giovedì 29 settembre 2016

Frittelle di patate e cipolle caramellate al miele


Sono una buongustaia e non vedo di buon occhio i fast food in genere, anche se però devo ammettere che ci sono catene che lavorano anche discretamente. Proprio poche sere fa, avendo un ragazzo adolescente siamo finiti in una si queste e oltre al classico panino con Hamburger e patatine, a cui non sono riuscita a sottrarmi, ho ordinato i classici anelli di cipolla.
Proprio da quell'assaggio è nata questa ricetta, un mix di patate e cipolle, ben dosate e condite!

A noi queste frittelle sono piaciute, servite con un buon prosecco hanno allietato un aperitivo tra amici.

Ecco la ricetta:

Ingredienti per 20 frittelle

2 patate medie
1 cipolla rossa di Tropea
3 cucchiai di olio evo
50 ml di vino bianco secco
2 cucchiaini di miele biologico Millefiori Rigoni
1 cucchiaio di maizena
1 tuorlo d'uovo







Affettare sottilmente la cipolla e poi tagliarla a tocchetti, rosolarla in padella con l'olio ben caldo per qualche minuto, quando risulterà quasi trasparente, sfumare con il vino a fuoco alto, fino a quando l'alcol non sarà evaporato.
Aggiustare di sale e dolcificare con il miele, a fiamma bassa continuare la cottura per circa 5 minuti, facendo attenzione e mescolando spesso (il miele deve caramellare, ma non bruciare).
Pelare le patate e grattugiarle con una grattugia a fori fini, asciugarle con carta assorbente, in modo da togliere l'acqua di vegetazione. Metterle in una terrina con la maizena e le cipolle caramellate fredde.
Inserire il tuorlo d'uovo e mescolare. Raffreddare in frigo per qualche ora in modo che si raffreddino al massimo prima di friggerle (saranno più croccanti e assorbiranno meno unto) .
Friggerle in abbondante olio di semi d'arachide, formando delle piccole palline con le mani e asciugandole ulteriormente,  non appena si colorando togliere con la schiumarola.
Servire subito ben calde, ma ottime pure a temperatura ambiente.

Con questa ricetta partecipo al nuovo contest di Rigoni di Asiago Love Veggy


1 commento:

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!