giovedì 30 maggio 2013

Gulash Ungherese

Questo piatto di origine ungherese, tipicamente invernale, lo si trova in tanti paesi dell'Est Europa, come anche in Austria, in Slovenia e pure nel nostro triveneto, ognuno con le proprie varianti.
Il nome deriva dall'ungherese Gulyás-leves, che letteralmente significa "zuppa del mandriano". 
Il Gulash è una zuppa, risulta infatti piuttosto liquida,  e i contadini la cucinavano dentro un grande paiolo sopra un fuoco di legna all'aperto quando trasportavano i bovini verso i mercati. 
Mentre nella sua forma originale, e' essenzialmente una zuppa, oggi  è più conosciuta la variante "asciutta", che sembra una specie di spezzatino, e che viene spesso accompagnata da riso bianco o da gnocchetti di farina, utili a raccogliere il sugo saporito.
Il colore rosso è dato dall'abbondante aggiunta di paprika, e dal pomodoro maturo aggiunto.
Come grassi in questo paese  si utilizza lo strutto o il burro, se di origine animale, mentre i grassi vegetali utilizzati sono gli oli di semi.
Personalmente, il gulash l'ho assaggiato per la prima volta durante una vacanza in Austria, lo avevano servito con i canederli ed era davvero ottimo...da allora quando vado in Tirolo non manco mai all'assaggio !!!


Ingredienti per 4 persone
700g di carne di manzo per spezzatino (spalla)
2 carote
1 cipolla grande
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di paprika dolce
1 cucchiaio di paprika forte
1 cucchiaio di cumino
2 pomodori
5 patate
1/2 bicchiere di vino rosso
1 cucchiaio di panna acida
sale e pepe
brodo vegetale
olio evo (in realtà si userebbero di semi)
per i nokedli
200g di farina 00
2 uova
100ml di latte
sale

Affettare le cipolle e l'aglio in modo da ottenere un trito sottile, tagliare  a cubetti le carote, soffriggere il tutto in 4-5 cucchiai di olio, aggiungere la carne tagliata a cubotti.
A fiamma alta rosolare la carne da tutti i lati, sfumare con il vino e solo dopo aggiustare di sale e pepe (in modo che non asciughi troppo la carne).
Inserire anche i due tipi di paprika e il cumino.
Tagliare a spicchi i pomodori e coprire il tutto con brodo vegetale, continuare la cottura a fuoco basso e con coperchio per un paio di ore. Inserire una patata tagliata a pezzi molto piccoli (utile ad addensare l'intingolo) e le altre a spicchi grandi, Proseguire la cottura ancora 30-40 minuti.
Aggiungere la panna acida poco prima di spegnere il fuoco.
E' possibile servire i gulash come una zuppa, mantenendoli piuttosto liquidi, o come secondo piatto accompagnati da riso e dai tradizionali gnocchetti detti nokedli-galuska.

Per la preparazione dei Nokedli sgusciare due uova in una terrina, sbatterle, aggiungendo il latte, inserire la farina a poco a poco, si dovrebbe formare una pastella appiccicosa non troppo liquida.
Fra bollire 2 litri di acqua salata e al bollore, con l'aiuto dell'apposito attrezzo posizionato sulla pentola, formare i gnocchetti, che dovranno cuocere un paio di minuti.
Servire la carne con il sughetto e i gnocchetti come accompagnamento.

Con questa ricetta partecipo al contest I COOK INTERNATIONAL  del blog Dolcemente inventando I pasticci di Ale

9 commenti:

  1. Ciao Elena :) Che buono, mi ricorda mia zia perché è un piatto che prepara sempre :) Il tuo è invitantissimo, ti faccio i miei complimenti, sempre bravissima :) Un abbraccio, buona serata! :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, è davvero buono soprattutto la presenza di cumino lo rende davvero interessante e pure digeribile...anche se non si direbbe!

      Elimina
  2. buonissimo,ed eseguito alla grande :)

    RispondiElimina
  3. Con questo vento gelido un gulash ci starebbe bene... ma chi l'avrebbe mai detto che ne avremmo avuto voglia alla fine di maggio???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre freddo... sabato scorso poi quando abbiamo festeggiato sembrava novembre inoltrato ...grazie Sara!

      Elimina
  4. ciao elena, grazie per questo stupendo goulash, vado ad inserire subito!

    RispondiElimina
  5. Elena, io col tempo che fa in sti giorni lo mangerei anche subito il gulash! :) Buonissimo!

    RispondiElimina
  6. Sempre ho voluto imparare a preparare il Gulash, giacche è un piatto conosciuto mondialmente, poi non mi sembra cosi difficile di preparare, basta avere tutti gli ingredienti,domani vado comprare quello che mi serve,nel frattempo mi segno la ricetta. Un abbraccio

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!