venerdì 3 novembre 2017

Il pan dei morti milanese


Oggi il Calendario del Cibo Italiano presenta la giornata dei dolci dei morti.
In Italia da nord a sud si festeggia in questa giornata con cibi tipici, che variano da  regione a regione, anzi da provincia a provincia e in molti casi i dolci sono quelli più apprezzati.
Nella mia città la festività dei morti si festeggia con la polenta condita con i ciccioli (grasso di maiale cotto per lungo tempo in modo da essiccarlo, viene poi salato e/oaromatizzato), ma con nessun dolce in particolare, solo qualche castagna, sia caldarroste (basturnon) sia cotte in acqua (balit) oppure cotte senza buccia, solo con la pellicina (balogie o peloni), naturalmente accompagnate da un bicchiere di vino rosso nuovo (il mitico novello, che verrà commercializzato tra qualche giorno).
Così sono andata a prendere in prestito una ricetta milanese, il Pan dei morti, dei biscottoni croccanti esternamente e morbidi al centro, ricchi di spezie, frutta secca ed essiccata.
La ricetta è di Giuliana e il sapore è favoloso... provateli un po'!




Ingredienti (circa 20 )

200 g di biscotti secchi
120 g farina
150 g zucchero semolato
3 cucchiai rasi di cacao amaro
100g uvetta
50 g mandorle pelate
50 g pinoli
50 g ciliegie candite
2 fichi secchi (io albicocche)
1/2 cucchiaino di lievito per torte
1 cucchiaio di cannella in polvere
1 cucchiaino di chiodo di garofano macinato
1/2 cucchiaino di noce moscata
un pizzico di sale
120ml circa vino bianco
1 albume

Ammollare l'uvetta in acqua e vino, unire i fichi secchi e/o le albicocche tagliati a pezzetti e attendere un'oretta.

Tritare i biscotti fino a renderli polvere con un mixer, metterli in una ciotola e aggiungere la farina, lo zucchero, le mandorle tritate non troppo fini, mezza dose di pinoli, le ciliegie tritate anch'esse grossolanamente, il lievito, il cacao, le spezie.
Per ultimo  inserire l'uvetta strizzata e asciugata con la carta, il pizzico di sale.

Sbattere l'albume, giusto per scioglierlo un pochino, amalgamarlo al composto di farina e biscotti, allungare poi con il vino bianco, versandolo poco alla volta, in modo che l'impasto risulti abbastanza  compatto e solido, da lavorare con le mani.


Ecco come tenere aperto il forno
Utilizzando le mani bagnate, preparare dei salsicciotti di 5 cm di diametro della lunghezza di circa 6 cm, appiattirli leggermente e cercare di dare la forma ovoidale.
Disporli sulla leccarda del forno, ricoperta di carta forno, un poco distanziati (non tendono ad appiattirsi), decorare con i pinoli rimasti la superficie.
Cuocere in forno già caldo a 180° per 5 minuti, in funzione ventilata; in questa fase si formeranno delle crepe, poi abbassare a 160°  cambiando la funzione da ventilato a statico, e tenendo un poco aperto il forno con un cucchiaio di legno, (se avete la valvola, apritela!) e proseguire la cottura per altri 15/20  minuti.
Devono essere morbidi e fondenti all'interno.
Lasciare raffreddare e poi spolverizzare di zucchero a velo.

Questa ricetta partecipa al Calendario del Cibo Italiano


5 commenti:

  1. Che bontà questi biscotti, con tutta quella frutta secca! Da rifare al più presto e penso finiranno nei sacchettini dei biscotti di Natale. Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  2. bellissimi Elena, felice che ti siano piaciuti e grazie di aver contribuito! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Ma che buoni!!! Non ho mai avuto occasione di assaggiarli nonostante i genitori di mia mamma fossero lombardi. Mi segno la ricetta per provarli.
    Bravissima, belli e buonissimi :)

    RispondiElimina
  4. Molto buoni preso nota. Buona serata.

    RispondiElimina
  5. Non l'ho mai assaggiato ma la lista ingredienti mi ha messo un'acquolina che non immagini!!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!