domenica 11 ottobre 2015

Rosticciata di funghi e speck - Pilzgröstl per Quanti modi di fare e rifare


Oggi ci troviamo tutti nella cucina di Maria Giovanna, del blog Stella senza glutine, a cucinare un piatto tirolese.
Pensavate che potevo perdermi questo appuntamento? Il mio amore per le montagne, in particolare l'Alto Adige, e per questi ingredienti tipici ha fatto si che questa ricetta sia entrata ufficialmente e subitissimo nei "piatti di routine" della mia cucina. L'ho infatti già preparato un paio di volte, oltre a questa, utilizzando sempre funghi di tipo diverso, dai pioppini (di cui vedete le foto), ai finferli, come la nostra amica, fino ad un misto surgelato (lo so non è il massimo, ma quando non si trovano freschi assicuro che è una valida alternativa).
Il risultato è sempre stato soddisfacente e in famiglia faccio tutti contenti!


Come dicevo, rispetto alla ricetta originale, non ho fatto grandi variazioni, ho aggiunto qualche ago di rosmarino alle patate, un po' di cipolla e utilizzato i funghi disponibili (purtroppo non sempre i finferli si trovano).
Ma passiamo subito alla ricetta...


Ingredienti per 4 persone

500g di funghi pioppini
2 cipolle bianche
1 scalogno
1 spicchio di aglio
1kg di patate
150g di speck in due fette
olio evo
rosmarino
50g di burro
sale e pepe




Lavare, pelare le patate e cuocerle a vapore per circa 20 minuti (io con il bimby: mettere 1 l di acqua nel boccale, impostare varoma, vel 1 per 25 minuti), lasciare raffreddare, affettarle.

Pulire e lavare i funghi, saltarli in padella con aglio e scalogno (se si tratta di finferli o funghi misti congelati) e qualche cucchiaio di olio.
Aggiustare e pepe bianco. Cuocere a fiamma bassa per circa 30 minuti.
Nel caso dei pioppini, essendo molto fibrosi, si consiglia di sbollentarli in acqua per una decina di minuti.

Tagliare lo speck a listarelle, renderlo croccante in una padella antiaderente a fuoco alto per qualche minuto, se fosse molto magro si consiglia l'aggiunta di un cucchiaino di olio evo.

In un'altra padella piuttosto grande sciogliere il burro e un cucchiaio di olio, inserire le cipolle bianche affettate sottilmente, lasciarle rosolare un poco e infine unire le patate con qualche ago di rosmarino, lasciare dorare. Aggiustare di sale.

Unire lo speck  e i funghi alle patate, oppure è possibile come si vede dalla foto, lasciare a parte i funghi, servire le patate allo speck

A questo punto è possibile unire anche i funghi mescolare e  servire la rosticciata.

Volendo dare al piatto un aspetto meno rustico, è possibile formare con un coppapasta una specie di sformatino di patate  a cui si aggiungerà lo speck saltato in padella e i funghi trifolati.




Con questa ricetta partecipo alla rubrica Quanti modi di fare e rifare  e vi do appuntamento da Ornella per il prossimo mese (8 novembre) per preparare dei profumatissimi Kanelsnurrer








12 commenti:

  1. Buona domenica cara Elena!
    Siamo giunti all'appuntamento di ottobre nella grande, meravigliosa cucina aperta di quanti modi di fare e rifare! Come passa in fretta il tempo..sembra ieri che abbiamo iniziato il menù 2015... ancora un paio di ricette e saremo pronti per iniziare quello per il 2016!
    Cuochina, Anna e Ornella, ti ringraziano di cuore per aver preparato e condiviso la tua stupenda e golosa versione dei Pilzgrostl o rosticciata!
    Il prossimo mese saremo dalla Cuochina Ornella per fare i Kanelsnurrer! Ti aspettiamo!

    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. Mi sa che questa ricetta entrerà nella routine di tutte noi!!
    Bravissima!!

    RispondiElimina
  3. Anch'io volevo usare i pioppini anziché i porcini, peccato che non li ho trovati. Prossimo giro saranno gli eletti, vederli nelle tue foto mi fa venire l'acquolina in bocca!!! :)

    RispondiElimina
  4. A noi piacciono molto i pioppini, e li raccogliamo nei pioppeti lungo il Po, praticamente a due passi da casa, chissà che bel sapore hanno dato alla tua rosticciata!!!
    Carina anche l idea di rendere più elegante il piatto utilizzando un ring!

    RispondiElimina
  5. Che bella la tua interpretazione Elena, domani faccio il giro delle ragazze dei quanti e torno da te per vedere la tua ricetta Light, intanto grazie per gli auguri! Bacione

    RispondiElimina
  6. Bellissima ricetta, mi piace tantissimo :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  7. Bella e gustosa rielaborazione, alla prossima!!!

    RispondiElimina
  8. Anche a casa mia è entrato nei piatto da fare e rifare spesso.

    RispondiElimina
  9. Ma che bella la tua versione vestita a festa, elegante e preziosa con quel contorno di funghi :-)
    Buon inizio settimana, a presto ....

    RispondiElimina
  10. Sono molto contenta che tu abbia apprezzato questa ricetta. Anch'io la rifaccio spesso con i funghi a disposizione.
    Grazie e a presto!

    RispondiElimina
  11. Che invidia tutti quest funghi freschi, qui invece la scelta è molto limitata e si aggira ai soliti champignon e pleurotus (che a me non piacciono). Anch' io ho inserito subito al menu dei preferiti questa ricetta, siccome ha gli ingredienti che ci piacciono!
    Saluti e alla prossima!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!