lunedì 16 febbraio 2015

Zuppa di patate DOP di Bologna e polenta con gorgonzola



Eccoci al secondo appuntamento mensile con L'Italia nel piatto, oggi si parla di verdure, verdure tipiche della regione di appartenenza, o di zuppe, zuppe che mai come in questo periodo, visto le temperature, sono apprezzate sulla nostra tavola.
Ho unito entrambi gli argomenti e ne è uscita una fumante zuppa di patate!
La ricetta non è un classico della tradizione, l'ho tratta da qui con qualche variazione in corso d'opera, infatti lo scopo di questo post è promuovere il prodotto tipico: la patata DOP di Bologna.
Un prodotto di qualità che è stato certificato attraverso il riconoscimento della Comunità Europea per la varietà Primura,che sta per  “eccellente” o per “prima di tutto”, e, infatti, questa varietà si è imposta, da oltre 30 anni, nella provincia di Bologna, per le qualità organolettiche  e l’idoneità per tutti gli usi. Ha una forma ovale – allunga, regolare, con polpa consistente e di colore tendenzialmente giallo paglierino, ha la buccia liscia con tonalità chiara.
Come ogni prodotto Dop, presenta un Disciplinare di produzione, preciso e definito, in cui compare la zona di produzione, i metodi di coltivazione e irrigazione, oltre alle analisi chimico-fisiche da effettuare sul prodotto.
Esiste un consorzio di tutela molto attivo, che ha puntato a migliorare il prodotto e il disciplinare oltre diffondere la vendita presso un numero considerevole di punti vendita delle catene GDO e proprio per questo sono facilmente reperibili da tutti, provatele non ve ne pentirete!


Ingredienti per 4 persone

300 g di patate DOP di Bologna
70 g di farina gialla precotta
100ml di vino bianco secco
800 ml brodo vegetale
1 scalogno
3 cucchiai di olio evo
70g di gorgonzola
25g di ricotta
20ml di panna
sale e pepe nero


Preparare il brodo vegetale, facendo bollire per un'oretta 1 carota, 1 patata, 1 cipolla piccola e una canna di sedano.

Scaldare l'olio e rosolare lo scalogno dopo averlo tritato accuratamente.

Unire le patate dopo averle sbucciate, lavate e tagliate a piccoli cubetti (così da farle cuocere in meno tempo).

Sfumare con il vino bianco, aggiungere 250ml di brodo e cuocere con coperchio per 10-15 minuti.

Unire la farina di mais a pioggia (per evitare che si formino i grumi) e mescolare accuratamente.

Aggiungere altro brodo ben caldo e continuare la cottura mescolando spesso per 15-20 minuti, aggiungere sale in giusta misura.

Nel frattempo impastare la ricotta con il gorgonzola e la panna, in modo da formare una crema liscia e omogenea, che andrà aggiustata di sale.

Valutare la consistenza della zuppa e se risultasse troppo densa aggiungere altro brodo.

Servire ben caldo con due piccole quenelles di crema di gorgonzola (fatte con cucchiaini da te), qualche foglia di rosmarino e una macinata di pepe nero.



Vediamo un po' nelle altre regioni che ci cucina....


Valle d'Aosta:  Minestra di riso con porri e patate  del blog A tutto pepe

Trentino-Alto Adige: La mosa e la trisa del blog A fiamma dolce

Friuli-Venezia Giulia: Jota alla triestina del blog Il piccolo Artusi

 Veneto: La panada del blog Le dolci tenerezze di Ely

Lombardia: La Büseca (Trippa) del blog La kucina di Kiara

Liguria:  Carciofi con piselli (articiocche con puisci)  del blog Un'arbanella di basilico
 
Emilia Romagna: Zuppa di patate DOP di Bologna e polenta con gorgonzola qui

Toscana: Porrata bianca, ricetta fiorentina del '300 del blog Acquacotta e fantasia

Marche: Zuppa di cicerchia: ricetta tipica delle Marche del blog La creatività e i suoi colori

Umbria: Smulicata del blog 2 amiche in cucina

Abruzzo: Zucchine e Patate (Chicocce e patane) del blog Il mondo di Betty

Molise: Farinata de Sante Paule  del blog La cucina di mamma Loredana

Lazio: Minestra di broccolo alla romana del blog Beuf a la mode

Campania:'Mbastuocchio vruoccl e rape e fasul del blog Isapori del Mediterraneo

Basilicata: Pasta e patate con peperoni cruschi e ricotta salata del blog Profumo di cannella

Puglia: Le cecuère salvàgge cu bbrote del blog Breakfast da Donaflor

Calabria: Zuppa di fagioli, zucca gialla, funghi e borragine del blog Il mondo di Rina

Sicilia: Macco di fave e finocchietto selvatico del blog Burro e vaniglia

...e non dimenticate di andare a far visita al nostro blog L'Italia nel piatto, dove è in corso una raccolta dei piatti di Carnevale, mi raccomando partecipate!!!

19 commenti:

  1. Che bontà questa zuppa ! Con questo freddo è l'ideale ^_^

    RispondiElimina
  2. Amo le zuppe e la tua è divina... anche per l'aggiunta della farina per la polenta!
    bravissima!

    RispondiElimina
  3. Quant'è buona Elena, con l'arietta di oggi ci starebbe benissimo! Un bacione a presto

    RispondiElimina
  4. Non conoscevo questa variante della zuppa di patate. Da provare!!

    RispondiElimina
  5. Zuppa goduriosa! Adesso vado subito a vedere che varietà trovo sul sacchetto delle patate in dispensa! Un baio, a presto!

    RispondiElimina
  6. La tua zuppa è una bomba!!! La vedesse mio marito impazzirebbe letteralmente! Tutto ciò che contiene gorgonzola per lui è da divorare all'istante, come la tua zuppa (io lo seguo a ruota...). Grande Elena!!!!

    RispondiElimina
  7. Un piatto ricco di sapori, adoro la zuppa!

    RispondiElimina
  8. che meraviglia la tua zuppa e poi adoro la farina gialla da buona veneta!!

    RispondiElimina
  9. bella calda e cremosa, ottima in questo periodo, un bacione

    RispondiElimina
  10. ottima la scelta della ricetta da inserire nella rubrica. Un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Questa versione di zuppa con le patate mi gusta tantissimo. Ricotta e gorgonzola! Una bontà unica.

    RispondiElimina
  12. Sai che è LA zuppa per eccellenza che divorerei all'istante?????????????? Hai unito i capisaldi della tua regione creando una squisitezza fuori dal comune!!Bravissima!!!!!!!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Un prodotto di eccellenza che hai saputo valorizzare in maniera egregia.
    Allora quando apre questo ristorante? ;)

    RispondiElimina
  14. Bellissima zuppa che piacerà sicuramente a tutti e quel tocco col gorgonzola la rende spettacolare.
    Grande

    RispondiElimina
  15. Questa zuppa sembra saporitissima, ma vista la presenza della farina per polenta, si potrebbe abbinare come contorno ad un filetto o altro taglio di carne (quale?). Grazie da Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appena letta la domanda ti avrei risposto di no, effettivamente dovrebbe risultare non troppo densa, come una vellutata (la farina di mais impiegata è poca), ma poi ripensandoci esistono ricette di polenta con patate, quindi magari diminuendo le patate e aumentando la farina di mais direi che potrebbe diventare un ottimo contorno! buona idea! io ci abbinerei un brasato (taglio: cappello del prete).
      Ciao Rita

      Elimina
  16. Grazie mille Elena ;) La sperimenterò stasera stessa.

    RispondiElimina
  17. Ci siamo sincronizzate sulle patate :-) Ottima e cremosissima zuppa, un vero comfort food completato in maniera golosa dal gorgonzola!

    RispondiElimina
  18. certo è che questa zuppa di patate...le famosissime patate di Bologna che adorano tutti, è semplicemente divina!
    quando i prodotti sono eccellenti ne escono fuori dei piatti favolosi!
    un bacione

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!