lunedì 2 settembre 2019

Confettura di amarene brusche di Modena Igp


Si riprende con la rubrica L'Italia nel piatto, quest'estate ho fatto davvero la lazzarona, poche ricette e molto semplici, giuste giuste per le temperature di quei giorni.
L'argomento di questo mese sono le conserve estive, preparazioni a base di frutta e/o verdura, ma non solo che possono essere conservate in vista dell'inverno. Un modo per assaporare gusti estivi anche nelle lunghe sere invernali.
Per l'occasione ho pensato alla classica confettura di Amarene Brusche di Modena IGP, ottenuta dai frutti di ciliegio acido appartenenti alle varietà Amarena di Castelvetro, Amarena di Vignola dal peduncolo corto, Amarena di Vignola dal peduncolo lungo, Amarena di Montagna, Amarena di Salvaterra, Marasca di Vigo, Meteor, Mountmorency, Pandy.


I frutti devono essere lavorati secondo la ricetta originale, cioè attraverso la “concentrazione per evaporazione termica del frutto”, quindi essere ben maturi, ma lavorati subito essendo molto delicati.
La raccolta avviene a fine giugno inizio luglio nei territori della pianura e della media collina di alcuni comuni della provincia di Modena e di Bologna.
Per la preparazione le amarene vengono denocciolate e private del picciolo, si aggiunge poi lo zucchero in percentuale non superiore al 35% del peso del prodotto.
È vietato l’utilizzo di zuccheri diversi dal saccarosio, nonché di coloranti, conservanti o addensanti.
La particolarità di questa confettura è il sapore che presenta un buon equilibrio tra il dolce e l’asprigno, la consistenza è morbida e di colore rosso bruno.
Le informazioni su questo prodotto IGP le ho tratte dal sito di riferimento.

Ecco la mia ricetta, preparata con l'aiuto del Bimby per evitare che la temperatura sia troppo alta e non controllata. Le amarene non vengono dalle zone definite dal disciplinare, ma sono della stessa varietà e coltivate nel mio orto.



Ingredienti
1kg di amarene
350g di zucchero


Cuocere con Bimby a 100°C funzione antiorario per almeno un'ora e mezza, poi fare la prova piattino (il tempo è indicativo, dipende dalle dimensioni e dalla succosità delle amarene).

Mettere un poco di confettura (la punta di un cucchiaino) su un piatto, lasciarla raffreddare per 5 minuti 30 ore e poi inclinare il piatto, se scorre allora bisogna cuocere ancora, se rimane ferma si può mettere nei vasi di vetro.

Sterilizzare i vasi di vetro (di solito metto due dita di acqua e li passo al micronde per 6 minuti massima potenza, poi li scolo bene), riempire con la confettura ancora bollente, chiudere con tappi ermetici nuovi.

Assicurarsi che siano ben chiusi, poi rigirare il vasetto con il tappo sul tavolo, mantenere per 5 minuti e poi rigirarli (in questo modo si scalda il tappo e il vuoto avviene più facilmente).

Mettere in dispensa al buio.



Ecco le proposte delle altre regioni:

Valle d’Aosta: Pan Ner 

Piemonte: Confettura di More Selvatiche

Lombardia: La Mostarda di Cremona

Trentino-Alto Adige: Confettura di Corniole 

Friuli-Venezia Giulia: Radìc di Mont sott’olio

Veneto: La mostarda vicentina

Emilia-Romagna: Confettura di amarene brusche di Modena 

Liguria: Funghi sott’olio 

Toscana: Mostarda toscana

Umbria: Pesche sciroppate allo zafferano umbro

Lazio:   Conserva di pere estive al Sangiovese 

Abruzzo: Carote del Fucino in agrodolce

Campania: La passata di pomodoro con la varietà San Marzano 

Puglia: Confettura di fichi

Basilicata: Confettura di albicocche e limone 

Calabria: Confettura di peperoncini piccanti calabresi

Sicilia: Pomodorini Secchi di Pachino sott'olio

Sardegna: Confettura di cuore di bue, cipollotto, basilico, zenzero  e balsamico Marmellata di arancia, birra Ichnusa e peperoncino con polpettine di gambero e cavolfiore 


Seguiteci anche sulle nostre pagine e sui nostri social

L'Italia nel piatto  Blog

Facebook https://www.facebook.com/LItaliaNelPiatto/
Instagram: @italianelpiatto

Prova anche tu a realizzare una ricetta inerente al tema del mese, pubblica una foto sul tuo account IG utilizzando #italianelpiatto_community e tagga @italianelpiatto.
Italia nel piatto: https://litalianelpiatto.blogspot.com/

12 commenti:

  1. La confettura di amarene messa sulla crostata è favolosa ^_^
    Vado a fare un giro per scoprire le ricette di questo mese.
    Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  2. Adoro le confetture di amarene e piccoli frutti! Questa deve essere divina! Come invidio i tuoi assaggiatori :-P

    RispondiElimina
  3. Ma che confettura, Elena, l'assaggerei proprio volentieri e sono sicura che queste amarene del tuo orto siano anche meglio! Un bacione

    RispondiElimina
  4. Oh quanto vorrei affondare un cucchiaino in questa meraviglia...Complimenti Elena, la tua proposta è strepitosa!
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina
  5. Fantastico Elena, coltivi amarene! Io starei sempre sotto l'albero!! Mi ricordo che tempo fa anche qui si potevano acquistare le ciliegie vignola, sono le mie preferite, mi piacciono tantissimo perché sono croccanti e poi hanno quel meraviglioso color rosso con sfumature chiare che mi piace tantissimo. Ma è ormai moltissimo tempo che da queste parti non ne vendono più, mi chiedevo il perché. Complimenti comunque per questa confettura che deve essere veramente eccezionale! Un bacio

    RispondiElimina
  6. Elena che golosità!!!! Io ne farei fuori un vasetto tutta da sola!!!! Bacioni!

    RispondiElimina
  7. Bellissime queste amarene! Una ricetta semplice ma sicuramente deliziosa ;)

    RispondiElimina
  8. Adoro le amareneeeeeeeeeeeeeeeeeee ma non ho mia mangiato la confettura! A presto LA

    RispondiElimina
  9. adesso so dove andare a cercare le amarene, ...... a parte gli scherzi una confettura assolutamente golosa
    un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Che belle le tue amarene. Quanto vorrei questa confettura per spalmarla sulle mie fette biscottate. IO quest'anno ho fatto solo le amarene al naturale per questioni di tempo: pensa che non le ho neanche denocciolate. L'anno prossimo la confettura non deve scappare. Baci cara.

    RispondiElimina
  11. che bel colore questa confettura e immagino che sapore.

    Baci

    RispondiElimina
  12. Che colore meraviglioso!!
    Buona, non ho dubbi!
    Elisa

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!
Ricordati però che utilizzando questo form, si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito.