domenica 17 ottobre 2010

La mia torta di grano saraceno

Questa torta è una delle mie preferite, l'ho consciuta in vacanza in Alto Adige tanti anni fa e dopo tanti tentativi, varianti e prove, sono riuscita ad elaborare una mia ricetta ideale.
Questo dolce, avendo come ingrediente il grano saraceno (che non è un cereale ma una pianta a fiore appartenente alla famiglia delle Polygonaceae), non contiene glutine ed è quindi adatta anche per chi soffre di celiachia (ponendo attenzione però al lievito, che non deve contenere glutine!).




Ingredienti
200g di burro
250g di mandorle tritate
4 uova
250g di farina di grano saraceno
250g di zucchero semolato
1 bustina di lievito per dolci (baking)
1/2 bacca di vaniglia
marmellata di mirtilli rossi

Montare il burro a pomata con lo zucchero e i tuorli delle uova con uno sbattitore per almeno 5 minuti, unire le mandorle tritate (non troppo fini), i semini della bacca di vaniglia, la farina di grano sraceno setacciata con il lievito. Infine inserire gli albumi montati a neve, poco alla volta, cercando di mescolare dall'alto verso il basso (è importante questo movimento soprattutto con le ultime aggiunte degli albumi).
Versare in un stampo a cerniera ricoperto di carta forno con diametro 26 cm e infornare, a forno caldo, a 170°C per circa 40-45 minuti (consiglio la prova dello stecchino).
A torta fredda, tagliare orizzontalemente, con l'apparecchio apposito o con un filo, che passerà attorno alla torta, da stringere finchè non avrà attraversato tutta la torta.


Farcire con marmellata di mirtilli rossi e poi cospargere di zucchero a velo.


E' consigliato servirla con panna montata.












2 commenti:

  1. Ti ringrazio della partecipazione alla mia raccolta, la ricetta va benissimo appena ho un attimo la aggiungo alla lista!Bacioni!

    RispondiElimina
  2. Uh che bontà...anche io l'ho provata in alto adige... m'hai fatto venir una voglia!
    la tua è ottima!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!