mercoledì 25 febbraio 2015

Baci di cioccolato classici

L'amore arriva dall'anima  (J.B.Almeida Garret)

Baci di cioccolato... praticamente uguali a quelli della nota marca... la ricetta è di Annarita ed è favolosa!
Li ho preparati tra l'8 e il 9 febbraio,ero indecisa se pubblicarli, in fondo non ho variato proprio niente... la ricetta è pari pari a quella di Annarita.
Ho utilizzato delle materie prime di prima qualità partendo dal cioccolato gianduia, che più di ogni altra tipologia, non riesce a mascherare le magagne...
All'assaggio si sono rivelati molto più buoni di quelli acquistati, per consistenza e sapore non hanno eguali, quindi dopo aver riflettuto ho pensato di pubblicarli, proprio per arricchire il mio blog di una ricetta speciale ...Grazie Annarita!




Ingredienti per 16 baci

35 ml di panna fresca da montare
120g di cioccolato gianduia
60g di granella di nocciola
20 nocciole spellate

500g di cioccolato fondente (meglio non diminuire la dose, io l'ho fatto ed ho avuto difficoltà nel temprarlo)





Tritare finemente il cioccolato gianduia.

Scaldare la panna in un pentolino fino a 60-70°C inserire il cioccolato gianduia e mescolare fino a completa dissoluzione.

Unire la granella di nocciole e amalgamare.

Mettete in frigorifero  per 5-7 minuti.

Passato il tempo fare delle palline con cucchiaino, delle dimensioni di una noce piccola, che poi verranno modellate con le mani.

Posizionare sulla sommità di ogni pallina una nocciola e disporli su un foglio di carta forno.


Preparare il cioccolato temperato per ricoprirli.

Tritare finemente il cioccolato su un tagliere e scioglierlo a bagnomaria (facendo attenzione che nessuno schizzo di acqua entri nella terrina) o al micronde (io ho optato per questo metodo, impostandolo a potenza bassa e dando 10 secondi alla volta e mescolare, continuando fino a che tutto il cioccolato risulti sciolto e senza grumi).

Versare poi 2/3 di cioccolato sulla lastra di marmo e  con la spatola allargare il cioccolato per poi riunirlo, così da abbassare la temperatura a 28°C, aggiungerlo poi all'altro cioccolato e mescolare.

Se si formassero dei grumi o tendesse a solidificare, bisogna procedere a ridiscioglierlo.

Quando il cioccolato raggiunge la temperatura di 31 °C è pronto per essere utilizzato a glassare.

Con una forchettina di plastica, a cui vengono tolti i rebbi centrali (in modo che il cioccolato scoli meglio), intingere i baci nel ciocco fondente e distribuirli su un vassoio ricoperto di  carta forno (consiglio di mantenere il cioccolato fuso sopra ad una pentola con acqua calda  in modo da mantenerlo disciolto e alla giusta temperatura).

Far raffreddare in luogo fresco e con un coltellino rifilare il bordo di ogni bacio.


Con questa ricetta partecipo alla 45esima sfida dell'MTC:

8 commenti:

  1. Sarei pericolosissima con una scatola di questi cioccolatini tra le mani . . . il mio dentista ne gioverebbe un sacco :P

    RispondiElimina
  2. Fare i classici come primi aiuta a pensare seriamente alle variazioni. Ottimi i tuoi baci. Regalare baci dà una soddisfazione unica vero?

    RispondiElimina
  3. volevo fare dei cioccolatini con la ganasce al cioccolato ma...i baci sono sempre i baci!! e se ...cambiassi idea?.....
    baci

    RispondiElimina
  4. golosamente perfetti e anzi direi mille volte meglio di quelli ...marcati!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  5. Interessante la ricetta, devo provarla!

    RispondiElimina
  6. bravissima Elena!
    Baci golosissimi!!!
    Che bello che finalmente posso tornare a commentarti!
    A rileggerci prestissimo e buon fine settimana <3

    RispondiElimina
  7. Ciao! ma sai che immaginavo fossero stra complicati da fare? potrei riuscirci allora! poi a me il gianduia piace da morire il trucchetto della forchetta mica lo conoscevo! ho imparato una cosa nuova!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!