mercoledì 26 marzo 2014

Torta mimosa


Ecco un classico della pasticceria....
Quest'anno ho voluto prepararlo in occasione della festa della donna, mi è sempre piaciuto, ma mai mi sono azzardata, mi sembrava complicato, invece se si riesce a organizzare i vari step in giorni diversi, si riesce tranquillamente.
Ho fatto qualche variante in base ai miei gusti, come la dacquoise e le fragole nella farcitura, ma ne vale la pena... è delizioso!!

Ingredienti
Dacquoise
150g di albumi
100g +100g di zucchero semolato
140g di nocciole
40g di farina di riso

Pan di Spagna

Crema pasticcera (con 500ml di latte)

Chantilly al maraschino
360ml di panna da montare
240g di crema pasticcera
40ml di liquore al maraschino
5 g di colla di pesce
500g di fragole

maraschino
zucchero semolato

zucchero a velo

Preparare la dacquoise: frullare le nocciole con 100g di zucchero semolato.
 Montare a neve ferma gli albumi con i 100g di zucchero, aggiungere, mescolando dal basso verso l'alto, per non smontare,  le nocciole frullate con lo zucchero e la farina di riso.
Formare due dischi di misura (uno diametro 20cm e uno di diametro 16cm), con l'aiuto di un sac a poche su carta forno.
Cuocere a forno già caldo a 160°C per 10-15 minuti, funzione statico. Far raffreddare.
Preparare la chantilly: Ammollare in acqua fredda la colla di pesce per 10 minuti, poi scaldare due cucchiai di crema pasticcera e la colla di pesce strizzata al micronde,  unire il maraschino, mescolare accuratamente.
Successivamente unire al resto della crema.
Montare al panna a lucido, unire poco alla volta tutta la crema , senza smontare ...possibilmente.
Tagliare le fragole in piccoli pezzetti e inserirli nella crema.
Assemblare: prendere lo stampo a cupola diametro 20cm, foderarlo con pellicola e poi con tante fettine regolari di  pan di spagna, inserire circa metà crema alle fragole, mettere il disco di dacquoise (quello piccolo) e poi il resto della crema, ricoprire con l'altro disco da 20 cm e mettere in freezer per una notte.
Il giorno successivo si prepara la bagna (100ml di maraschino, 50ml di acqua e 2 cucchiai di zucchero).
Sul piatto di portata si sforma il dolce, con un pennello si bagna il pan di spagna, con il resto della crema pasticcera si ripassa la superficie del dolce.
Tagliare tante fettine di pan di Spagna in piccoli cubetti, dopo aver tolto la crosta, e cospargere la superficie del dolce, avendo messo la crema pasticcera questi cubetti si attaccheranno.
Cospargere con zucchero al velo prima di servire.

Con questa ricetta partecipo al contest Sfrutta la Primavera organizzato da  La casa di Artù e Nuvole di farina

15 commenti:

  1. Ma che bella!!!!!!!!! Mi piace molto con il ripieno alle fragole ed il maraschino è un liquore che adoro! Bravissima.

    RispondiElimina
  2. Ma che bella Mimosa Elena!! Mi sa che prima o poi devo provare a cimentarmi anche io!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. Mi sembra veramente una "mimosa" e' semplicemente perfetta!!!!!!Brava

    RispondiElimina
  4. La tua "reinvenzione" di questa torta mimosa è spettacolare!! A parte che mi piace tantissimo come l'hai decorata (a volte certe torte mimose sembrano proprio coperte di briciole, a me l'effetto non piace troppo) metterci dentro la dacquoise è un colpo da maestro, adoro questo tipo di impasto! complimentissimi

    RispondiElimina
  5. l'ho fatta anch'io tempo fa Elena, ma non è venuta bella come la tua... però era buona in compenso. chissà com'è questa!!!
    un abbraccio tesoro
    Sandra

    RispondiElimina
  6. Spettacolare, descrizione e esecuzione perfetta.

    RispondiElimina
  7. trovo la tua versione meglio dell'originale!! e poi è davvero bellissima!! :)
    Baci
    Vale

    RispondiElimina
  8. ma è meravigliosa...grande!

    RispondiElimina
  9. é stupenda!!! perfetta e meravigliosa da vedere e da gustare (purtroppo solo con gli occhi....) sarebbe perfetta per il mio nuovo contest!!!!

    RispondiElimina
  10. Veramente bella e di una finezza unica!E non parliamo della sicura bontà' .Complimenti ,mi piace tantissimo.

    RispondiElimina
  11. mi limito a guardarla, faccio anche un inchino riverente e ti dico "Bravissima!", ma mai avrò il coraggio e la determinazione di provarci! Complimenti!

    RispondiElimina
  12. ma è favolosaaa!!!! complimentissimi!!!

    RispondiElimina
  13. Un vero splendore, brava Elena. Potevamo dubitare della tua bravura? Non credo.
    Buona serata e buona settimana.
    A rileggerci presto col sorriso :-D

    RispondiElimina
  14. grazie elena, per averci dato questo tuo strafavoloso dolce!!! Me lo sto gustando virtualmente con ogni senso possibile e immaginabile

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!