lunedì 29 gennaio 2018

Gnocchi di polenta


Oggi a Light and Tasty di assaggia la polenta.
In Emilia Romagna, dove vivo è un classico pasto invernale e soprattutto quando le serate si fanno fredde e umide la polenta fumante viene vista con una classica cena ristoratrce.
La polenta è un piatto di origine italiana a base di farina di cereali molto antico

Conosciuta  nelle sue diverse varianti e ricette quasi in tutte le regioni italiane, ha costituito, in passato, soprattutto in tempi di carestia l'alimento di base della dieta delle persone in alcune zone settentrionali di Lombardia, Veneto, Piemonte, Valle d'Aosta, Trentino, Emilia-Romagna, Toscana,  Friuli-Venezia Giulia, regioni nelle quali è tuttora piuttosto diffuso.

Il mais, cereale utilizzato ora per la sua preparazione, è importato in Europa dalle Americhe nel XV secolo e le dà il caratteristico colore giallo, anticamente si presentava più scura perché la si faceva soprattutto con farro o segale, e più tardivamente anche con il grano saraceno, importato dall'Asia. La prima coltivazione di mais documentata nel nord Italia risale a Lovere, in Val Camonica nella metà del 1600. Ancora ora la polenta viene considerata un piatto tipico delle valli bergamasche.
Ma passiamo alla mia ricetta


Ingredienti per 2 persone

200g di polenta cotta
100g di farina 00
1 cucchiaio di acqua

Sugo al pomodoro
10-12 pomodorini ciliegia
foglie di origano
sale e pepe
4 cucchiai di olio evo
Parmigiano Reggiano (a piacere)




Impastare la polenta tiepida  (può essere utilizzata anche polenta di riciclo) con la farina e un poco di acqua. Lasciare riposare per 15 minuti a temperatura ambiente.
Fare delle bisce di circa 2cm di diametro e poi tagliare in tocchetti di 2-3 cm (a piacere).
Preparare un sugo al pomodoro, scaldare l'olio con i pomodorini affettati e saltare velocemente dopo aver aggiustato di sale e pepe. Aromatizzare con origano fresco o secco. Cuocere una decina di minuti.
Far bollire abbondante acqua salata. a bollore buttare gli gnocchi di polenta, quando salgono a galla scolare e saltare in padella con il sugo al pomodoro fresco.
Servire subito (raffreddandosi si induriscono un poco) con una generosa grattugiata di Parmigiano Reggiano.


Ecco le nostre proposte:

Tartine di polenta con spuma di baccalà  di Carla Emilia

Polenta pasticciata light di  Daniela

Tortini di polenta ripieni di bietola, formaggio e noci  di Maria Grazia

Polenta e merluzzo  di Milena

Polenta & Vongole total white di Simona


13 commenti:

  1. Mai fatti gli gnocchi di polenta e mi sembra un'idea favolosa. Li proverò. Baci e buon lunedì.

    RispondiElimina
  2. Gli gnocchi mi mancano! Ma che bella ed interessante proposta, mi piace moltissimo :)
    Buona settimana

    RispondiElimina
  3. Ma che buoni Elena, in effetti anche a me mancavano! Baci

    RispondiElimina
  4. Da noi si fanno diversamente quindi mi piacerebbe molto assaggiare la tua versione! Buona settimana 🤗

    RispondiElimina
  5. Gnocchi gustosi e alternativi, mi piacciono molto! Un abbraccio e buona settimana.

    RispondiElimina
  6. Adoro la farina di mais e non ho mai pensato di utilizzarla x farci gli gnocchi all'acqua! Devo assolutamente rimediare! Grazie Ele dell'idea e felice inizio settimana <3

    RispondiElimina
  7. Sono patita di gnocchi ma di polenta non li avevo mai sentiti, devo assolutamente provarli, hanno un aspetto invitante.

    RispondiElimina
  8. Bella idea! Devo provare, saranno gustosissimi, bravissima

    RispondiElimina
  9. I gnocchi di polenta mi mancano e da buona polentona devo provvedere!!!
    Baci

    RispondiElimina
  10. Buona idea questa, non ci avevo mai pensato. Bravissima

    RispondiElimina
  11. Buoni gli gnocchi di polenta li farò bicolori visto che io adoro la polenta bianca e maritino quella gialla cosi ci accontentiamo.... Buona serata bacioni.

    RispondiElimina
  12. Madavvero una ricetta interessantissima, la polenta deve essere morbida? Noi qui di polenta ne abbiamo a quintali, grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se fosse molto dura puoi allungarla con un poco di acqua o latte e la scaldi leggermente, poi impasti con la farina ;)

      Elimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!