrazio per avermi agevolato il compito di dover trovare una buona ricetta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti sembrano simili ai greci..vai! io li ho solo scopiazzati qua e là, mettendoci del mio e all'assaggio mi sono piaciuti!!!

      Elimina
  5. è una delle cose più golose che non mi faccio mai mancare quando vado a cipro :-)

    RispondiElimina
  6. Quante ricette che vorrei rifare... dovrei rubare le foglie di vite dall'azienda vinicola qui vicino... ma vai te a sapere quale sono quelle destinate al bio... e se poi mi scoprono che figura faccio??? D'accordo.. vengo a mangiarli da te...

    RispondiElimina
  7. Queste tipologie di ricette le ho lette anche nella cucina turca. Mi hanno sempre incuriosito, ma come scrivi, è difficile trovare le foglie di vite, almeno che non si conosce qualcuno che ha una vigna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti dico ho impiegato una settimana per aver gli ingredienti!!!

      Elimina
  8. Brava, sei riuscita a farli, io la settimana scorsa ho dimenticato di prendere le foglie di vite in Umbria :( . Quando riuscirò a procurarmele seguirò la tua ricetta!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Li avevo visti anch'io ma le foglie di vite azz che fortuna hai avuto a trovarle!! E brava a fare questi involtini!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ...effettivamente non sono facili da trovare!!!

      Elimina
  10. Ciao, sono Cipriota e questa ricetta e davvero molto tradizionale con tomata e canella. Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be, se lo dici tu... allora ci credo, sai non sempre ci si può fidare del web, anche se si sta attenti!! Grazie mi hai fatto molto piacere!

      Elimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!