lunedì 2 marzo 2015

Quadrucci con le seppie


Questo mese la rubrica L'Italia nel piatto parla di pesce, o meglio di pescato, l'argomento spazia da pesce azzurro fino ai crostacei passando per i molluschi e i pesci d'acqua dolce.
L'Emilia Romagna, che rappresento, ha un tratto di costa notevole, una riviera molto conosciuta ed amata, in cui il turismo è una delle attività più sviluppate, soprattutto grazie al cuore e alle capacità dei suoi abitanti.
La cura e l'amore per il territorio è tangibile per chiunque vada in vacanza in questi luoghi, e l'ospitalità e la cucina rendono queste località indimenticabili per molti turisti.
La mia ricetta è stata tratta principalmente da qui, con qualche suggerimento datomi da una cara amica cuoca, romagnola d'origine, come l'aggiunta della patata che rende più denso il brodo e la sfumatura con il vino bianco per dare al piatto un tocco di acidità.
La pasta da utilizzare è assolutamente all'uovo, meglio se fatta in casa, ma è possibile utilizzare anche i quadrucci già pronti essiccati (in quel caso diminuite la dose riportata a due cucchiai a persona).
La ricetta della pasta all'uovo è sempre la stessa (200g di farina bianca 00 e 2 uova intere, impastatre bene attendere 30 minuti e tirare con mattarello, spolverare con farina, arrotolare e tagliare le tagliatelle, lasciare asciugare una ventina di minuti e poi tagliate a quadretti.
Ma ora passiamo alla ricetta vera e propria....


Ingredienti per 4 persone
200g pasta all'uovo fresca (quadrucci)
500g di seppie
4 cucchiai di olio evo
100ml di vino bianco secco
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
brodo di pesce
2 cucchiaini di concentrato di pomodoro
1 patata
prezzemolo

Tagliare  a cubetti la cipolla e tritare finemente l'aglio.

In una pentola, meglio se di coccio, scaldare l'olio e aggiungere le verdure, fare rosolare per qualche minuto a fuoco basso e mescolando.

Tagliare le seppie a pezzi, aggiungerle al tegame, sfumare con il vino bianco a fiamma alta.

Inserire il concentrato di pomodoro e la patata tagliata a piccoli tocchetti.

Lasciare bollire lentamente per due ore, aggiungendo il brodo di pesce (io ne tengo sempre un poco in freezer, pronto all'uso) di tanto in tanto.

In questo sugo piuttosto lento cuocere i quadrucci di pasta all'uovo.

Servire con prezzemolo tritato.


Friuli-Venezia Giulia: Sope di pes di Maran del blog Il piccolo Artusi

Veneto: Bigoli in salsa di alici del blog Le tenerezze di Ely

Lombardia: Risotto con filetti di pesce persico del blog La Kucina di Kiara

Liguria: Stocchefisce e bacilli  del blog Un'arbanella di basilico
 
Emilia Romagna: Quadrucci con le seppie  qui

Toscana: Seppie in zimino del blog Acquacotta e fantasia

Marche: Alici arrosto o "a scota det"  del blog La creatività e i suoi colori

Umbria: Baccalà alla Ceraiola del blog 2 amiche in cucina

Abruzzo: Tiella di alici  del blog Il mondo di Betty

Molise: Polpette di San Giuseppe del blog La cucina di mamma Loredana

Lazio: Timballo di alici e scaroladel blog Beuf a la mode

Campania: Alici indorate e fritte  del blog I sapori del Mediterraneo

Basilicata: Alici alla scapece del blog Profumo di cannella

Puglia: Linguine cu suche de pulpe de pète  del blog Brealfasta da Donaflor

Calabria: Sicci chini cu u sucu del blog Il mondo di Rina

Sicilia: Sarde a beccafico  del blog Burro e Vaniglia

Non dimenticate di visitare il nostro blog, in cui troverete un'ampia raccolta di ricette della tradizione italiana, le proposte di come partecipare per poter essere parte attiva della nostra rubrica...vi aspettiamo!
Ed ora rullo di tamburo.....    Il vincitore del mese di febbraio:

Orecchie di coniglio: frittelle di Carnevale tipiche delle Dolomiti del blog Mi fai un muffin?
 Bravissima Erika!!!!

14 commenti:

  1. quanto è vero...la vostra ospitalità è indiscutibile!
    a questo giro mi sto facendo una bella scorpacciata per quanto adoro i piatti a base di mare!
    questi quadrucci con le seppie sono favolosiiiiiii! da replicare quanto prima!
    bravissima Elena!
    un bacione

    RispondiElimina
  2. Wow, che splendido piatto della tradizione!!!! Vengo a cena da te, preparami un posto! ;-D

    RispondiElimina
  3. Un ottimo piatto . . .da riproporre al più presto !

    RispondiElimina
  4. Ma quanto mi piace questa ricetta Elena, anche io vengo a cena da te!!! Bacioni

    RispondiElimina
  5. I quadrucci sono una pasta che mi riporta sempre alla mia infanzia :) Particolare questa zuppa con le seppie. Da provare :)

    RispondiElimina
  6. Un piatto molto invitante, grazie per averlo condiviso con noi.

    RispondiElimina
  7. Un piatto meraviglioso , Complimenti!!

    RispondiElimina
  8. Davvero un piatto che parla la lingua delle tradizioni a 360 gradi, dalla pasta fatta a mano alla cottura lenta.
    Complimenti per questo piatto.

    RispondiElimina
  9. Nel vedere la tua ricetta mi sono riaffiorati i ricordi di bambina quando la mia nonna preparava i quadrucci con le seppie. Mi sembra ancora di sentirne il profumo. Un bacione

    RispondiElimina
  10. Che buono questo piatto, poi la foto dei quadrucci fatti a mano tutti uguali e perfetti mi fa impazzire! Ma quanto sei brava! A presto!

    RispondiElimina
  11. Che bontà questo piatto della tradizione, complimenti

    RispondiElimina
  12. Adoro le seppie, le faccio in tutti i modi possibili.Questa mi manca con i quadrucci, la proverò.
    A presto

    RispondiElimina
  13. Fantastica questa minestra di mare! Ne immagino il sapore...

    RispondiElimina
  14. Vedi? Uno resta ancorato alle proprie ricette ed invece c'è sempre da provare: le seppie in minestra! Buono a sapersi! :-D

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!