mercoledì 16 aprile 2014

Cuore di vitello ai funghi in un nido di patate al caffè






















Eccoci alla nuova sfida dell'MTC, questo mese è la volta del Quinto Quarto...
Questo argomento mi incuriosisce e mi stimola allo stesso tempo, giocare con queste parti bistrattate,  poco conosciute, poco amate, è davvero una prova interessante.
Ho iniziato con un mio cavallo di battaglia, il cuore di vitello ai funghi, ho iniziato a cucinarlo appena sposata, infatti mia madre non cucinava mai questi tipi ci carne, e anche attraverso svariati errori, ho imparato a prepararlo al meglio.
Quindi vi consiglio di mondare bene la carne, togliendo pezzetti di vasi sanguigni  o grasso circostante, affettare in modo regolare e piuttosto sottile la carne, cuocere velocemente, ma soprattutto non riscaldare mai!!!! Preparate tutto al momento di servire...tanto è questione di 10-15 minuti.
L'ho presentato con dei nidi di patate, in pratica un purè cotto al forno, un modo per mettere tutti d'accordo, anche i più restii a consumare questi tagli di carne,... e se a tutto questo aggiungete il tocco del caffè, be vi assicuro che ne rimarrete colpiti.
Ringrazio di cuore Alessandra e Cristiana, questo argomento è davvero sensazionale!!!

Ingredienti per 4 persone

600g di cuore di vitello
20g di funghi porcini essiccati
30g di burro
3 cucchiai di olio evo
2 scalogni
120ml di vino bianco secco
2 cucchiaini di triplo concentrato
1 cucchiaio di farina
sale e pepe bianco
per i nidi
1kg di patate
350ml di latte
1 uovo
20g di burro
sale
caffè in polvere

Preparare il purè di patate (io con bimby): mondare le patate, affettarle sottilmente inserirle nel boccale con la farfalla come accessorio interno, due pizzichi di sale, latte, imposto vel.1 temp.100°C per 28 minuti.

Terminato il tempo, impostare a vel 3 per 2-3 minuti dopo aver inserito il burro a tocchetti.

Aggiustare di sale e inserire un uovo intero.

Lasciare raffreddare, inserire poi in una sac a poche con bocchetta a stella e preparare dei nidi su di una leccarda foderata con un foglio di carta forno.

Cuocere in forno già caldo 180°C funzione ventilato per 15 minuti e successivamente grill+ventilato per 7-8 minuti.


Nel frattempo affettare sottilmente gli scalogni, rosolare con  l'olio e il burro, inserire i funghi, precedentemente ammollati in acqua per un paio d'ore (metà tagliati a piccoli pezzetti, metà tal quali), la carne, dopo averla tagliata in fette sottili.

Dopo averla rosolata da entrambi i lati, aggiustare di sale, sfumare con il vino bianco, aggiungere il concentrato di pomodoro.

Spolverizzare con la farina il cuore e cuocere per circa 10 minuti.

Aggiustare di sale e pepe bianco.

Servire nei nidi e spolverizzare, ma solo prima di portare in tavola, con caffè in polvere, sia i nidi sia la carne ai funghi.

Con questa ricetta partecipo all'MTC Challenge 38esima sfida:


16 commenti:

  1. Infatti io sono colpita, anzi....stecchita!
    Troppo d'accordo con la tua intuizione sul caffé, ci stavo trafficando pure io:))
    Un piatto garbato, interessante, avvolgente, a me piace di brutto;))))))))))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo buona... tu sai che io con il caffè ci vado a nozze, soprattutto sul salato... lavoriamo, lavoriamo...devo ancora provare le tue pepite..ma magari per Pasqua le porto in tavola! grazie!

      Elimina
  2. Belli e sfido chiunque a storcere il naso.
    Sul tocco del caffè trovo che sia un'ottima idea, da provare.

    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti in polvere è facile da usare e dà sempre buoni risultati .... usare il caffè moka o l'espresso non è così semplice... purtroppo nel bidone sono finite diverse prove... bacioni!

      Elimina
  3. Nel Lazio una volta ci stava di più il culto del quinto quarto. Ora decisamente meno. Tu ci hai regalato una ricetta che ne esalta l'eleganza, pensa tu!!! Mi piace, anche l'idea di quel caffè... Buona Pasqua Elena, ne approfitto per lasciarti i miei auguri. Un abbraccio a Tommy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. detto da una romana de Roma, mi alzo di una spanna! Auguri anche a te.. poi passo!!

      Elimina
  4. Belli saporiti ricchi, non li ho mai fatti ne' mangiati insieme nidi di patate e vitello con i funghi, un mix da provare assolutamente, esteticamente splendido!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! effettivamente si presentano bene epoi come sempre con le patate non si sbaglia! grazie!

      Elimina
  5. Bella ricetta, questi nidi devono essere molto gustosi, complimenti! Un abbraccio e Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  6. da provare!!! sono di nuovo qua per invitarti a partecipare alla mia 1° raccolta di ricette "che torta di compleanno sai preparare??", il link e' http://sabrinaincucina.blogspot.it/2014/04/che-torta-di-compleanno-sai-preparare.html. Ti aspetto ciao Sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! Certo che cercherò di partecipare!

      Elimina
  7. Mi piace! Il cuore in effetti non è semplice da cucinare: ti diventa duro in un secondo. Mi incuriosisce capire perché ti sei data alla cottura di questi tagli da novella sposa: per amore? O piacevano a te? La spolverata di caffè la vedo benissimo: un piccolo tocco in più che riesce ad esaltare il tutto....non so se sbaglio: possibile che la Bowerman abbia in menu un cuore con salsa al caffè? ( Masterchef è entrato in questa casa!), me lo ricordo perché mi aveva incuriosito e visto che tu mi confermi l'abbinata mi attira ancor di più. Grazie mille...visto che scrivi "ho iniziato" mi aspetto altre meraviglie! Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho iniziato a cucinare questi tagli perchè finalmente potevo fare come volevo, mia madre era una "figliaunicaviziata" e pure schizzinosa, mai si sarebbe esibita nel tagliare o cucinare cuori o rognoni... quindi appena sposata ho iniziato le mie sperimentazioni..non lasciando perdere niente, nemmeno le lumache (che adoro). Quanto al caffè, non so della Bowerman, ti dico che io lo aggiungerei a tutto... soprattutto in polvere, aromatizza e spesso si combina in maniera perfetta agli altri gusti, lo sto già studiando da un po' ... e mi dà sempre delle gran soddisfazioni! Grazie Cris!

      Elimina
  8. Di sensazionale c'è la tua ricetta, Elena... e d'altronde, da una che, appena sposata, affetta il cuore e lo mette in padella, non ci si può aspettare altro che emozioni forti! Scherzi a parte, gran bella ricetta, molto "zibaldonesca", con gli abbinamenti classici (in questo caso, funghi e patate) ravvivati sempre da un tocco di creatività tanto inaspettato quanto convincente (col senno di poi, il caffè è proprio il guizzo mancante: ma il difficile è arrivarci...). Mi accodo alla Cri, nell'intravvedere sviluppi futuri dietro quell' "ho iniziato" e mi metto comoda :-) Complimenti!

    RispondiElimina
  9. Come si diceva da bambini? Colpito ed affondato! Bravissima. Il cuore io lo mangio spesso e piace anche a mio figlio ma lo faccio trifolato. Con i funghi non l'ho mai provato e credo che coglieremo il suggerimento .... caffè compreso.
    Brava come sempre.
    Nora

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!