sabato 14 settembre 2013

SANA 2013

Sabato scorso sono stata a Bologna, al SANA, a visitare il salone internazionale del biologico e del naturale, invitata da Naturasì, che ringrazio di cuore per l'ospitalità e la gentilezza.

Accanto ad alimenti biologici e biodinamici, ho trovato cosmetici e integratori alimentari, prodotti a basso impatto ambientale per la casa o per la vita quotidiana come i detersivi ecologici o i mobili in cartone (un bar all'interno della fiera aveva tutte le sedie e i tavolini in cartone riciclabile...davvero particolare!).
Insomma è stata una vera sorpresa, una vetrina di prodotti di qualità!

Inoltre vi erano convegni, workshop e corsi, il problema era che avrei voluto partecipare e tutto...
Ho scelto un convegno "Allergie e intolleranze alimentari", organizzato dalla rivista Valore Alimentare, tenuto da Dott. Giannattasio, un simpatico medico agronomo (sì proprio così, insolito vero? ), capace di comunicare e insegnare incantando il  pubblico.
Grazie alla sua formazione,  ha svolto studi medici ed epidemiologici, associandoli ad approfondimenti sui prodotti alimentari e sulle tecnologie di produzione. E' stato molto istruttivo e sicuramente a dicembre quando uscirà il suo prossimo libro non potrò esimermi dall'acquistarlo!

E poi ho potuto visitare diversi fornitori di Naturasì, che ci hanno illustrato le loro aziende e i loro principi e cosa li muove a produrre prodotti biologici o biodinamici.
Ho scoperto la biodinamica, un metodo di coltura fondato sulla visione spirituale antroposofica elaborata da Steiner (filosofo austriaco) che si basa su sistemi di agricoltura sostenibili, che rispettino l'ambiente e l'ecosistema in genere. Questa filosofia è sostenuta da un marchio Demeter International che si propone tramite dei disciplinari di mantenere degli standard definiti, sia nella produzione sia nella trasformazione dei cibi, proteggendo così  produttori e consumatori.

Ho già scritto troppo, ora vi lascio con qualche foto...













grano Khorasan
Mi stavo dimenticando due parole sul Kamut...
Ormai lo utilizziamo tutti, è un ottimo prodotto, ma non sempre si  sa che il Kamut è un marchio registrato di proprietà di una azienda americana del sig. Quinn, che ha deciso di proteggere e tutelare le eccezionali qualità di questo grano antico a beneficio dei consumatori.
Il nome indica una particolare varietà di grano il Khorasan, mai ibridata né incrociata, garantita da agricoltura biologica e alti standard qualitativi, i produttori devono seguire disciplinari rigidi e definiti, annualmente il prodotto viene analizzato e controllato con analisi chimiche per garantire le proprietà del grano.
Esso infatti è naturalmente molto ricco di minerali, soprattutto  di selenio, conosciuto come il minerale essenziale nella difesa delle cellule dal danno ossidativo, e risulta più digeribile rispetto al grano comune.

Ed ora vi presento il sig. Bob Quinn...


11 commenti:

  1. ma che bello!! avevo scritto un post in agosto per segnalare l'iniziativa e ora tu ne parli, grazie! ^_^ mi piacerebbe prossimo anno poterci andare!medico agrononomo certo che è forte! ^_^ del kamut sapevo ma non conoscevo il signore! mi potresti contattare in privato ho bisogno di dirti una cosa, trovi il form contatti da me ^_^
    un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
  2. Ciao, complimenti, un post davvero interessante!
    Che ne diresti di passare da me per partecipare al Link Party "Back to Autumn" su Fragola e Cannella?
    Mi farebbe davvero piacere!
    Nina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma certo che partecipo, passo subito!

      Elimina
  3. Mi ha fatto tanto piacere incontrarti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me, hai una famiglia fantastica! un bacione!

      Elimina
  4. Eccomi Elena!! Tutto ok adesso :-)!!! Grazie a te e bellissime le foto e le spiegazioni, ma pensa che non sapevo nemmeno io che kamut fosse un marchio registrato.. Non si finisce mai di imparare :-) bacione e buona festa basket :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rientrata ieri sera sfinita!!!! Grazie a te dell'assistenza tecnica!!

      Elimina
  5. Hhha. Mi hai fatto pentire di non essere salita sul treno!!! Mannaggia alle troppe cose che voglio fare!!!! Bacione Zibaldina e passa una buona domenica.

    p.s. E lo zucchero di canna dove lo metti??? in sostituzione del dolcificante, no??? Ci sta benissimo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. così si ragiona....meglio quello di canna, non vorrai che perda qualche kilo...
      Ci saremmo davvero divertite...ma sarà per la prossima volta! un bacione!

      Elimina
  6. Sono andata al Sana per anni... ma questi ultimi due no... non so come'era quest'anno ...ma anni fa c'erano un sacco di piccole e ottime realtà sia alimentari che erboristiche ma poi ogni ano ho trovato sempre meno padiglioni, sempre più grosse aziende e sempre meno di piccole ...visto che fan fatica a sostenerne i costi) ...con molte di loro sono ancora in contatto! ...insomma un po' mi aveva intristito!... magari il prossimo anno ci riprovo! :)

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!