giovedì 2 dicembre 2010

Salamelle con mele al timo

Ho trovato questa ricetta sul Cucchiaio di Argento, un classico tra i libri di cucina, è un edizione vecchissima anno 1953.
E' stato regalato ai miei genitori quando si sono sposati...temevano che mio padre morisse di fame visto l'inesperienza e la poca attitudine verso la cucina di mia mamma.
A parte gli scherzi, fu utilizzato parecchio e sempre conservato con molta cura, mia madre ci teneva particolarmente!
Ho preso spunto da questo testo, però come sempre, ci ho apportato qualche modifica.
E' una ricetta insolita, utilizza infatti la salamella cuocendola prima in acqua e poi rosolandola in padella evitando la solita griglia...
La mela, soprattutto se è un poco acida e non dolce, si addice alla carne di maiale, che solitamente è piuttosto grassa, e la fa risultare anche più digeribile!




Ingredienti per 4 persone
4 salamella
2 mele renette
20g di burro
timo
sale

Forare le salamelle in più punti con uno stuzzicadente e poi cuocerle in acqua per circa 30 minuti in modo da eliminare i grassi il più possibile.
Preparare una padella antiaderente ben calda e senza condimento, far rosolare a fuoco alto le salamelle precotte per circa 10- 15 minuti.
Nel frattempo pelare le mele e affettarle sottilmente, togliere dal fuoco la carne e unire al fondo di cottura il burro.
Quando sciolto, far saltare le mele per circa 5 minuti, spolverizzando con il timo.
Servire la salamella con le mele affettate o in purea, cioè passando le mele al frullatore ad immersione.
Con questa ricetta partecipo al contest di Stefania:

1 commento:

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!