domenica 14 dicembre 2014

Torta di miele e frutta secca per Quanti modi di fare e rifare



Oggi per la rubrica Quanti modi di fare e rifare siamo nella cucina di Donatella, che ci svela i segreti per preparare questo dolce della sua nonna.
E' una specie di panforte, ma molto più buono, non so se perchè è "fatto-in-casa", o se perchè viene degustato fresco e non dopo tanti giorni come quelli confezionati... fatto sta che è davvero ottimo!
Ho dimezzato le dosi, preparando una sola torta, ho diminuito un poco di canditi, che non sono graditi a tutti, e aumentato le mandorle, altro particolare è stato la scelta delle spezie, ho sostituito i chiodi di garofano con il pimento, che per me fa tanto Natale.
Grazie Donatella, è stato un vero piacere conoscere un dolce così speciale!
Penso che diventerà anche per noi un usanza assaporare una delizia simile.


Ingredienti
125g di farina
125g di miele millefiori
100g di zucchero
90g di mandorle non pelate
50g noci
30g di canditi
la buccia ed il succo di 1 limone
1 cucchiaio di liquore alle nespole o all'arancio
1 cucchiaino raso di cannella in polvere
1 cucchiaino raso di pimento
1/2 bustina di lievito chimico



In una pentola piccola  riscaldare il  miele, fino a renderlo ben sciolto.

Nel frattempo pesare e inserire in una ciotola la frutta secca intera o tritata grossolanamente, i canditi, lo zucchero, la buccia del limone con il suo succo, il liquore e le spezie.

Bagnare il tutto con il miele, e mescolare, in modo da amalgamare il tutto al meglio.

Inserire a questo punto la farina setacciata con il lievito e incorporare.

Imburrare una teglia di diametro 18cm (io una teglia a cerniera con carta forno sul fondo e bordi imburrati),immettere il composto e lisciarlo con il dorso di un cucchiaino bagnato.

Cuocere in forno già caldo a 170°C per 20-25 minuti.

Lasciare raffreddare completamente prima di sfornare, spolverizzare con zucchero a velo (meglio zucchero a velo bucaneve, che non viene assorbito dal dolce e rimane ben bianco.

Lo zucchero bucaneve viene preparato con 100g di zucchero semolato, 1 cucchiaio raso di maizena, 10g di burro di cacao, tritare il tutto ad alta velocità (bimby: vel 10 per 10-15 sec), come descritto qui.



Con questa ricetta partecipo a  Quanti modi di fare e rifare






Vi aspettiamo nell'anno nuovo, l'11 gennaio  da Anna per preparare gli Onigiri.. mi raccomando non mancate!!!




13 commenti:

  1. Carissima Elena, buona domenica e ben ritrovata!
    Natale sta arrivando e si sente ovunque... specialmente nelle nostre cucine riscaldate dal tepore dei forni accesi e dal soave profumo dei dolci!
    Dolci che, come quello di oggi, amiamo tanto preparare per le feste: il panforte o torta di miele e frutta secca.
    Anna e Ornella ti ringraziano di cuore per questa tua stupenda versione che oggi ha deliziato la tavola della nostra Cuochina!
    Ci ritroveremo l'11 gennaio 2015, ti aspettiamo!!
    Faremo un lungo e divertente viaggio sino in Giappone per preparare insieme gli Onigiri della nostra Cuochina Anna.
    Buone feste a te e famiglia
    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Bellissima anche questa versione! Complimenti!!!
    Ne approfitto per farti i miei migliori auguri per questo Santo Natale!

    RispondiElimina
  3. Se questa torta entrerà nelle vostre case per le feste natalizie io mi sentirò veramente molto onorata, grazie per la tua versione e per aver partecipato,spesso quando propongo questa ricetta molti sono dubbiosi ma basta un morso per ricredersi, è ricca ma non stucchevole, è speziata al punto giusto e poi fa tanto Natale.
    Grazie mille per aver partecipato un abbraccio e Buona Feste!

    RispondiElimina
  4. Interessante l'uso del pimento e, hai ragione, è un dolce strepitoso!
    Alla prossima e auguri!

    RispondiElimina
  5. Veramente bello questo appuntamento, ognuno ha messo qualcosa di speciale nel suo panforte, il pimento per esempio... bacioni a domani!

    RispondiElimina
  6. Bravissima, le varianti sono un arricchimento, ottima versione!!!
    A presto!!!

    RispondiElimina
  7. ciao Elena,
    una delizia la tua torta presentata sull'alzatina bianca e...ne possiamo avere una fetta?
    Grazie e cari auguri per tutto
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  8. che bello è altissimo! Mi intriga l'aggiunta del pimento, Buone feste, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  9. Il liquore alle nespole deve essere una delizia. Mi è piaciuto molto questo dolce.

    RispondiElimina
  10. Anche a me piace molto usare il pimento, hai ragione fa molto Natale!!!
    Un abbraccio e buone feste

    RispondiElimina
  11. Fatto in casa è davvero un'altra cosa!!!
    Bellissima la tua versione!!!! non conosco il pimento .... devo rimediare :-)
    Auguri di un sereno Natale a te e alla tua famiglia, a presto ....

    RispondiElimina
  12. E' stato bellissimo fare il panforte!
    Stupendo anche il tuo! Buone feste mia cara e che ci si veda presto nel 2015!

    RispondiElimina
  13. Elena è da provare sicuramente, mi piace vedere come risulta più soffice del tradizionale, sicuramente grazie al lievito ed a una minore quantità di frutta secca rispetto a quello che facevo io. grazie per la ricetta

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!