martedì 17 marzo 2015

Torta salata con crema di sedano rapa, funghi e noci


Questo mese la vincitrice dell'MTC è Flavia, una simpatica bolognese che vive nella bella Sicilia, proprio in prossimità del vulcano - "del suo vulcano"- come dice lei. La conosco da tanti anni, anche se solo tramite web, purtroppo, e la sua vittoria mi ha riempito di gioia, ma sono stata ancora più felice quando ho scoperto il tema della sfida: la pasta brisée di Michel Roux, nelle torte salate ...cosa volevo di più?
Adoro questo genere, nella preparazione posso esprimere tutta la mia creatività, osare negli accostamenti e soprattutto servirle come piatto unico o antipasto dopo averle preparate in anticipo, comodo vero?
La brisèe poi la considero la base per eccellenza, e questa di Roux, è davvero fantastica, di una friabilità unica, grazie di avermela fatta conoscere!
Ma parliamo del mio piatto, pensato come un incontro di sapori e consistenze diverse: la cremosità della crema e la croccantezza della noce, i sapori delicati ma particolari del sedano rapa e dei funghi  sostenuti dalla sapidità del Parmigiano sono le basi di questa torta. L'uovo sbattuto con il latte non dà valore aggiunto al gusto, ma serve solo a proteggere i funghi dal calore, diciamo che come protezione  poteva essere meglio!   :)
Ora  passiamo alla ricetta...

Ingredienti

Pasta brisèe di Roux
250 g di farina
150 g di burro, tagliato a pezzettini
1 cucchiaino di sale
1 pizzico di zucchero
1 uovo
1 cucchiaio di latte freddo
Farcia
1sedano rapa (g
300g di funghi champignons
20g di burro
2 cucchiai di farina
1 uovo
30ml di latte
30 g di Parmigiano Reggiano in scaglie
10-15 gherigli di noci
sale e pepe


Versare la farina a fontana aggiungere al centro il burro, il sale, lo zucchero e l’uovo, lavorarli con la punta delle dita.
Incorporare la farina, a poco a poco, lavorando delicatamente l’impasto finché assume una consistenza grumosa.
Aggiungere il latte e impastare con il palmo della mano, lavorando di polso,ma solo per 3-4 volte, finché è liscio. Formare una palla, e farla  riposare in frigo per almeno 1 ora avvolta nella pellicola.

Mondare il sedano rapa, tagliare a cubetti e cuocere per 20 minuti a vapore (io bimby: 1l di acqua nel boccale, impostare 25 minuti a varoma e  vel 1). Impastare il burro fuso  con la farina, formando un roux, che sarà aggiunto ai cubetti cotti in una polsonetto. Il tutto verrà passato al minipimer, aggiustato di sale e pepe e si continuerà la cottura per 5-10 minuti continuando a mescolare, per asciugare e rendere ben vellutato il composto. Far raffreddare.

Foderare una teglia da forno (io diam 26cm), forare con i rebbi della forchetta, il fondo della teglia, posizionare sopra un foglietto di carta forno e dei pesetti in modo che la pasta non tenda ad alzarsi in cottura (il che provocherebbe pure il restringimento).
Cuocere in bianco a 180°C per 15-20 minuti, togliere i pesetti rimettere in forno per altri 5 minuti abbassando a 170°C (in modo da cuocere perfettamente la base).
Farcire con la vellutata di sedano rapa, affettare i funghi freschi e disporli a raggiera sulla superficie, intervallare tra un fungo e l'altro piccole scaglie di parmigiano e aggiungere i gherigli di noce a pezzettoni.
Sbattere con la forchetta 1 uovo intero con il latte e un pizzico di sale, versare sulla superficie della torta.
Infornare a forno già caldo per 20-25 minuti.

Con questa ricetta partecipo alla 46esima sfida dell'MTC


11 commenti:

  1. Amo le torte salate.... difatti questa sfida è fantastica!!!
    Elena sei stata bravissima, un'ottima interpretazione... complimenti!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Interessantissimo questo connubio funghi/sedano rapa. Bravissima

    RispondiElimina
  3. Mi piace...mi pace la presentazione, le consistenze, l'equilibrio che hai cercato con il Parmigiano, e mi piace l'idea dell'appareil (hai fatto una quiche!) come protezione, che si ofrse non porta un'aggiunta al gusto, ma apporta una tecnica e una consitenza per legare il tutto!! Brava Elena..mi sei piaciuta ...e prima o poi capiterà che ci si incontri, un bacio Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fla, non so se possiamo chiamarla quiche, è stato il mio dubbio nella creazione del titolo, proporzionalmente l'appareil mi sembra troppo poco rispetto al resto del ripieno...
      Diciamo che non è la classica quiche... :)

      Elimina
  4. Io adoro il sedano rapa in tutte le preparazioni e la presentazione di questa quiche è proprio bella.
    Complimenti!

    RispondiElimina
  5. Buonissimi ingredienti e' torta salata eccezionale

    RispondiElimina
  6. Bene, ho trovato come usare quel sedano rapa che ho comprato ma non so cosa farmene.. non l'ho mai mangiato e questo mi parrebbe un bel modo per iniziare. ;-)
    Lidia

    RispondiElimina
  7. un bellissimo fiore questa torta! la presentazione mi piace moltissimo e hai ragione, il sedano rapa ha un sapore particolare ma molto intrigante, complimenti, ottima proposta!!! ciao! :-)

    RispondiElimina
  8. Posso averne una fetta???? Sembra davvero molto buona! Mi incuriosisce l' abbinamento del sedano rapa con i funghi, le noci poi ci stanno benissimo!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Ho utilizzato una volta sola il sedano rapa, come tocco aggiuntivo in un piatto, mai come base. Con questi accostamenti deve essere squisito!

    RispondiElimina
  10. queste sono le "tue"gare: perchè quando c'è la cucina di sostanza, (quella vera, per intenderci, dove non ci si può nascondere dietro lo scatto o l'ingrediente all'ultima moda), tu esci alla grande. Sapienza tecnica, quella che è nelle mani, gusto, quello che hai nel palato,classe, quella che è innata e si traduce in presentazioni così eleganti, equilibrate, originali e dannatamente buone. il sedano rapa ti sarà debitore in eterno :-)
    Bravissima!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!