mercoledì 19 ottobre 2016

Las Tapas ....in fondo al mar!


La Mai questo mese ci ha davvero messo alla prova! Come vincitrice del contest più simpatico del web - l'MTChallenge, ovviamente - ha avuto la possibilità di scegliere il piatto da preparare per la sfida. E lei che fa? Non solo sceglie ben tre preparazioni al posto di una (arg), ma vuole pure un fil rouge che le colleghi tutte quante (doppio e triplo arg). Per la precisione, la tripletta in questione è composta di Tapas, con una Tapa classica, da “compartir” come si dice in Spagna, un Pinchos, ovvero un gustoso spiedino, e un Montadito, delizioso paninetto ripieno di ogni prelibatezza.
Così ho iniziato a meditare sul da farsi: io solitamente cucino, cucino, cucino, sono sempre presa dai colori e dagli ingredienti, ma faccio fatica a trovare legami che vadano al di là degli abbinamenti di gusto. Insomma, sono la solita “tanta sostanza e poca filosofia”.
Trovare un tema a cui legare i tre piatti, dunque, si è rivelato più difficile del previsto. Sapevo solamente di voler preparare qualcosa con il pesce. Poi tutto d'un tratto l'illuminazione: pesce, mare, aperitivo di festa... “In fondo al mar”. Mi sono ricordata di questa canzone presente nella colonna sonora della Sirenetta, molto gettonata quando mio nipote era piccolo. Lui, a 3 anni, era perdutamente innamorato di Ariel.
Così ho pensato alle mazzancolle (crostacei),  alle seppie (molluschi) e al salmone (pesce) ... si lo so il salmone non è prettamente marino, ma se conoscete la canzone in versione integrale, il salmone è citato...eccome!

E sulle note della canzone, e sì perchè questo post ha pure la colonna sonora,  ecco le ricette...



Las tapas

Tapa: Insalata tiepida di seppie all'arancia
Pinchos: Mazzancolle impanate e grigliate
Montaditos al salmone Tataki con maionese ai peperoni

Ingredienti per 4 persone
Tapa
2 seppie medie
1 arancia
1 spicchio di aglio
2 cucchiai di olio evo

Pinchos
12 mazzancolle
pane grattugiato
prezzemolo
1 cucchiaino di olio evo

Montaditos
4 panini all'olio ovali homemade
maionese ai peperoni (1 peperone rosso e maionese)
1 fetta spessa di salmone
sesamo nero
foglie di lattughino


Montaditos

Preparare, per primo, i panini all'olio seguendo la ricetta qui, (io preferisco i panini ovali e per questo per tagliarli ho utilizzato la formina delle barchette) e poi, come secondo ingrediente, la maionese ai peperoni: arrostire sul fornello 1 peperone rosso, asciugarlo al meglio con lo scottex e frullarlo, inserirlo nella maionese con movimenti dal basso verso l'alto per non smontarla.


Cuocere il salmone: togliere la pelle (posizionare il trancio con la pelle rivolta verso il taglire e procedere con un coltello affilato tra carne e pelle, tenendo ben fermo con l'altra mano) e cospargerlo con semi di sesamo nero,  pressando bene in modo che i semi rimangano fissati alla superficie. Ungere con pochissimo olio una piastra, scaldare a fuoco altro e posizionare la fetta di salmone, cuocere circa 5 minuti per lato (ma tutto dipende dallo spessore, all'interno deve rimanere rosa acceso). Aggiustare di sale.
Lasciare raffreddare e poi affettare.
Tagliare il panino spalmare  la maionese aromatizzata, mettere qualche foglia di lattughino e il salmone "scaloppato" (affettato).

Tapa

Affettare le seppie, pdopo avrle lavate e pulite.
Rosolare lo spicchio di aglio  nell'olio evo, togliere lo spicchio aggiungere gli anelli di seppia, saltare velocemente per 4-6 minuti.
Sfumare con il succo di arancia, aggiustare di sale e finire di cuocere per altri 3-4 minuti a fiamma alta.
Al termine della cottura cospargere di scorzette di arancia a filettini.


Pinchos

Togliere il carapace e la testa alle mazzancolle, mantenendo la coda (giusto per effetto estetico), con un pennello ungere leggermente l'addome dei crostacei.
Preparare la panatura: tritare il prezzemolo e miscelare con il pane grattugiato.
Infilzare in spedini 3 mazzancolle, passarle nella panatura e pressare bene.
Cuocere su piasta ben calda per circa 5 minuti, girando di tanto in tanto.
Servire con un poco di salsa ai peperoni.

Servire assieme, possibilmente tiepidi.

Passo e chiudo..... ricordandovi che queste ricette partecipano alla sfida n.60 dell'MTC

 

8 commenti:

  1. Sei mitica!!!! Anche la colonna sonora :)
    Una tripletta con i fiocchi!
    Complimenti.

    RispondiElimina
  2. Perché "era"? Io sono ancora perdutamente innamorato di Ariel! :)
    Tapas stupende, impazzisco per il salmone tataki!

    RispondiElimina
  3. Tema super, adoro Ariel e tra le tue proposte la mia preferita è la tapa!!

    RispondiElimina
  4. Bellissimi questi piattini, mi riportano con la mente alle vacanze in Andalusia! I tuoi panini poi sono uno spettacolo.

    RispondiElimina
  5. Deliziose tapas e simpatico titolo :-) Sei una forza Ele ^_^ Buon we e a presto <3

    RispondiElimina
  6. Bellissimo!!! Quante volte ni sono vista questo filmato con Alice!! Bravissima

    RispondiElimina
  7. Ma che carino questo post!!!Anche con la colonna sonora!!!

    RispondiElimina
  8. Canticchiavo la colonna sonora della sirenetta, ancora prima di aprire questo post: mi e' bastato il titolo... ed ora, credo che sara' il tormentone della giornata! Bella l'ispirazione e complimenti per come hai trattato il pesce, esaltandolo nella sua semplicita'. Si mangiano senza sensi di colpa, queste tue tapas, gustandosele fino in fondo. E l'abbinamento seppia e arancia e' da urlo. Brava!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!