venerdì 4 febbraio 2011

Polenta

Una polenta che si rispetti deve assolutamente essere fatta con farina di granoturco marano macinata non troppo fine (oppure bramata + fioretto nelle percentuali 75%-25%), ma all'idea di impiegarci almeno 40-45 minuti per la cottura mi fa passare ogni minima intenzione di cucinarla (anche se utilizzo il bimby). Da qui l'esigenza di utilizzare la farina precotta, si lo so non è la stessa cosa, ma preferisco accontentarmi!



Ingredienti per 4 persone
375g di farina gialla precotta
1500g di acqua
2 cucchiai di olio evo
1 cucchiaio raso di sale grosso
150ml di latte intero

Metodo bimby




Nel boccale inserire l'acqua, l'olio, il sale e la farina, cuocere per 13 minuti a 100°C vel. 3.







Aggiungere il latte, inserire la spatola nel foro del coperchio e, spatolando di tanto in tanto, in modo da incorporare un poco di aria, continuare la cottura per altri 7 minuti a 100°C vel. 2.










Metodo tradizionale


In una pentola a bordi alti inserire l'acqua, l'olio e il sale, portare a bollore e poi mantenendo mescolato con una frusta si inizia ad inserire poco alla volta la farina con la mano.



Incorporata tutta la farina si riporta a bollore e si continua la cottura per 8-10 minuti sempre mescolando.
Aggiungere il latte e proseguire ancora per qualche minuto.

Trucchetto: Prima di versarla nel piatto o pirofila di portata, bagnare il recipiente con un goccio di acqua , eviterete che si attacchi!

La mia polenta, come vedete, risulta morbida, (la preferisco a quelle compatte!)e può essere servita con carni in umido (es. coniglio, lepre, spezzatino o cinghiale...), condita a piacere con formaggi più o meno saporiti o semplicemente con burro e grana padano.

2 commenti:

  1. che bella la polenta, carina la tua ricetta!! baci, buon sabato!!

    RispondiElimina
  2. Anch'io per comodità uso la precotta ma non conoscevo i tempi per il bimby. Grazie della dritta!
    Buona domenica!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!