lunedì 19 marzo 2018

Pie crust di mele cotogne e amaretti


Buona festa del papà a tutti!!!!

Oggi Light and Tasty per l'occasione  proporrà delle....Torte!
Si avete capito bene, delle torte per festeggiare i nostri papà siano essi papà veri o papà dei vostri figli o papà virtuali (i nostri ragazzi), insomma un modo per festeggiare S. Giuseppe, l'uomo di casa!
Ma sapete che San Giuseppe è festeggiato sia dalla Chiesa cattolica che dalla Chiesa ortodossa e che fu  dichiarato patrono della Chiesa cattolica dal beato Pio IX l'8 dicembre 1870?
E noi non vogliamo festeggiarlo? NON SIA MAI!
Ecco qua buonissime torte, forse non proprio light, ma non potevamo esimerci dai festeggiamenti!

Ho proposto una pie, una crostata inglese, la frolla è quella di Martha Stewart piuttosto croccante, e il ripieno è formato da un leggero strato di amaretti sbriciolati , di confettura di albicocche e tanti spicchi di mele cotogne caramellate al miele, cosa ne dite?



Prima della cottura
PIE CRUST
per stampo 23cm o rettangolare

200 g di farina 00
½ cucchiaino di sale
½ cucchiaino di zucchero
120 g di burro (freddo, tagliato a tocchetti)
2 cucchiai di acqua gelata (più altri due se servissero)

Farcitura
50g di amaretti sbriciolati
confettura di albicocche
1 mela cotogna affettata
1 cucchiaio di miele

zucchero a velo vanigliato

In un robot da cucina mescolare la farina, sale e lo zucchero.
Aggiungere il burro e miscelare dando colpi di robot per mescolare fino ad ottenere un effetto briciole grossolane.
Bagnare con l'acqua e continuare ad impastare, ma non si deve lavorare troppo.
Rovesciare l’impasto su un piano di lavoro leggermente infarinato e formare una lamina di impasto di 3-4 cm,   chiuderlo in pellicola trasparente e farlo riposare minimo un’ora (io una notte).

Pelare e affettare la mela cotogna e passarla in padella con due cucchiai di acqua e il miele, in modo da caramellarle. Farle raffreddare.

Riprendere l'impasto,  arrotolarlo sul mattarello e stendetelo nella teglia.
Tagliare  i bordi dell’impasto a filo dello stampo.
Mettere in frigo a raffreddare per un’ora almeno.

Sbriciolare gli amaretti, metterli sul fondo dello stampo dopo aver forato con uno stuzzicadente l'impasto.
Stendere  un velo di confettura di albicocche poi posizionare gli spicchi di mela caramellati.

Cuocere in forno già caldo a 180°C per 25 minuti circa, lasciare raffreddare prima di sfornare.

Spolverizzare con zucchero a velo vanigliato.

Ecco una fetta per l'assaggio!


ecco le altre proposte..


Torta integrale all’acqua con mandorle e mele di Carla Emilia

Torta di mele e cocco  di Daniela

Flognarde pere e cioccolato light di Milena 

Ciambellina integrale all’olio con uvetta e liquore all’amaretto di Simona


14 commenti:

  1. Davvero invitantissima! Le mele cotogne poi hanno una marcia in più. Ottima! 👏

    RispondiElimina
  2. No no e noi lo festeggiamo egregiamente mia cara!!!! Se riuscissi a fare un torta così sarebbe perfetto ma non ho gli ingredienti giusti, mi accontenterò di una torta margherita :-) un bacione!

    RispondiElimina
  3. E io dico che quella fetta dell'assaggio la prenderei volentieri.....ah no! Io non sono un papà :-))
    Un bacio e buona settimana

    RispondiElimina
  4. Che bell'idea l'aver utilizzato la mela cotogna per questa ottima crostata, davvero invitante! Un abbraccio e buona settimana.

    RispondiElimina
  5. Ma che meravigliosa pie vedono i miei occhi..sto già sbavando :-P Ne vorrei proprio una bella fetta a tenermi compagnia x merenda :-P
    Buona settimana <3<3<3

    RispondiElimina
  6. Hai ancora le mele cotogne!!! Quanto ti invidio. Io le mie le ho fatte tutte fuori mesi fa. Una crostata super golosa.

    RispondiElimina
  7. Che splendida crostata, quanto mai adatta a festeggiare i papà, che gradiranno molto!!!
    Baci

    RispondiElimina
  8. Quanto mi piacciono le mele cotogne, una golosa crostata!

    RispondiElimina
  9. Buonissima Elena, hai ragione poi, come non si poteva non festeggiare?!!!! bacioni

    RispondiElimina
  10. Che delizie state proponendo! Tutte buonissime!

    RispondiElimina
  11. Wow che acquolina, come si fa a resistere, è strepitosa!

    RispondiElimina
  12. Cosa ne dico?? Che è una vera bontà! Adoro davvero, peccato non averne qua una fetta adesso

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!