mercoledì 20 gennaio 2016

Minestra insolita di fagioli con l'occhio e crespelle al farro


Ecco la mia seconda proposta per l'MTC, la sfida più avvincente del web!
Questo mese si va di zuppe e minestre, ormai lo sanno tutti, la rete è ormai invasa e tutto grazie a Vittoria!
Questa ricetta è quella della nonna, la mia nonna, grandissima appassionata di cucina,che viveva con la mia famiglia e passava la maggior parte delle ore in cucina.
Prediligeva piatti semplici, il brodo di carne e il sugo di fagioli erano i suoi piatti preferiti, a cui aggiungeva questi "fagiolini di carne" per renderli più saporiti e apprezzati.
Non so se questi "fagiolini di carne" fossero una sua trovata o dove l'avesse imparata da qualcuno, fatto sta che amplificano il sapore, rendendo questi piatti unici.
Ho pensato di riproporre questa minestra per la sfida aggiungendo le crespelle al farro, (la mia nonna di solito metteva la gramigna -una specie di spaghettini forati corti),   un elemento "cool" in modo da svecchiarla un poco.
Ma passiamo alla ricetta...



Ingredienti per 4 persone

Minestra
100g di fagioli con l'occhio secchi
1 carota
1 cipolla piccola
1 canna di sedano
1 cucchiaino di concentrato di pomodoro
3 cucchiai di olio evo
sale e pepe
prezzemolo tritato

Fagioli di carne
50g di lombo di maiale
50g di Parmigiano reggiano grattugiato
1 uovo
1 pizzico di sale

Brodo vegetale
1 carota
1 canna di sedano
1 zucchino
1 scalogno
1 pomodoro
1 cucchiaio di olio evo
sale

Crespelle al farro
(4 crespelle diam.25)
1 uovo
125ml di latte
60g di farina di farro
10g di burro fuso
sale

La sera prima mettere in ammollo i fagioli con l'occhio in abbondante acqua, dopo averli sciacquati.

Il giorno successivo, preparare il brodo di verdura: mondare tutte le verdure mettere in acqua, portare a bollore e continuare per almeno 1 oretta, spegnere e aggiustare di sale. aggiungere un giro di olio.

Mentre bolle il brodo, preparare le crespelle: sgusciare l'uovo, aggiungere la farina di farro, sbattendo con una frusta allungare con il latte e infine aggiungere il burro fuso, in questo modo non dovrebbero formarsi grumi. Aggiustare di sale. Lasciare riposare almeno 30 minuti in frigo.
Ungere con un goccio di olio una padella antiaderente a fondo spesso, scaldare a fuoco medio, versare 2 cucchiai di pastella, lasciare rapprendere  e infine girare la crespella. Lasciare raffreddare.
Avvolgere a rotolo ogni crespella e tagliare le tante tagliatelle di circa 1cm.

Per la preparazione della minestra: tritare sottilmente la cipolla, a cubetti la carota e il sedano. Scaldare in una pentola l'olio evo, aggiungere le verdure, rosolare, inserire i fagioli scolati, il concentrato di pomodoro e coprire con il brodo vegetale.
Lasciare cuocere  a fuoco basso e con coperchio per 1ora e 30 minuti circa (assaggiare i fagioli, per valutare la cottura, al limite aggiungere 10-15 minuti, non di più altrimenti si sfaldano). Solo a fine cottura  aggiustare di sale e pepe.

Mentre la minestra cuoce, preparare i fagioli di carne: tritare a coltello il lombo di maiale, in modo da ottenere una crema di carne, unire il formaggio grattugiato e l'uovo, mescolare bene. Aggiustare di sale.
Portare a bollore il brodo di carne rimasto, con un cucchiaino da caffè prendere una porzione di composto e gettarlo nel brodo bollente, quando torna a galla, attendere circa 30 secondi e poi scolare.
Fare così con tutto il composto.

Unire alla minestra calda i fagioli di carne e le crespelle tagliate.
Servire subito dopo aver aggiunto un poco di prezzemolo tritato.

Con questa ricetta partecipo alla cinquantatreesima sfida dell'MTC:

7 commenti:

  1. Che golosa la tua zuppa..con il freddo di stasera ci starebbe proprio bene ^_^

    RispondiElimina
  2. I fagioli di carne per me sono una novità, una piacevole novità.
    Ottima questa minestra, una vera coccola :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  3. Dalla foto pensavo fosse la minestra di fagiolini dell'occhio con le cotiche tipica di Pizzighettone... ma poi ho visto che hai sostituito le cotiche con le crespelle di farro! Bella mossa!

    RispondiElimina
  4. Particolare ma mi fa impazzire!
    Buona!

    RispondiElimina
  5. ho appena finito di scrivere che questo MTC è uno scrigno di tesori di famiglia condivisi... e arrivo qui, a leggere della tua nonna e dei suoi "fagoli di carne": pensa a quanto ci sarebbe da dire anche su quel lessico familiare che costituiva un vocabolario a parte e che di nuovo schiuderebbe un mondo, di cibi,di sapori, di tradizioni. Al solito, ci regali una ricetta da manuale, perfetta ed elegante anche in questa rivisitazione con le crespelle di grano saraceno: un anello di congiunzione fra il vecchio e il nuovo, con la stessa bontà.bravissima!

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia! Il vecchio e il nuovo che su incontrano! E chissà che calore e poesia, con la nonna che "bazzicava" in cucina, con il suo sapere e calore! Brava.

    RispondiElimina
  7. Mentre leggevo stavo pensando a quanto questa zuppa sia equilibrata e completa, originale e antica. A quanto sia bello cucinare una ricetta della nonna ricalcandone i gesti come se lei fosse li ad aiutare. ci stai regalando un sapere prezioso che va al di la della ricetta. I "fagiolini di carne" sono unici e perfetti per completare il piatto. La tua sostituzione della pasta con le tagliatelle di crepes aggiunge eleganza alla zuppa.

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!