lunedì 20 maggio 2013

Gli gnocchi di ortica ...per l'Italia nel Piatto

Buongiorno e buon lunedì, oggi è il giorno 20 e come sempre noi del gruppo L'Italia nel piatto,  vi proponiamo le nostre ricette regionali a tema...questo mese sarà:

 FIORI, ERBE, BACCHE ... LA NATURA IN TAVOLA

Questo mese volevamo proporre ricette a base di erbe spontanee, di fiori o anche di bacche,e la nostra scelta è stata dettata dalla stagione.
La primavera ormai è inoltrata e quindi queste meraviglie della natura dovrebbero trovarsi senza difficoltà durante le nostre scampagnate,  purtroppo quest'anno le piogge insistenti hanno rallentato la crescita e rovinato i fiori, e non ci hanno nemmeno permesso di fare qualche gita ....speriamo che il tempo si rimetta al più presto!!!
Per questo evento ho pensato di proporvi degli gnocchi verdi, a base di ortiche, una pianta spesso bistrattata perchè urticante (tutti abbiamo un aneddoto da raccontare in cui ci siamo riempiti di bubboni...dite la verità!), ma con proprietà benefiche notevoli proprio per questo erano molto utilizzate dalle nostre nonne in cucina.
Infatti l'ortica contiene grandi quantità di clorofilla e di ferro che la rende ottima nei trattamenti contro l'anemia, è anche un potente antiinfiammatorio intestinale e ideale depurare l'oragnismo aiutando nell'eliminazione di acidi, colesterolo e cloruri.. insomma un vero toccasana ...
Li ho conditi con una salsa di formaggi, a base di Grana Padano e gorgonzola (un formaggio tipicamente lombardo, ma molto consumato anche nelle nostre zone), ma questo non deve condizionarvi, potete prepararli con un sugo al pomodoro o ai funghi, come lo desiderate.
Sono deliziosi, e anche veloci da preparare, vedrete che saranno apprezzati proprio da tutti!



Ingredienti per 6 persone
gnocchi
170g di ortiche fresche (dopo la cottura saranno 190g)
300g di farina (+100g utile per formare gli gnocchi)
1 tuorlo
1uovo intero
500g di ricotta
1 pizzico di sale
salsa 
80g di Grana Padano grattugiato
150g di gorgonzola
80ml di latte

Delle ortiche raccolte selezionare solo le prime foglie accanto al bocciolo, raccoglierle in uno scolapasta e dopo averle lavate, scottatele per qualche minuto in acqua bollente (non di più, altrimenti tendono a disfarsi).

Scolatele e raffreddatele subito in acqua fredda e ghiaccio (questa procedura è utile a fissare la clorofilla e a mantenere il colore brillante).

Scolarle e schiacciarle bene con le mani (tanto ormai l'effetto urticante non c'è più) in modo la eliminare il più possibile l'acqua, inserirle nel bimby con la farina e frullare a velocità 5 per 30-40 sec in modo da formare la classica farina verde.

A questo punto impastare con ricotta, uovo e tuorlo con un pizzico di sale.

Quando il tutto sarà ben amalgamato, portarlo sulla spianatoia e con l'aiuto dei 100g di farina (l'impasto tende ad essere un poco appiccicoso) formare delle bisce di diametro 1-2 cm e poi tagliarle a tocchetti, proprio come in foto.

Nel frattempo unire  i due formaggi e scioglierli nel latte a fuoco molto basso e mescolando di continuo, si formerà una salsa densa e golosissima!

Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata, quando gli stessi vengono a galla, aspettare 1-2 minuti e poi scolarli.

Condirli subito con la salsa di formaggi ben calda!


Buon appetito!!!!




Ed ora tutti  a curiosare nelle cucine delle altre regioni....

Valle D'Aosta - Sciroppo alle Viole di L'appetito vien mangiando
Piemonte - Fersoi id buròsi di La Casa di Artù
Lombardia -  Fritàda e riŝòt de Ürtis di Le delizie della mia cucina
Trentino Alto Adige  - Sciroppo ai fiori di sambuco di A Fiamma Dolce
Veneto - Risotto con i bruscanzoli di Le tenerezze di Ely
Friuli Venezia Giulia - Matavilz, rucola e fasoi di Nuvole di farina 
Emilia Romagna - Gli gnocchi di ortica di Zibaldone culinario
Liguria - Torta d'erbi  di Un'Arbanella di basilico 
Toscana - Asparagi selvatici alla fiorentina di Non solo piccante
Umbria - Tagliatelle con asparagi servatici e pancetta di  2 Amiche in cucina
Marche - Lasagne con asparagi sevatici e salsiccia di La creatività e i suoi colori 
Abruzzo - Frittata di spinaci, porri e cipolla di In cucina da Eva
Molise - Frittata con asparagi selvatici di La cucina di mamma Loredana 
Lazio - Fiori di zucca fritti di Chez Entity  
Campania -   di Le ricette di Tina
Puglia - Orecchiette rucola e pomodorini di Breakfast da Donaflor
Basilicata - Polpette di lampascioni  di Pasticciando con magica Nanà 
Calabria -  Frittata di vitalba con caciocavallo di Io cucino così
Sicilia -  Minestra di cucuzza o zucchina lunga siciliana di Cucina che ti passa 
Sardegna - Risotto con asparagi di Vickyart

ed ora vi presento il Guest blog per il mese di Maggio..... rullo di tamburi.....
dalla Campania: Miele e Vaniglia  con  Polpettone in crema di latte con fiori di finocchi selvatico ed erbe aromatiche





Per chi vorrà partecipare al nostro gioco vi chiediamo di andare a visionare la nostra pagina facebook, qui si troveranno tutte le regole per la partecipazione e come vincere...


vi aspettiamo!!!

41 commenti:

  1. è la seconda ricetta ce mi capita di vedere cn le ortiche, prima o poi ci proverò anche io! è interessante! deve esse!re molto buona! ciao cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono delicate...e nessuno se lo aspetta... ciao!!!

      Elimina
  2. Li voglio :-D Bacioni e buona settimana.

    RispondiElimina
  3. favolosi! da provare! se non fossi allergica alle orticheeeeee uffffffff

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero? e come hai fatto ad accorgertene? effettivamente avendo molto ferro all'interno sono estremamente allergeniche..un bacio!

      Elimina
  4. elena ma dai, non dirmi che posso usare l'ortica che mi sta crescendo in alcuni vasi per fare queste bontà!!!
    *__* ok quest'appuntamento mi piace sempre di più! Tantissime scoperte golose!!
    E poi il colore di questi gnocchi mi strapiaceeeeee
    Se li preparo ai miei amici dicendo che sono con l'ortica crederebbero che tento di ucciderli ahahah
    un bacione tesoro!! Sempre bravissima e con idee geniali

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì sì che puoi...anch'io ho usato quelle di produzione propria!!!

      Elimina
  5. L'ortica la conosco bene (anche se non ho aneddoti da raccontare al momento...) perché l'anno scorso ne abbiamo raccolta tantissima per preparare il risotto e i ravioli (da noi la si usa così).
    Anche gli gnocchi mi sembrano molto buoni con questa erbetta. E pensare che è così bistrattata!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. maglio così io da piccola ho avuto un sacco di avventure spiacevoli...anche da noi si fanno i tortelli...buonissimi!

      Elimina
  6. Che bontà questi gnocchi alle ortiche Elena!!! Devo assolutamente provarli :-) Bravissima :-) un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e poi le ortiche sono facili da reperire...ehehehe!

      Elimina
  7. adoro gli gnocchi e questa tua versione è uno spettacolo!!

    RispondiElimina
  8. mai provato a cucinare l'ortica, però questi gnocchi mi stuzzicano la curiosità, devono essere una meraviglia, baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è molto colorante come erba dovuto alla presenza massiccia di clorofilla! un bacione!

      Elimina
  9. Favolosi i tuoi gnocchi, da noi con l'ortica si fanno il risotto e la frittata (esattamente come si fanno con gli ürtis che invece è il luppolo, ma se il mio assaggiatore mi raccoglie un po' di ortiche proverò i tuoi gnocchi, con Grana e Gorgonzola sono sicuramente golosissimi!!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da noi si fanno anche i tortelli con la coda, delicatissimi, ma non mi sono azzardata troppo laboriosi per questo periodo...un bacio!

      Elimina
  10. Sono a dir poco favolosi, adoro l'ortica, ma a causa delle piogge quest'anno ne ho potuta raccogliere proprio pochissima...spero di riuscire a provarli!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tranquilla ci accompagna per tutta estate, l'importante è che le piante siano giovani...sono più tenere...

      Elimina
  11. Ciao Elena, sono proprio golosi questi gnocchi, li assaggerei proprio volentieri, se la mia pusher di verdure ha l'ortica li provo sicuramente. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso che potrebbe averla, mi sembra molto fornita...un bacione!

      Elimina
  12. Mai provata l'ortica, ma i tuoi gnocchi sono di sicuro, buonissimi!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie..provali e poi fammi sapere!

      Elimina
  13. E io che continuo a sradicare ogni anno sacchi di ortiche e non preparo mai delle leccornie. E si, perché poi a vederli belli e fatti ti viene voglia!!! E allora mi dico... dai scendi qui sotto al bosco che ce ne sta tanta... Prima o poi mi armo di guanti, scendo ne bosco e la raccolgo. Mi hanno colpito, oltre agli gnocchi fatti anche con la ricotta,
    quella salsa con gorgonzola e grana. Devono essere uno sballo, diciamolo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. effettivamente non è carino il raccolto, si deve prestare un poco di attenzione...

      Elimina
  14. ebbene si...ne avrei di aneddoti poco piacevoli da raccontare sulle ortiche...ma a vedere questo piatto favoloso di gnocchi alle ortiche...mamma mia quanto dev'essere gustoso!
    bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. immagino...è di tutti grazie Milena e a presto!

      Elimina
  15. Ma che bel tema che avete scelto questo mese
    Mi piace davvero molto l'idea di utilizzare ciò che la natura ci offre spontaneamente
    Complimenti per questi gnocchi buonissimi!!!!!!!!!!!
    Un bacione cara Elena e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bello vero? e poi istruttivo ...io ho imparato un sacco di cose dalle compagne d'avventura...grazie!

      Elimina
  16. non ho mai mangiato l'ortica, ma le mie mani hanno avuto il dispiacere di provarla da bambina, però questi gnocchetti sono di un invitante, quel verde che mi piace tanto e conditi con il gorogonzola, mi piacerebbe provarli a fare, come prima volta con altra verdura purtroppo non saprei come procurarmi l'ortica :)
    http://mieleevaniglia.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il colore è fantastico merito della clorofilla e anche del raffreddamento istantaneo dopo averli scottati, è un passaggio da non sottovalutare...grazie e a presto!

      Elimina
  17. Quanto mi piacerebbe fare questi... ma le ortiche?? Mah.... quando ero bambina le raccoglievamo lungo il sentierino che portava in paese, qui ormai non si vedono neanche più... ma secondo te al mercato si trovano???

    RispondiElimina
  18. cara Elena, da quanto non passavo! perdonami ma son periodi full!
    come va?.. intanto vedo ceh qui si prepara una cosina che adoro.. è perchè c'ho poco tempo (e voglia) di raccoglierla, ma eccome se mi piace ... io di solito ci faccio il risotto.. gnocchi deliziosi!

    RispondiElimina
  19. come mi piacerebbe provarli! per ora ortica solo nel ripieno dei ravioli. ma adesso qst tua ricetta mi invoglia. E non poco! :-)

    RispondiElimina
  20. Gnocchi...Sempre graditissimi, all'ortica non li ho mai assaggiati ma devono essere strepitosi, con la salsa al formaggio poi... Peccato non ce ne sia un piatto qui con me!
    Baci!

    RispondiElimina
  21. Elena, ogni tua proposta è una tentazione...sono stata, nel mio breve soggiorno in Emilia, in un'osteria ed ho mangiato delle tagliatelle alle ortiche, sono sicura che questi gnocchi mi avrebbero dato ancora più soddisfazione! ;)

    RispondiElimina
  22. mi ricordo che a casa mia si faceva un sugo con le ortiche ma mi sembrano passati oramai secoli, gli gnocchi non li ho mai provati e ti dirò che mi incuriosisce scoprirne il sapore

    RispondiElimina
  23. Solitamente l'ortica la uso per il risotto ma non ho provato mai gli gnocchi. Il bello di questa rubrica è anche imparare a conoscere altre ricette della nostra Italia

    RispondiElimina
  24. Cara Elena ti ho scritto un paio di e-mail per avere alcune informazioni su questa ricetta che desidero rifare :-) Per favore controlla se sono finite nello spam. Un bacione

    RispondiElimina
  25. Buongiorno cara Elena! Ti lascio li link degli gnocchi, buonissimi!! http://ilgiardinodeisaporiedeicolori.blogspot.no/2013/06/gnocchi-di-ortica-per-litalia-nel-piatto.html

    Un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!