domenica 22 settembre 2013

Le freselle ...il mio tarlo!!!

Che voglio provare a fare le freselle è già da diverso tempo...e come sempre quando desidero preparare qualcosa a cui tengo particolarmente, va a finire che studio ricette a destra e a manca ma non "quaglio mai"!!!
Anche in questo caso, ho stampato e ristampato, salvato file e rivisto blog, fino a quando mi sono data uno stop...ora si conclude e così è stato!
Ecco le mie freselle di cui sono molto orgogliosa, sono croccanti e saporite, ideali per la preparazione di uno spuntino o anche di un antipasto per una cena informale tra amici.
Le ho farcito in maniera classica con pomodoro fresco, olio extravergine d'oliva pugliese,con l'aggiunta di cipolla bianca e tuorlo di uovo sodo.
Quest'ultimo preparato seguendo i consigli di ....nientepopodimenoche.... Gualtiero Marchesi, che nel suo manuale "Oltre il fornello" (mia bibbia per molte preparazioni) consiglia una cottura lenta ma protratta, il che produce un tuorlo "dal bel colore acceso, gradevole all'olfatto e perfettamente digeribile." 
Approvo in pieno!!! 
Sono veramente tristi quelle uova con tuorlo dai riflessi verdognoli e profumi sgradevoli che spesso capita di vedere (spesso negli hotel al mattino...), questa colorazione è dovuta ad una reazione chimica provocata dall'alta temperatura .... 
Ma ecco le mie freselle....


Ingredienti per 6 freselle
125g di farina Manitoba
125g di farina debole 00
160ml di acqua
7g di lievito di birra
1 cucchiaio di olio evo
1/2 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino colmo di sale

pomodori
uova sode
cipolla bianca
basilico
fior di sale di Cervia
olio evo

Impastare la farina con il lievito sciolto nell'acqua e zucchero a temperatura ambiente, aggiungere  il sale, dopo aver impastate un poco in modo da formare la maglia glutinica, inserire l'olio.

Impastare per una decina di minuti a mano (io nell'impastatrice).

Far lievitare in luogo riparato per un paio di ore, dividere l'impasto in 3 parti, formare un cilindro, unirlo ad anello e far lievitare ancora un'oretta.

Cuocere in forno caldo a 210°C per 15-20 minuti, sfornare lasciare raffreddare un poco e tagliarle a metà, formando le 6 freselle.

Biscottare in forno a 120°C per 20-30 minuti.


Rassodare le uova alla maniera del maestro G.Marchesi, immergendole in una casseruola con acqua in modo che questa le ricopra di almeno 3 dita, portare ad ebollizione, spegnere il fuoco ed attendere mezz'ora.

In questo modo il calore penetra lentamente raggiungendo il tuorlo e rassodandolo senza alterarne la fragranza.

Quando fredde farcirle: passare prima di tutto un giro d'olio, disporre i pomodori affettati, decorare con cipolla bianca affettata sottile e tuorlo d'uovo sodo spezzettato.

Insaporire con fior di sale e olio evo.


Il funghetto in foto non è altro che l'albume rimasto con sopra la parte arrotondata del pomodoro perino e i puntini sono di maionese (un modo simpatico per presentare l'uovo sodo ai bambini, idea della mia nonna, io l'ho sfruttata per utilizzare l'albume...della serie non si butta via niente!).

Con questa ricetta partecipo al gioco di Cinzia e Valentina Colors & food, che questo mese si intitola Giallo, rosso e uova!!!!

21 commenti:

  1. Bravissima Elena!! Un piatto fatto con il cuore, con tanta pazienza - compresa quella per la ricerca - e dai colori splendidi. Grazie! Un abbraccio a te e alla family, Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, effettivamente i colori rendono...è la vostra scelta però!!! un bacio

      Elimina
  2. Bravissima, le freselle sono una delle mie passioni! e tu le hai realizzate alla perfezione!
    Bellissimi colori :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, dopo aver tanto letto ho fatto la ricetta più semplice...

      Elimina
  3. Bellissime e sicuramente molto, molto buone Elena!!! Bravissima :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero e poi ognuno le farcisce come vuole, è questo il punto di forza... bacioni!

      Elimina
  4. Bellissime complimenti anche la presentazione bellissima!!!!!
    Scusa forse sono io ma non vedo quanto lievito.
    Un caro saluto :-)))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nadia...dimenticato nella lista ingredienti (7g) ora ho corretto...grazie 1000!!!

      Elimina
  5. Per una che come me che è cresciuta con le friselle vedere le tue meraviglie è una bellezza! :)
    sei stata bravissima! ...prima o poi ci provo pure io ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e sarà un successo...ne sono sicura!

      Elimina
  6. Lascia stare che con le friselle ingrassavo...un mio amico campano prima di ritornare a casa mi riempiva di friselle fatte dal suo fornaio di fiducia una leccornia essicate a legno profumato....buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che fortuna..non è da tutti averle cotte nel forno a legna...che invidia!!! bacione!

      Elimina
  7. Ciao Elena ho scritto tutto: metodo di cottura delle uova e ricetta delle freselle! Mi viene l'acquolina a guardarle. Sei stata bravissima. Bacione, buona serata e buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le uova cotte così sono speciali... Gualtiero è un maestro sul serio!!!!

      Elimina
  8. Elena, le tue freselle sono stupende! Hai fatto bene a "quagliare" eheheheh anche io quando studio e cerco info su una ricetta in particolare poi non concludo mai! Sei stata bravissima, adoro le freselle in tutti i modi e ti ringrazio per la chicca del tuorlo... non lo sapevo... devo provare e mi metterò anche alla ricerca del libro di Marchesi, mi sa che non può mancare in una libreria che si rispetti! Grazie e complimenti, buon inizio settimana :** :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un vecchio libercolo, ho guardato ora è del 1986, però porta una miriade di suggerimenti interessanti...nessuna ricetta però!!! grazie e un bacione!

      Elimina
  9. ma sai che anche io faccio così.. quando cerco una ricetta ne confronto a decine e poi finisce che faccio conusione e non concludo nulla!! però questa delle freselle è davvero super, interessanti i consiglia sulla cottura dell'uovo!!!! bacio

    RispondiElimina
  10. Queta ricetta stava quasi per sfuggirmi!! A ME che adoro le friselle! adesso grazie a te ho imparato anche a farle!!
    Il libro di Marchesi lo custodisco gelosamente anche io, ogni tanto lo guardo e mi fustigo da sola per la mia incompetenza!! Lui è il vero e unico Masterchef!!

    RispondiElimina
  11. ...dico una bestialità....non ho il libro di Marchesi...e a dire il vero non l'ho nemmeno mai visto in commercio...sarà il caso che mi informi...
    Le tue friselle sono venute benissimo e la farcitura è un tripudio di colore!!!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!