lunedì 3 settembre 2012

Cucina regionale emiliana: Nocino

Buon lunedì a tutti!
Eccoci di ritorno con la nostra rubrica Cibo e Regioni-Idee dall'Italia che cucina, passato bene l'estate? Sentito la mancanza?
Io, sì! Nonostante le vacanze, il caldo, i viaggi, questo angolino mi mancava, eccome!
In ogni caso ora siamo qui, quasi al completo, per proporvi idee di liquori o ricette in cui si usano i liquori, speriamo che l'argomento sia di vostro gradimento.
Personalmente vi presento il nocino, che è un liquore a base di noci, tipico della zona di Modena, infatti in diverse località tra il Secchia e il Panaro venivano coltivati in abbondanza piante che producevano questo frutto.
Le noci sono l'ingrediente principale, devono essere  raccolte verso la fine di giugno, il grado di maturazione, in questo periodo, è ottimale, il detto dice che le noci  devono essere bagnate con la rugiada di San Giovanni (il 24 giugno). E' un liquore di antica tradizione, dal colore bruno scuro, dal profumo intenso con sentore di noce e di spezie, il gusto è gradevole e persistente, tipico della noce non matura, non troppo dolce e ideale come amaro e digestivo.
Nonostante non sia modenese, il nocino in casa non manca mai, ne ho di diverse annate e già la mia nonna lo produceva ogni anno.
E' un liquore comune anche dalle nostre parti e ognuno ha la sua ricetta che varia a seconda delle spezie o degli aromi aggiunti (cannella, chiodi di garofano, noce moscata, buccia di limone...qualcuno aggiunge anche qualche chicco di caffè...).
Altra variante è di usare solo le noci e lo zucchero, utilizzare l'alcol a 60° senza diluire con lo sciroppo a fine infusione, questa preparazione realizza un digestivo forte utile a quando si è esagerato a tavola!!
La ricetta che riporto è la quella della mia famiglia, le noci le raccolgo dalla mia pianta, sempre il giorno di San Giovanni e le taglio in 4 spicchi prima di metterle in infusione.


Ingredienti
20 noci
1l di alcol 95°
500g di zucchero
1 stecca di cannella (5cm)
3 chiodi di garofano
250g di acqua
buccia di 1/2 limone bio

Tagliare le noci ancora verdi, ricoperte dal mallo (devono essere raccolte alla fine di giugno, in questo periodo si ha il grado di maturazione ottimale), dopo averle lavate ed asciugate, inserirle in un vaso di vetro con chiusura ermetica, aggiungere le spezie e la scorza di limone, l'alcol e infine 250g di zucchero.
Chiudere agitare il vaso e posizionarlo al sole per circa 40 giorni, agitandolo ogni 3-4 giorni in modo da sciogliere lo zucchero.
All'inizio d'agosto, terminata l'infusione,  preparare lo sciroppo, facendo bollire l'acqua e i 250g di zucchero, far raffreddare e poi unire al resto degli ingredienti. Filtrare per togliere le spezie e i pezzi di noci.
Imbottigliare e attendere almeno un paio di mesi prima di assaggiare.

Ed ora come sempre andiamo nelle cucine delle altre regioni italiane


CALABRIA: Liquore alla liquirizia di Rosa ed Io
CAMPANIA: Nocillo di Le Ricette di Tina
SICILIA: Crema di Limoncello di Cucina che ti Passa
TOSCANA: Alkermes di Non Solo Piccante
LOMBARDIA: Il Bombardino di L’Angolo Cottura di Babi
VENETO: Grappe e Bussolà di Semplicemente Buono
FRIULI VENEZIA GIULIA: Liquore di Terrano di Nuvole di Farina
PIEMONTE: Genepì di La Casa di Artù

EMILIA ROMAGNA:   Nocino  qui
TRENTINO ALTO ADIGE:Liquore alle fragoline dei colli trentini di A Fiamma Dolce  
PUGLIA: Liquore di Lime di Breakfast da Donaflor
LAZIO: Ciambelline alla Sambuca  di Chez Entity
UMBRIA: Barcarola di 2 Amiche in Cucina
MARCHE: Liquore al caffè di La Creatività e i suoi Colori
ABRUZZO: Ratafia Abruzzese di In Cucina da Eva
VALLE D’AOSTA: Ebolabo, liquore di Achillea Moscata di L’Appetito Vien Mangiando  


Manca solo la Liguria, assente giustificata, ma che troveremo sicuramente nel prossimo appuntamento! Vero Carla Emilia
Avete notato che abbiamo una new entry?
La Valle D'Aosta è ormai dei nostri, grazie Cinzia di aver aderito alla nostra iniziativa, ci fa davvero tanto piacere!
Se qualcuno di voi vive nelle regioni mancanti, proponetevi ...vi aspettiamo a braccia aperte!

42 commenti:

  1. Ora davvero non ho più scuse per non prepararlo!!!!!!!!!!! Grazie Elena della ricetta e tra la tua e quella di Tina ormai mi sono convinta....e poi questo è un liquore che mi ha sempre incuriosito!!!!!!Troppo buono
    Un bacione cara e ben ritrovata!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non l'hai mai assaggiato devi, ne vele la pena!

      Elimina
  2. Ciaooo cara!!Quant'è buono hihihihi.bravissima!Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa di leggere il tuo...così ci confrontiamo... bacioni

      Elimina
  3. molto buono! si fa molto simile in Abruzzo, ma anche il altre regioni, complimenti e un bentornati a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono resa conto che in pratica viene prodotto in tutta Italia, sapevo solo in Campania e in Emilia...e invece...... baci

      Elimina
  4. Complimenti, sei stata bravissima! Un bacione e buona settimana! :)

    RispondiElimina
  5. Ma che delizia e che bella foto!!! risalta tantissimo il colore scuro del nocino. Credo sia in effetti un ottimo digestivo, qualche anno fa l'ho provato a fare anche io. Ora vado a confrontare la ricetta!!!

    buon inizio settimana!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se si elimina l'acqua dalla ricetta è superdigestivo!

      Elimina
  6. Devo proprio preparare questo liquore;-)! Ottima la ricetta e splendide foto!! Grazie per l accoglienza;-) un abbraccio Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un piacere averti tra noi, grazie cara Cinzia!

      Elimina
  7. Cara Elena non posso tirarmi indietro indietro davanti a questa bontà, tanto più che le noci vengono prese nel giorno del mio compleanno!
    Bravissima tesoro!!!
    una splendida presentazione per un liquore super gustoso!!
    bacioniiiiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dai, è il tuo compleanno? Che bello!!! Devi assolutamente provarlo...baci!

      Elimina
  8. ciao, anche a noi è mancato questo appuntamento, ho un albero davanti casa, anno prossimo si prova, baci

    RispondiElimina
  9. Anche in Toscana il nocino è una tradizione. E le noci devono essere raccolte proprio il giorno di San Giovanni (e se consideri che quel giorno a Firenze è festa... ci sono tantissime persone in cerca di noci fresche!).
    Ti è venuto una vera meraviglia. Bravissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sapevo fosse il patrono di Firenze, anch'io sono in festa è il patrono del paese dove lavoro, Castel San Giovanni!grazie e baci

      Elimina
  10. Il mio liquore preferito in assoluto, ottima scelta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piace anche a me, anche con i chicchi di caffè è buono, un po' diverso...

      Elimina
  11. Direi che è eccellente questa scelta!Conosco bene il nocillo campano che credo non si differenzi molto ma....se volete farmi provare..accetto!!!!^_^ Un abbraccio cara e ben ritrovata!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci mettiamo d'accordo con Tina e organizziamo la degustazione, ok? bacioni!

      Elimina
  12. Ho il piacere di gustare ogni anno questo splendido liquore che prepara mio fratello. Io sono addetta allo scuotimento del contenitore quando lui è in ferie... Per cui me ne spetta sempre un po' per diritto!!! Ottima ricetta, ottimo liquore sicuramente preparato alla grande da te!! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giustamente, chi si impegna deve essere ripagato! bacioni!

      Elimina
  13. Ma che bellezza anche il tuo nocino, come dicevo anche a tino è un liquorino che mi piace molto ma che non sapevo fare e allora, segno, segno...un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, così poi ci fai sapere...baci

      Elimina
  14. Riprovo ad inserire il commento, speriamo il mio account si sia sistemato!
    Elena che bella presentazione per il tuo nocino! Non sapevo della tradizione del giorno di S. Giovanni, l'anno prossimo ne terrò conto. Grazie mille e buonissima settimana, Babi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me ogni tanto spariscono...grazie e buona settimana!!!

      Elimina
  15. Ciao anche nella nostra zona viene prodotto il nocino; anche noi abbiamo delle piante di noci ma non abbiamo provato a farlo in casa, annottimao la tua ricetta e proveremo di sicuro. Complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bene poi fatemi sapere...più invecchia e più è buono...come il vino!!!!

      Elimina
  16. Buonooo, segno subito la ricetta..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ciao Milla, quanto tempo...oggi mi sono ricordata di te, in dispensa ho trovato la marmellata di giuggiole con la cannella....splendida! bacioni!

      Elimina
  17. ciao carissima Elena...sono felice di ritrovarci tutti nuovamente!
    il nocino è favoloso...lo conosco bene....mia madre lo preparava sempre! e un bicchierino anche da te me lo farei con molto piacere!
    bacionissimi e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello riprendere, anch'io sono molto contenta....ti aspetto allora per un assaggio... bacioni!

      Elimina
  18. Che bello trovare la ricetta!!!! Il mio papà lo faceva ma da quando è ammalato non riesce più, con la tua ricetta glielo preparo io!!!! Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che sia di suo gusto..sai con gli aromi tutti si sbizzarriscono, questa è la ricetta della mia nonna... un bacione e grazie!

      Elimina
  19. Buono, buono, buonissimo! Da assaporare come digestivo: grazie per la ricetta

    RispondiElimina
  20. Delizioso il nocino! In casa una bottiglia di quello che prepara mio suocero non manca mai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha una ricetta speciale, tuo suocero? Perchè se fosse, devi farci sapere così potremo provare altre varianti, grazie!

      Elimina
  21. brava, deve essere a dir poco squisito, io vorrei provare il liquore al lampone (ho delle piantine e ho surgelato i frutti visto che erano tanti), poi ti dirò, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dirmi che hai i lamponi...sono invidiosissima!!! Sai che la mia piantina invece di crescere rimpicciolisce....ma cosa devo fare??? bacioni!

      Elimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!