venerdì 7 gennaio 2011

I verzolini

Questa era una ricetta della mia nonna che era un'ottima cuoca, nonostante fosse vissuta in un'epoca con ristrettezze economiche, riusciva a preparare dei veri manicaretti con gli ingredienti poveri di allora.
Questo ne è un esempio: verza, salsiccia, grana e pane grattugiato....
penso che sia tipica di questa zona, o dell'Emilia in genere, ma non ne sono sicura quindi chiedo a voi...fatemi sapere...




Ingredienti per 4 persone
8 foglie di verza
150g di salsiccia
100g di pane grattugiato
200g di grana padano grattugiato
1 carota grattugiata fine fine
1 uovo
1 cipolla
salsa di pomodoro
olio evo
sale e pepe



Si scottano in acqua bollente le foglie di verza per 1-2 minuti, poi scolano in un recipiente colmo di acqua fredda e ghiaccio (utili a mantenere intatto il colore dell'ortaggio)e si stendono su di un asciughino pulito.



Si prepara il ripieno mescolando il formaggio con il pane, la carota e la salsiccia sbriciolata, si aggiusta di sale e pepe e si unisce un uovo per legare il composto.



Dalle foglie di verza si elimina con un coltellino affilato la costa centrale, si posiziona il ripieno e dopo aver formato piccoli bauletti, si legano con spago da cucina.




In una padella si soffrigge una cipolla con un poco di olio evo, si aggiunge la salsa di pomodoro e infine, dopo il sale e il pepe, si aggiungono i bauletti di verza ripieni (verzolini). Si lascia cuocere a fuoco lento per 30-40 minuti, rigirando i verzolini e aggiungendo un poco di acqua calda o brodo vegetale per non far asciugare troppo la salsa.

9 commenti:

  1. ohhh Elena anche la mia mamma le fà sempre e sono una delizia!!!!! un bacio cara!!! Ely

    RispondiElimina
  2. Mai mangiati ma mi ispirano molto! Li proverò!

    RispondiElimina
  3. da noi non sono molto comuni ma io ad esempio li faccio pure con svariati ripieni,segno anche la tua versione.Grazie per essere passata,allora ci teniamo a vicenda d'occhio baci e felice week end

    RispondiElimina
  4. Sai qual è il difetto di questi verzolini? Che io non mi accontento di uno o due, ma me ne faccio un'abbuffata, pensando "tanto è verdura"!! Ma il ripieno dove lo mettiano?
    Sono buonissimi.
    Buona giornata Elena.

    RispondiElimina
  5. Elena! Buon anno innazitutto! spero tu abbia passato delle Feste serene. E poi ti dico..perché non partecipi all'MY challenge con queste verze? La sfida di questo mese é proprio sulle verze! dai dai dai! guarda qui:
    www.menuturistico.blogspot.com

    RispondiElimina
  6. Ne vado pazza, dicevo giusto ieri sera a mio marito che se anche non gli piace la verza io li preparo comunque...Solo per me!
    Per una volta si può!
    Un bacio

    RispondiElimina
  7. Woww...è da provare anche questa ricetta!

    RispondiElimina
  8. ma sono stupendi, buoniiiisssimiii!
    le nonne ne sapevano una più del diavolo!
    un salutone.

    RispondiElimina
  9. Grazie dei commenti, vedo che questa ricetta è conosciuta un po' ovunque... mi fa piacere!
    Inoltre, come ha detto Toni, questo mese c'è pure la sfida del blog MT, cosa vogliamo di più?
    @Toni: grazie dell'informazione, ho provato ad iscrivermi..e ricambio di cuore gli auguri!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!