giovedì 2 luglio 2015

La Crescente al prosciutto per L'Italia nel piatto


Buongiorno, la rubrica L'Italia nel piatto vi presenta i rustici salati, cioè tutti quei piatti "di una volta" fatti di pochi ingredienti, ma saporiti e di sostanza!
La crescente è un piatto rustico della cucina bolognese, è una specie di focaccia saporita che può essere tagliata in svariati formati, trasformandolo negli ormai famosissimi finger food.
Può essere preparata con diversi ingredienti, dalla pancetta al prosciutto, dal gorgonzola fino al rosmarino. Un tempo utilizzava anche i "ranzett", che sono i refili del prosciutto un poco rancidi, o i ciccioli, e altre volte li si bagnava con l'acqua in cui era stato cotto il cotechino e si spargeva sulla superficie piccoli pezzetti di cotica (che risultavano dopo la cottura croccantissimi).
Personalmente ho preferito utilizzare il prosciutto crudo, e tagliato il tutto a quadrotti.
Questo formato li rende ideali per una merenda veloce,  un pic nic o anche per un aperitivo e un buffet.
La ricetta è delle mitiche Sorelle Simili ed è pubblicata sul libro "Pane e roba dolce".

Ingredienti

500g di farina
250g di acqua
50g di strutto
150g di prosciutto crudo in una sola fetta
25g di lievito di birra (io, 13g)
1 uovo
8g di sale
4g di zucchero




Sciogliere il lievito e lo zucchero in mezza dose di acqua a temperatura ambiente, bagnare la farina  e impastare continuando ad aggiungere l'acqua fino ad incordare l'impasto.

Unire poi il sale, lo strutto e il prosciutto tagliato a cubetti, impastare velocemente senza sbatterla.

Lasciare lievitare per un paio di ore.

Stendere la pasta con il mattarello  ad uno spessore di circa 1,5cm.

Pizzicare i bordi e tracciare delle losanghe sulla superficie con una lametta.

Spennellare la superficie con un uovo sbattuto (se si vuole preparare dei bocconcini, staccare le
losanghe  tra loro) e posizionare il tutto su carta forno.

Lasciare lievitare per un'altra ora.

Cuocere in forno a 200°C per 30 minuti circa, deve risultare per colorita la superficie.

Se si prepara di piccoli pezzi anche la cottura sarà più veloce (circa 15 minuti).

ecco le altre regioni....


Piemonte: La tartrà  del blog Alterkitchen

Trentino-Alto Adige: El Flam del blog A fiamma dolce

Friuli-Venezia Giulia: Sassaka con pane di segale del blog Il piccolo Artusi

Lombardia: Torta di melanzane e strachì tund del blog La Kucina di Kiara

Emilia Romagna: La Crescente al prosciutto qui

Liguria: Torta de Carlevà del blog Un'arbanella di basilico

Toscana: Porrea, torta di porri dei monaci di S. Lorenzo in Firenze del blog Acquacotta e fantasia

 Umbria: Crostata del pastore del blog 2 amiche in cucina

Abruzzo: Torta Rustica Abruzzese del blog Il mondo di Betty

Molise: Torta al formaggio molisana del blog La cucina di mamma Loredana

Lazio: Pizza coi frizzoli  del blog Beufalamode

Basilicata: Pizza rustica del blog Profumo di cannella

Puglia: Pitta di patate salentina  del blog Breakfast da Donaflor

Calabria: Fraguni 'e ricotta del blog Il Mondo di Rina


10 commenti:

  1. Molto buone Elena! Ne vorrei qualcuna qui subito... corretto tutto, non ti preoccupare, tanto non funziona niente qui, bisogna sempre correggere la maggior parte dei link! Bacione ;)

    RispondiElimina
  2. Mamma che buone! Come tutti i piatti semplici dal sapore intenso!

    RispondiElimina
  3. Mentre ne sgranocchio una, mi faccio un giro tra le altre ricette :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  4. rustici della tradizioni un buono spuntino quando si vuole

    RispondiElimina
  5. Questi sono i miei piatti...sfiziosi, robusti e saporiti!!!! Brava Elena!!! Da provare!!!

    RispondiElimina
  6. Ah caspita Elena...vuoi farmi morire!!! Gustosissima questa ricetta, la azzannerei al volo!!!! Un bacione

    RispondiElimina
  7. Perfetti come finger food, Elena! Apprezzo molto anche il fatto che hai dimezzato la quantità di lievito!

    RispondiElimina
  8. Sfiziosa questa ricetta! Da provare...

    RispondiElimina
  9. Quanto i piacciono queste ricette regionali.... bravissima Elena!!!!

    RispondiElimina
  10. la tradizione nel piatto ha sempre un certo fascino su di me!!! <3 bravissima come sempre Elena!!!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!