sabato 21 agosto 2010

VACANZE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!



Ebbene si, è giunto il momento.......si parte!
Domani me ne vado in vacanza, andrò in Val Pusteria.
Ci vado da tantissimi anni, ma per me è sempre una gioia tornare, mi sento a casa! Spero di poter continuare con il blog, ma non so se avrò la copertura wireless...
Quindi saluto tutti e, se poi ci sarà la possibilità, continuerò nell'avventura...

CIAO!


Mi stavo dimenticando di dirvi che Zorro, mi accompagna...sempre!

Madeleine alla lavanda


Adoro il profumo della lavanda, penso di averlo ereditato da mia madre, che era per lei l'unico profumo possibile per i deodoranti, per le saponette, per gli armadi...
Quando ho letto del contest di Gloria del blog "Lavanda in terrazza" non ho potuto non resistere, e così ho recuperato una vecchia ricetta delle madeleines e l'ho adattata all'esigenza...sapevo che il risultato sarebbe stato più che buono!



Ingredienti

100g burro
120g farina 00
100g zucchero a velo
8g baking (lievito chimico)
2 uova intere
2 cucchiai di infuso alla lavanda
3 cucchiaini di fiori di lavanda
1 pizzico di sale


Preparare l'infuso di lavanda , con 100ml di acqua molto calda e un cucchiaino di fiori di lavanda lasciando per 10 minuti in infusione coperto, filtrare e raffreddare.
Sgusciare le uova, e montarle con lo zucchero a velo, usando uno sbattitore elettrico,aggiungere poco alla volta la farina miscelata con il lievito e il sale, poi mettere il burro fuso, l'infuso e i fiori.
Lasciare riposare a temperatura ambiente per 15 minuti, nel frattempo accendere il forno e impostare a 180°C.



Mettere l'impasto negli stampini appositi, non esagerare perchè c'è il lievito, e infornare per 10 minuti.


Lasciare raffreddare prima di toglierle dagli stampi.



Sono ideali con il thè.


Con questi dolcetti partecipo all'iniziativa Abbecedario culinario della Comunità Europea che per le ricette francesi è ospitato qui, in questo blog!

Focaccia di Recco

Sono reduce da una serata passata in ottima compagnia in cui si è mangiato, bevuto e ghignato a crepa pelle! Ho visto foto di una meravigliosa vacanza in Australia e magari su concessione ne posterò qualcuna...
Ma passiamo alla focaccia che ho preparato per l'occasione.




Ingredienti (per teglia 33x33 cm)

250g di farina 00
50ml di olio evo
50ml di acqua
sale
crescenza(almeno 500g, più ce n'è, meglio è!)

Impastare la farina con acqua e mezza dose di olio fino ad ottenere un impasto ben liscio (aggiungere un po' di acqua se fosse troppo asciutto)e poi lasciare riposare almeno 1 ora a temperatura ambiente.
Utilizzando la sfogliatrice tirare la pasta in strisce sottili(ultimo buco), e disporle, in una teglia già oliata, una vicina all'altra sovrapponendole un poco.



Disporre pezzetti di crescenza su tutta la superficie in modo regolare e poi ricoprire con altre strisce di pasta sottilissima (passare nella sfogliatrice 2 volte all'ultimo buco).
Pizzicare la pasta in superficie in modo da formare piccoli fori (da cui in cottura uscirà il formaggio fuso), irrorare con un poco di olio e spargere sale grosso.
Cuocere a 220°C in forno già caldo per 8-10 minuti, controllare la colorazione in superficie.

Questa ricetta era pubblicata sulla rivista "Alice cucina" tra le ricette di Mattia Poggi genovese DOC.


Con questa ricetta partecipo all'Abbecedario culinario d'Italia organizzato da Trattoria MuVarA e ospitato, per le ricette liguri, dal blog Tutto a occhio


giovedì 19 agosto 2010

Tiramisù al cioccolato bianco

Questo dolce mi è stato preparato da mio marito per i festeggiare il mio onomastico (S.Elena, ieri 18 agosto).
La crema è una ricetta di Luca Montersino.




Ingredienti
100g di crema pasticcera
200g di cioccolato bianco
250g di mascarpone
180g di panna montata
3 g di caffè macinato
savoiardi
caffè zuccherato
cacao amaro in polvere

Fondere il cioccolato bianco in microonde per circa 1 min a potenza max (bisogna controllare).





Unire la crema pasticcera, incorporare il mascarpone e il caffè in polvere.








Montare la panna molto ferma e inserirla muovendo la frusta dal basso verso l'alto per non smontarla.







Preparare la pirofila con uno strato di savoiardi, a cui è stato asportato la parte superiore per far assorbire meglio il caffè.


Spalmare sopra la crema e a piacere decorare con il cacao amaro.
Mettere il
freezer per un paio di ore prima di servirlo oppure in frigorifero per almeno 4 ore.



E' una ottima ricetta estiva e faccio notare che le uova presenti sono cotte!


martedì 17 agosto 2010

Risotto al nero di seppia

Il colore di questo piatto lo rende insolito e particolare, ma è semplicissimo e fa anche una gran figura!



Ingredienti
350g di riso carnaroli
350 g di seppioline
1/2 bicchiere di vino bianco
1 l di fumetto di pesce
4 cucchiai di olio evo
una bustina di nero di seppia
2 spicchi di aglio
una noce di burro
sale
prezzemolo a piacere (a me non piace su questo piatto!)

In una padella rosolare l'aglio in camicia con l'olio, aggiungere le seppioline mondate e tagliate.
Dopo qualche minuto, sfumare con il vino bianco e far cuocere un 10-15 min, se dovesse asciugare bagnare con un poco di fumetto caldo.
Unire il riso e farlo tostare per qualche minuto, iniziare ad aggiungere il fumetto caldo, mescolando durante la cottura. Dopo 10 minuti inserire il nero di seppia, aggiustare di sale e portare a cottura con il fumetto.
A piacere si può aggiungere prezzemolo tritato, dopo aver mantecato il riso con il burro lontano dal fuoco.

Sformato di patate


Ingredienti
4 patate
2 hg di prosciutto cotto
2 hg di fontina valdaostana
1 hg di parmigiano reggiano
25 ml di latte
25 ml di panna da montare
olio evo
sale
noce moscata

Far cuocere le patate a vapore e, quando sono ancora calde affettarle sottilmente (circa 3 mm).
Prendere una pirofila, ungere con olio e disporre uno strato di patate, salare, poi proseguire con la fontina a cubetti e il prosciutto cotto affettato, fare un ulteriore strato di patate,salare e grattugiare la noce moscata, spolverare con il parmigiano e poi disporre il prosciutto.
Ripartire con le patate, il sale, la fontina e il prosciutto. Continuare ad assemblere gli ingredienti con questo ordine finire con la panna e il latte .
Scaldare in microonde per 7-8 min a 650 di potenza funzione micro+grill.
Oppure in forno elettrico a 180°C per circa 15 min. con grill.

Piacciono a tutti, soprattutto ai bambini.
Il segreto è tagliare le patate sottili!

domenica 15 agosto 2010

Crostata di pesche con ganache al cioccolato

Questa ricetta è stata ideata da mio marito utilizzando però preparazioni tratte dal programma "Peccati di gola" di Luca Montersino (genio-pasticcere), suo idolo.
E' una torta è ottima (deve piacere il cioccolato fondente) e non è banale.
Va conservata in frigorifero.




Ingredienti pasta frolla:
400g farina 00
1 uovo intero
3 tuorli
200g burro
200g zucchero
1/2 bacca di vaniglia bourbon
40g latte
sale

Impastare, con l'impastatrice, la farina, il sale, la vaniglia, lo zucchero e il burro fino ad ottenere un prodotto sabbiato (effetto sabbia bagnata)
Miscelare l' uovo e i tuorli con il latte e unirli all'impasto poco alla volta, dopo averli uniti al latte.
Avvolgere il prodotto ottenuto in una pellicola e mettere in frigorifero circa 1 ora.
Tolta dal frigo, ammorbidirla un poco per renderla plastica e poi foderare uno stampo, coprire alluminio e fagioli secchi. Cuocere a 180°C per 20-25 min.
Con questa dose si possono preparare due basi per torta con stampi da 22cm di diametro.


Ingredienti ganache:
120g panna da montare
100g cioccolato al 70%



Sciogliere il cioccolato ridotto a pezzetti nella panna già calda, miscelare con una frusta.




Ingredienti farcitura:
2 pesche tagliate a fette
60g miele
20g marsala secco



Scaldare la padella con il miele e lasciarlo leggermente caramellare, aggiungere le pesche e spadellare per qualche minuto.
Sfumare con il marsala.


Assemblare la torta: versare la ganache fredda (a temp. ambiente) sulla base di pasta preparata precedentemente e raffreddata, farcire con le pesche caramellate.
Ecco il risultato!

Tè al crisantemo

......e dopo la mangiata di ferragosto, per fortuna quest'anno la temperatura è stata ottimale, vi consiglio un tè al crisantemo!



Questo infuso viene bevuto in Thailandia, infatti è stata Mee, una cara amica tailandese che vive però in Italia da tanti anni, a regalarmi i fiori essiccati utili alla preparazione.

Il gusto è molto delicato, dolce (infatti si evita tranquillamente lo zucchero o il miele), con un gusto erbaceo, ma anche di frutta gialla, come pesca matura, e in fondo trovo è anche un sentore di liquirizia.

Inoltre ho scoperto, girovagando in rete, che anche in Cina viene servito abitualmente, e che fa un gran bene: alla circolazione, al fegato, all'ipertensione, abbassa il colesterolo, migliora l'assorbimento del calcio, berlo costantemente è un vero toccasana.

E per la fornitura, tranquilli, non c'è da preoccuparsi, si trova in rete!

Ora passo alla ricetta o meglio alla procedura:



Ingredienti
acqua calda, ma non in ebollizione
4-5 fiori di crisantemo bianco




Mettere i fiori nella tazza e versare l'acqua calda sopra; lasciare in infusione 5 minuti, togliere con un cucchiaino i fiori.

Evitare la dolcificazione, è inutile, altera solo il sapore!

sabato 14 agosto 2010

Tartufini bianchi e neri





Questi tartufi sono una delizia .... provare per credere!

Ingredienti
150g di nutella
100g di biscotti secchi tritati
5 cucchiai di maraschino
cacao amaro
cocco grattugiato






Unire i biscotti secchi al maraschino cercando di bagnarli al massimo, unire la nutella e mescolare con cura.








L'impasto deve essere morbido, ma non bagnato.
Vedere l'immagine.







Formare delle palline con le mani inumidite, rotolarle nel cocco e/o nel cacao amaro e metterle negli appositi pirottini.

Nel caso del cacao, consiglio di passarle due volte perchè tende ad assorbire l'umidità dell'impasto e i tartufi risultano meno "polverosi".
Preferisco fare palline piccole, le trovo più graziose e inoltre, si possono gustare in un "sol boccone".

Questi tartufini li consigli a fine pasto con il caffè!




Rotolo di prosciutto crudo


Questa è una ricetta di Rossana, una cara collega e amica, è un suo cavallo di battaglia, che anch'io sono solita preparare. Nella foto l'ho servita con le verdure grigliate, ma si può anche portare in tavola da solo, è molto saporito!

Ingredienti
2 hg di prosciutto crudo tagliato a fette
3 hg di petto di pollo
1 carota
1 scalogno
1 canna di sedano
3-4 cucchiai di panna
3-4 cucchiai di parmigiano
10 pistacchi (io questa volta ho aggiunto le mandorle, ma con i pistacchi è molto meglio!)
olio evo
burro
sale e pepe

Far cuocere il petto di pollo in olio e burro con le verdure a pezzi.
Frullare il tutto aggiungendo il formaggio grattugiato, la panna e i pistacchi (questi si possono tritare a mano e poi aggiungere, in modo da mantenere piccoli pezzi riconoscibili nell'impasto).






Si dispongono le fette di prosciutto crudo una vicino all'altra, ma sovrapponendole un poco sulla carta stagnola (come nella foto).










Si spalma l'impasto.






Si arrotola con l'aiuto della carta e poi si mette in frigorifero per almeno una notte prima di affettarlo.

Verdure grigliate al forno

Il titolo è tutto un programma! Verdure grigliate al forno??? Ma è mai possibile?
Ebbene si....
Sarebbe stato meglio cambiare titolo...tipo verdure golose, verdure filanti...ma ormai ho battezzato la ricetta e non torno indietro (l'ariete che è in me non lo perdonerebbe!)




Ingredienti:
1 melanzana tonda
2 zucchine
10-12 pomodorini ciliegia
1 mozzarella
pane grattugiato
origano
sale
olio evo

Grigliare la melanzana e le zucchine dopo averle affettate non troppo sottili.
Nel frattempo preparare la farcitura: tagliare i pomodorini a spicchi,aggiungere sale mozzarella a cubetti, pane grattugiato (3-4 cucchiai),origano (2-3 cucchiaini, sale e olio.
Le dosi tre parentesi sono indicative, ognuno può aggiungere questi ingredienti a piacere.
Mettere in forno a 180°C per 7-10 min per scaldare e grigliare!

giovedì 12 agosto 2010

Giardiniera della zia Irene


Sono in ferie e per questo mi sto concentrando nella preparazione delle salse per l'inverno (ah che formichina!).
Ieri ho preparato questa giardiniera, ricetta trovata su un vecchio quaderno, tra parentesi riportava il nome di questa zia acquisita, che amava cucinare ed era anche molto portata!


Ingredienti
400g fagiolini
200g sedano
300g carote
400g cipolline borrettane
300g peperone
300ml olio evo
100g zucchero
1 cucchiaio sale
1l aceto bianco di vino

Mettere l'aceto sul fuoco e nel frattempo tagliate a pezzetti le verdure.
Quando l'aceto bolle aggiungere sedano e carote e lasciar cuocere 8 minuti, aggiungere fagiolini e cipolline, salare, zuccherare e far bollire ancora 20 minuti.
Procedere inserendo l'olio e il peperone, togliere dal fuoco, mescolare e così bollente versarla nei vasi e chiudere ermeticamente!
Ho dimenticato di dire che, ieri, non avendo trovato le cipolline ho aggiunto delle cipolle rosse di Tropea...lo so che visivamente sarebbe stato meglio, ma non potevo fare altrimenti....

Questo gusto agrodolce è un piacevole abbinamento ai salumi (meglio se piacentini!) oltre naturalmente alle carni.

Salsa alle 9 verdure



Questa salsa si può considerare una tradizione di famiglia, è da anni che viene prodotta.
Prima la nonna, poi la mamma e ora sono io a continuare la tradizione; la ricetta è stata scritta da mia nonna su un quaderno vecchissimo, che era già unto e consunto quando la sottoscritta era piccola!

Ma ora vi scrivo la ricetta:
Ingredienti
2Kg di pomodori maturi
250g sedano
250g fagiolini
250g carote
250g melanzane
250g zucchine
250g finocchi
250g cipolle
250g peperone
Attenzione all'ordine in cui è stata scritta la verdure è importante!
1 cucchiaio sale
2 cucchiai zucchero
300ml olio evo
300ml di aceto di vino bianco

Far bollire i pomodori per un'ora, dopo aver tolto le parti verdi e i semi e passarli al passaverdure.
Nel frattempo si deve tagliare a cubetti, il più regolari possibili, tutte le altre verdure elencate.




Si rimette al fuoco il pomodoro passato e al bollore si inizia ad aggiungere le verdure, un tipo alla volta ogni 15 minuti, partendo dal sedano fino al peperone (mantenendo l'ordine di scrittura!).



Dopo aver cotto anche il peperone 15 minuti, si aggiunge l'olio, l'aceto, il sale e lo zucchero, si procede a far bollire ancora 15 minuti e poi si invasa ancora calda nel vasetti di conservazione.

Vi consiglio di utilizzare sempre i coperchi nuovi e mettendola nei vasi quando è ancora bollente (per le mani non è certo l'ideale!) e girando poi per 10 minuti il vasetto, si forma il sottovuoto evitando la sterilizzazione.




La salsa è ottima con le carni lesse!

martedì 10 agosto 2010

Il pomodoro cornuto


Questo pomodoro è stato raccolto proprio ieri nel nostro orto!
Tommi è rimasto incuriosito e affascinato, per questo lo abbiamo fotografato e pensato di inserirlo nel blog.

Il dolce porcospino


Era tanto tempo che non facevo più questo dolce, la ricetta era stata trascritta da qualche rivista di cucina su un foglietto vagante e mantenuto "ordinatamente" nel quaderno delle ricette.
Sono sicura, risale a piu di 15 anni fa!
Ora con qualche modifica, naturalmente, ve la propongo....


Ingredienti

500g di ricotta vaccina
100g di zucchero vanigliato
100g di cioccolato fondente tritato
100g di biscotti secchi
25ml di marsala secco
2 confezioni di Mikado
3 piccoli pezzi di cioccolato


Dopo aver tritato grossolanamente i biscotti con un mixer, bagnarli con il marsala e unire lo zucchero e ricotta dopo averla passata al setaccio.
Dare la forma all'impasto aiutandosi con la carta di alluminio e mettere in frigorifero per almeno 4 ore.
Scartare l'impasto, decorare con i cioccolatini(gli occhi e il naso) e con i biscottini Mikado (gli aculei).



Tavolozza del pittore



Questo piatto coloratissimo e molto semplice piace da matti al mio scarrafone e così, con lui l'ho preparato per partecipare al contest "La cometa pasticciona".,,,,


Ingredienti:
250g di formaggio spalmabile
pane per bruschette
1 rapa rossa cotta
1 carota
1 peperone giallo
1 cucchiaio di salsa di pomodoro
1 cucchiaio di spinaci cotti
2 ml colorante alimentare blu
1 ml di nero di seppia
un pizzico di curcuma
2 cucchiaini di parmigiano reggiano grattugiato
succo di limone
olio evo

Si divide in 7 ciotoline il formaggio spalmabile e si procede a preparare ogni colore.

ROSA: si aggiunge un cucchiaino di salsa di pomodoro e si amalgama completamente

FUCSIA: si trita la rapa rossa cotta e il succo che si forma viene aggiunto al formaggio mescolando.


AZZURRO: si miscela poche goccie di colorante alimentare (valutare il colore a piacere)

VERDE: si trita gli spinaci dopo passati con un goccio di olio, si aggiungono al formaggio con un cucchiaiono di parmigiano, si mescola

NERO: si miscela poche goccie di inchiostro di seppia



ARANCIONE: si trita una carota con un goccio di olio e succo di limone , si aggiungono al formaggio e si mescola

GIALLO: una falda di peperone giallo viene tritata con un poco di dsale e un pizzico di curcuma, il tutto viene miscelato al formaggio

Si tosta il pane da bruschette con la bistecchiera calda e poi si tagliano bastoncini utili da intingere nel formaggio.


Ecco le fauci del mio leoncino affamato!

domenica 8 agosto 2010

Penne salsiccia e zafferano




Ingredienti per 4 persone:

320g di penne
1 scalogno
125g di ricotta
120g si salsiccia
100 ml di vino bianco secco
1 bustina di zafferano
1-2 cucchiai di latte
1 cucchiaio di olio evo
sale e pepe q.b.


Scaldare l'olio e aggiungere lo scalogno tritato. Dopo averlo soffritto, uinserire la salsiccia a tocchetti e lasciare rosolare 5 -10 minuti. Sfumare con il vino.
Unire lo zafferano e la ricotta e cercare di amalgamarla al composto aiutandosi anche con un goccio di latte.
Il sale e il pepe si aggiungono a piacere, personalmente non li utilizzo in questo caso, essendo la salsiccia già saporita.
Cuocere la pasta e condirla con questo sugo rapido direttamente in padella!

Il connubio ricotta e salsiccia piace di solito a tutti.... è un piatto semplicissimo e il gusto tutto sommato delicato lo fa piacere anche ai bambini!

Semifreddo al caffè


Questa magica ricetta è stata descritta dal genio pasticcere Luca Montersino, nel suo programma "Peccati di gola", forse ho fatto qualche piccola variazione, ma non è degna di nota.
Va assolutamente provata, un semifreddo al caffè da ricordare!

Ingredienti:
480g di panna montata
290g di meringa italiana
150g di crema pasticcera
60g di caffè espresso
20g di caffè solubile

Inciso:

La Meringa Italiana: 125g di albume montato a neve ferma con 50 g di zucchero, a cui si aggiunge lo sciroppo cotto alla temperatura di 121°C formato da 50g di acqua e 200g di zucchero semolato.



La Crema Pasticcera: 2 tuorli d'uovo vengono montati con 30 g di zucchero, si aggiunge 7g di amido di mais (maizena)e si inserisce in 100g di latte intero scaldato ad alta temperatura. Si attende che il composto torni a bollire, si togli dal fuoco e si mescola con l'ausilio di una frusta. abbassandosi la tenperatura il composto si addenserà.



Ora che abbiamo tutti i semilavorati si può iniziare la ricetta vera e propria!


Sciogliere il caffè solubile nel caffè espresso e aggiungere alla crema pasticcera poco alla volta!

Unire parte di questo composto alla meringa italiana, mescolando.
Finire l'aggiunta muovendo la frusta dal basso verso l'alto.

Montare la panna allo stadio semilucido (cioè non troppo!) e aggiungerla mescolando sempre dall'alto verso il basso per evitare di smontare.

Ora si possono riempire degli stampini monoporzione oppure uno stampo tipo plumcake, a piacere.
Si mette in freezer per almeno 3 ore e quando si serve è opportuno decorare con panna montata e chicchi di caffè.

sabato 7 agosto 2010

Nodini ai funghi



Ingredienti per 4 persone:
4 nodini di suino
olio evo
1 vasetto di funghi trifolati
1 bicchierino di brandy
prezzemolo tritato
sale e pepe q.b.


Si versa un cucchiaio di olio evo in padella antiaderente e quando risulta caldo si aggiungono i nodini, si rosolano a fuoco vivo da entrambi i lati e si sfuma con il brandy.
Solo a questo punto si aggiunge sale e pepe e i funghi del vasetto.
Prima di servire consiglio l'aggiunta di prezzemolo tritato.
E' un piatto velocissimo da preparare! Si impiegano circa 15 minuti .