lunedì 29 settembre 2014

Celestina ai semi di papavero, una minestra speciale!


Buongiorno, oggi la rubrica Light and Tasty vi propone ricette che presentano come ingredienti bacche e semini.
Questi meravigliosi ingredienti, che colorano, insaporiscono e migliorano tutti i piatti, dalle insalate ai primi piatti, sono ricchi di sali, vitamine e acidi grassi polinsaturi, un vero toccasana per la salute, abituiamoci ad aggiungerli ai nostri piatti, ci aiuteranno a mantenerci in forma!
In particolare ho rispolverato una minestrina della nonna, a cui ho aggiunto i semi di papavero anziché il prezzemolo.
Non è stato facile recuperare la ricetta... lei la faceva rigorosamente ad occhio e niente ho trovato nei vecchi quaderni, per fortuna sul web c'è una proliferazione di questa ricetta e così, dopo averne letto diverse, ho "creato" la mia formula....provata, vi assicuro che era ottima!




Ingredienti per 2 persone

1 uovo
20g di farina
50 ml di latte
1 cucchiaino di semi di papavero
1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano grattugiato (a piacere)
1 cucchiaino di olio evo









Mettere in una terrina: la farina, il sale, il formaggio (se lo si mette); aggiungere il latte, stemperando con una frusta in modo da evitare la formazione dei grumi.

Unire l'uovo e i semi di papavero.

Mettere olio in un padellino per crespelle (meglio se quadrato), ungere tutta la superficie, l'olio in eccesso inserirlo nella pastella.

Mescolare accuratamente.

Scaldare la padella, inserire un poco di pastella, in modo da ricoprire la superficie con un sottile strato e formare una crespella.

Dopo averle preparate, asciugare su carta assorbente.

Lasciare raffreddare, sovrapporle, arrotolare e tagliare a tagliatella.

Cuocerle solo per un attimo in un brodo di carne leggero, servire subito con una spolverata di Parmigiano.

Vediamo ora le altre proposte  sull'argomento...

Carla Emilia del blog Un'arbanella di basilico: Riso nero alle bacche Goji

Yrma del blog A Fiamma Dolce: Muffins ai semi di papavero e limone vegan

Eva del blog Eva in cucina: Crackers senza lievito

Cinzia di Cinzia ai fornelli: Noodles vegan con porro e sesamo

6 commenti:

  1. Ecco svelato il mistero della Celestina, da noi si chiamano fettucce! Un bacione a presto :)

    RispondiElimina
  2. uuuu sembra una versione alternativa delle screppelle m'busse abruzzesi, buono!

    RispondiElimina
  3. Mai assaggiato la celestina...!! Da provare :-) Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Eccooooooooooo, che curiosità avevo!!!Semplice, golosa...comfort food (con la m mi raccomando!:D), bellissimo piatto! Un bacione

    RispondiElimina
  5. Sai che non conoscevo questo piatto!!? Lo,proverò molto presto....?un abbraccio

    RispondiElimina
  6. adoro minestre e zuppe e questa la trovo super così impreziosita da semini tanto preziosi

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!