sabato 22 ottobre 2016

Torta di cavolfiore


Questo mese sono riuscita a partecipare al Recipe-tionist, ho già perso qualche appuntamento, a volte non riuscivo a preparare la ricetta altre volte a postare, il risultato però non cambia... ho mancato all'appuntamento e  questo mi spiace proprio, visto che questo gioco lo apprezzo e lo considero uno dei più carini e simpatici del web!
Questo mese la vincitrice è Mapi, il suo blog è favoloso, con piatti particolari e di gran gusto.
Si trovano ricette tratte da libri di chef famosi e sempre spiegate nei minimi dettagli con anche le motivazioni delle eventuali variazioni; insomma una vera e propria miniera di informazioni utili!
Cosa fate ancora qui? Correte a leggere e a condividere le sue ricette, in modo da poter partecipare al Recipe-tionist, non perdete tempo!
Ho scelto questa torta di cavolfione, ricetta di Yotam Ottolenghi, di cui ho una stima infinita.
Non ho fatto grandi variazioni, ho dovuto sostituire i semi di nigella, che non  ho trovato in commercio e per questo ho usato il carvi, inoltre ho cotto a vapore il cavolfiore.
Naturlamente è risultata ottima e avendone avanzata una parte l'ho riproposta il giorno successivo ed effettivamente era ancora più buona! Proprio come sosteneva Maria Pia!



Torta di Cavolfiore
Da: Yotam Ottolenghi - Plenty More - Ebury Press

Ingredienti
600g di cavolfiore ridotto in cimette
170 g di cipolla rossa (1 media)
75 ml di olio extravergine di oliva
½ cucchiaino di rosmarino finemente tritato
7 uova (io e Mapi: 5 uova e 150 ml di latte)
15 g di basilico tritato
120 g di farina setacciata
1 ½ cucchiaino di lievito per torte salate
1/3 di cucchiaino di curcuma
150 g di parmigiano grattugiato (io 100g)
1 cucchiaio di semi di sesamo
1 cucchiaino di semi di nigella (io carvi)
Sale
Pepe
Burro per ungere la teglia


Mettere le cimette di cavolfiore in una pentola capiente, unire un cucchiaino di sale e coprire con acqua. Portare  a bollore e far sobbollire piano per 15 minuti circa, o finché saranno morbide. Scolarle in un colapasta eliminando l'acqua in eccesso. (Al fine di preservare quanto più possibile le proprietà nutritive del cavolfiore, io ho fatto il contrario: ho riempito una pentola capiente di acqua, l'ho portata a bollore, quindi ho salato e messo a lessare prima il torso ridotto a dadini - vedi note - e poi le cimette, nota di Mapi).
Nota personale:ho cotto il cavolfiore  a vapore con il Bimby (varoma per 25 min con boccale a 1l di acqua e vel 1).

Tagliare dalla cipolla 4 fette circolari spesse circa  mezzo cm e mettere da parte.
Tritare il resto della cipolla e metterlo in un tegame a fondo spesso con tutto l'olio e il rosmarino tritato, facendo cuocere a fiamma bassissima per circa 10 minuti su fuoco medio, finché sarà morbida.

Far raffreddare, poi versare in una ciotola capiente. Unire le uova e il basilico e mescolare bene. Aggiungere farina, lievito, curcuma, Parmigiano, un cucchiaino di sale fino e pepe a piacere.
Amalgamare per ottenere un composto liscio, quindi unire le cimette di cavolfiore lessate mescolando delicatamente in modo da non romperle.

Foderare uno stampo da 22 cm di diametro con carta forno e ungere con burro fuso, quindi spolverizzare con i semi di sesamo e quelli di nigella (io, carvi) mischiati in modo che si attacchino ai bordi.
Versare il composto e decorare con le fette di cipolla tenute da parte.

Cuocere in forno preriscaldato a 180 °C per circa 30 minuti, finché la torta sarà ben dorata e una lama inserita nel centro della preparazione uscirà pulita.

Far riposare almeno 20 minuti a temperatura ambiente prima di servire.
.
Con questa ricetta partecipo al Recipe-tionist di ottobre

6 commenti:

  1. Ho in frigorifero un broccolo romano, proverò questa ricetta usando quello. Vediamo come viene!! Grazie per l'idea.

    RispondiElimina
  2. Per iniziare ti ringrazio per l'invito rivolto ai tuoi lettori di andare a fare un giro nel blog di Mapi, in effetti è un luogo da veri gourmet. La tua scelta la trovo ottima, ideale per la stagione, anche il fatto che il giorno dopo sia più buona rende questo piatti ideale per quando si vuol trovare qualcosa di pronto dopo una giornata impegnativa. Direi che il binomio Mapi/Ottolenghi sia uno dei più riusciti sul web. Grazie sempre, Elena, e passa un bellissimo weekend, Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. invito a visitare il blog di Mapi, ma anche di giocare al Recipetionist! Che dà l'idea vera della condivisione! grazie Fla!

      Elimina
  3. bellissima questa torta di cavolfiore! anch'io cuocio a vapore come te....almeno son sicura non si spappoli e resta gustosissimo ;)
    bacio grande
    raf

    RispondiElimina
  4. Al carvi non avevo pensato, ma con il cavolfiore si sposa benissimo e anzi dona quel twist in più: grazie per la dritta!!!
    Questa è una delle ricette che ho amato di più e che cucino più spesso, è squisita e piace veramente a tutti.
    Pure io ho spesso saltato il Recipe-Tionist: non voglio farlo mai più, perché è il contest più bello della blogsfera, dopo l'MTChallenge!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!