domenica 11 settembre 2016

Stoccafisso in burridda per Quanti modi di fare e rifare


Eccoci di ritorno dopo le vacanze con la nostra rubrica Quanto modi di fare e rifare, è sempre una gioia incontrarsi nelle diverse cucine del pianeta e provare ricette di amiche che ormai si conoscono da anni.
Oggi infatti siamo da Carla Emilia, a Genova, per cucinare un piatto della tradizione ligure, lo stoccafisso in burridda.
Questo tipico condimento, presente anche in Provenza, è una specie di zuppa di pesce molto ricca e che a seconda delle zone presenta ingredienti tipici.
Nel nostro caso abbiamo utilizzato funghi, patate e pinoli, oltre naturalmente al classico olio di oliva e le olive stesse.
Ho seguito la ricetta alla lettera, fatico a cambiare i piatti della tradizione, soprattutto quando non li conosco, mi sembra quasi di fare un torto a tanti anni di storia gastronomica.
Be insomma ci ho provato e devo ammettere che il sapore era ottimo, i miei uomini hanno apprezzato chiedendo di ripeterlo spesso, grazie Carla Emilia!



Ingredienti per 4 persone

800g di stoccafisso già ammollato
1 spicchio d'aglio
3 acciughe sott'olio
300 g di funghi misti (surgelati)
1 cucchiaio di pinoli
1 ciuffo di prezzemolo
1 gambo di sedano
1 bicchiere di vino bianco secco
300 g di patate
20 g di olive verdi snocciolate
olio evo
sale








Tritare il sedano, il prezzemolo e l'aglio, mettere a soffriggere in un tegame di terracotta con due cucchiai d'olio,aggiungere le acciughe e i pinoli.

Non appena il soffritto avrò preso colore unire lo stoccafisso pulito e tagliato a pezzi.

Sfumare con il vino, quindi aggiustare di sale e portare a cottura a fuoco basso, aggiungendo acqua se necessario per circa 15 minuti.

Nel frattempo pelare le patate e tagliarle a cubetti, pulire i funghi se fossero freschi.

Dopo circa 15 minuti, unire le patate a cubetti e cuocere per circa 25 minuti.

Aggiungere i funghi e le olive e poi finire la cottura per altri 10 minuti (Ci vorranno in tutto 45-50 minuti).

Cospargere con un trito di prezzemolo fresco e servire ben caldo.




Con questa ricetta partecipo alla rubrica Quanti modi di fare e rifare .

Vi aspetto il prossimo mese... saremo proprio qui nella mia cucina a preparare i famosi gnocchetti di pane piacentini conditi con il sugo di fagioli... i pisarei e fasò, non mancate!!!!!



5 commenti:

  1. Buona domenica cara Elena!
    Eccoci ritornati, forse non tutti perché qualcuno fortunato è ancora in ferie, dalla pausa estiva!
    Sia che le vacanze siano solo un ricordo, sia che siano ancora in corso, auguriamoci che ci abbiano regalato o che ci stiano regalando, serenità, relax e divertimento! Per chi è ritornato al lavoro a pieno ritmo, consoliamoci oggi con una golosissima ricetta ligure!
    Cuochina, Anna e Ornella ti ringraziano per aver preparato e condiviso con tutti noi la tua meravigliosa versione dello Stoccafisso in buridda di Carla Emilia!
    Ci ritroveremo ad ottobre nella tua bellissima cucina cara Elena, per preparare tutti insieme i Pisarei e faso', un fantastico primo piatto piacentino che non vediamo l'ora di assaggiare!
    Arrivederci a ottobre!

    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Super anche la tua versione, alla prossima!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Elena sono contenta che lo stoccafisso vi sia piaciuto! Ci vediamo alla prossima da te! bacione

    RispondiElimina
  4. ciao Elena,
    sei stata bravissima ...la tua buridda è molto molto invitante.
    Oggi non ci fermiamo, ma il mese prossimo svolazzeremo nella tua cucina!!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  5. Che bontà!
    Ci ritroviamo alla tua cucina il mese prossimo!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!