giovedì 26 marzo 2015

Bienenstich - dolce lievitato tedesco



Questa torta, tipica della città di Magonza, in Renania, è un impasto lievitato ricoperto da una glassa croccante di mandorle a lamelle e miele e farcita con  crema chantilly... una vera golosità!
Il nome significa puntura d'ape e pare che sia stata preparata dai panettieri della città per festeggiare una vittoria sull'invasore avvenuta utilizzando come bombe alveari di api.
L'avevo assaggiata tanti anni fa durante una vacanza a Coblenza (i miei ricordi gastronomici escono sempre) e  quando sulla rivista La Cucina Italiana dello scorso mese di settembre è comparsa, subito la voglia di provarla mi ha assalito...
Ecco la ricetta:



Ingredienti
625ml di latte
330g di farina
210g di zucchero
150g di panna da montare
90g di burro
80g di mandorle a lamelle
15g di lievito di birra
30g di amido di mais
1 uovo
5 tuorli
1/2 bacca di vaniglia
miele
sale



Sbriciolare il lievito in una scodella, aggiungere 100ml di latte a 37°C, scioglierlo.
Impastare con 300g di farina, 1 uovo, 1 tuorlo, 60g di zucchero 70g di burro a pomata e un pizzico di sale.
Impastare a mano o con l'impastatrice, facendo in modo di amalgamare al meglio l'impasto.
Lasciare lievitare coperto con pellicola per 1-2 ore.

Preparare la crema pasticcera. Scaldare il latte con la vaniglia, sbattere 4 tuorli con 90g di zucchero, 30g di farina e l'amido di mais.
Quando il latte bolle, versarlo lentamente sulle uova sbattute, mescolare accuratamente, riportare il tutto sul fuoco, riportare a bollore e cuocere per 3-4 minuti. Far raffreddare.

Riprendere l'impasto lievitato, facendo attenzione a non sgonfiarlo, metterlo in uno stampo da 22 cm di diametro (il mio era da 18cm e si è formata la cupoletta, in realtà la torta dovrebbe essere piatta).
Lasciare lievitare ancora 1 ora.

Preparare la glassa. Sciogliere 2 cucchiai di miele con 60g di zucchero, quando sta per bollire aggiungere il burro (20g) e 25ml di latte, dopo aver amalgamato unire le mandorle, mescolare.

Cuocere il forno già caldo a 170°C la torta  per 15 minuti, aprire poi lo sportello del forno  e velocemente cospargere con la glassa (non estrarla, pena il cedimento centrale della torta), chiudere e continuare la cottura per altri 10-15 minuti.
Sformare e raffreddare completamente.

Montare la panna e mescolare con la crema pasticcera.

Tagliare la torta e farcirla con l'aiuto di un sac a poche.

Far raffreddare in frigo per un paio di ore prima di servire.




3 commenti:

  1. Meraviglia!!!dove la celavi finora?
    e' troppo carina,e scommetto buonissima!!
    un bacione,Patrizia
    www.angolocottura.com

    RispondiElimina
  2. Caspita! Sono rimasta senza parole!!!!!
    Bravissima :)

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!