martedì 29 maggio 2018

Pasta con le fave e il salame d'la duja


Periodo di fave!
Questo ingrediente favoloso che ho conosciuto in tarda età, in quanto mia madre non le gradiva e quindi non le cucinava! Un mito di donna!
Da quando mi sono sposata ho iniziato ad apprezzarla e ormai da un paio di anni mi sono pure messa a coltivarle, nel mio piccolo orticello, e danno una soddisfazione notevole!
Quando le ho viste in elenco nel contest di Milena, non ho avuto il minimo dubbio dovevo cucinare qualcosa con questi buonissimi legumi!
Ho pensato ad una pasta, a cui ho aggiunto  il salame de' la duja, un salame piemontese piuttosto saporito, prodotto con carni suine di prima scelta (culatello, spalla, coscia e coppa)  macinate a grana media insieme a grasso di pancetta e condite con sale, pepe, aglio e vino rosso. Il salame, viene insaccato in budello di manzo, viene fatto maturare nella duja, lo strutto fuso, che gli consente di restare morbido a lungo.
Ha un sapore piuttosto deciso e con le fave, a mio parere, ci sta benissimo!
Ma passiamo alla ricetta.




Ingredienti per 4 persone

320g di tortiglioni
700g di fave con baccello
1/2 salamino della duja
1 scalogno
3 cucchiai di passata di pomodoro
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
50ml di vino bianco secco
sale e pepe





Togliere le fave dai baccelli, scottarle in acqua bollente per 3-4 minuti, passarli in un colino e raffreddarle con acqua corrente fredda.
Sbucciarle una ad una e raccoglierle in una ciotola.
Affettare lo scalogno, dopo averlo sbucciato, scaldare l'olio in una grande padella, soffriggere lo scalogno, aggiungere i pezzetti di salame, dopo averlo tagliato a cubetti. Sfumare con il vino bianco, a fuoco alto per 4-5 minuti.
Aggiungere le fave, la passata di pomodoro e il concentrato. Allungare con mezzo bicchiere di acqua e cuocere per circa 20-25 minuti. Aggiustare di sale e pepe.
Far bollire abbondante acqua salata, al bollore calare la pasta e cuocere in base a quanto dichiarato sulla confezione.
Scolare e saltare in padella con il sugo di fave e salame.
Servire ben caldo con pecorino (a piacere).

Con questa ricetta partecipo al contest "The Mystery Basket" di La mia famiglia ai fornelli, ospitato questo mese dal blog Dolci e pasticci

Contest vinti

4 commenti:

  1. Che bello scoprire che anche qualche non piemontese conosce e apprezza il nostro buonissimo Salam d’la döja o duja (si scrive così 😘). Non posso che battere forte le mani 👏👏👏

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo conoscevo così anch'io...poi ho seguito wikipedia e mi ha fatto sbagliare!!! ora correggo...
      grazie

      Elimina
  2. Indubbiamente buono ma questo salame qui dove lo trovo..... Buona serata

    RispondiElimina
  3. Buona questa pasta, con l'aggiunta di questo ottimo salame deve essere una golosità! Grazie per la partecipazione al contest con un'altra ricetta, un abbraccio.

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!