domenica 8 marzo 2015

I maritozzi "de Roma" per Quanti modi per fare e rifare



Oggi per la rubrica Quanti modi di fare e rifare abbiamo da preparare i maritozzi... si proprio loro, quei deliziosi dolcetti romani golosissimi e colmi di panna montata...una vera goduria!!!!
Per prepararli andiamo a nella cucina di Silvia, la nostra Sississima, una blogger che conosco da anni, e che ci delizia spesso con le sue ricette della tradizione, tipicamente romane oltre che alle bellissime foto dei suoi viaggi.
E' un piacere preparare insieme a lei i maritozzi, ne avevo già pubblicati un tipo, quelli di Montersino, qui, ma questi sono speciali,  hanno l'uvetta, i pinoli e le scorzette d'arancia.
Personalmente non mi sono discostata dalla ricetta di riferimento, ho solamente diminuito un poco lo zucchero nell'impasto, diminuito il lievito (aumentando di tanto la lievitazione, però), tolto le scorzette (mi mancavano in dispensa, solo per quello!), sostituito i pinoli con le mandorle.
Il risultato è eccezionale, buonissimi appena sfornati, ma anche il giorno successivo... di più non so, sono stati fulminati!
La tecnica per lucidarli è interessante e la utilizzerò anche con altre preparazioni... davvero un grazie formato gigante! GRAZIE Silvia!



Ingredienti per 8 maritozzi

300 g di farina per pizza
1 pizzico di sale
50 g di zucchero semolato
3 cucchiai olio evo
15 g di lievito di birra
40 g uva passa
30 g mandorle
panna montata




Impastare 50 g di farina con il lievito sbriciolato e 50 ml di acqua tiepida, in modo da ottenere un impasto molto morbido. Lasciare lievitare per un'oretta in luogo riparato e coperto con pellicola.

Unire, alla farina rimante, questo panetto lievitato, aggiungere l'olio, il sale e 35g di zucchero,
Impastare inserendo acqua tiepida (poco alla volta) quanto basta per avere una pasta morbida ma che non si attacchi alle dita, lavorarla per 10 minuti circa.Mettere l'impasto in una terrina infarinata, coprirla con la pellicola e lasciarla lievitare per 2 ore in luogo riparato.
Ammollare l'uvetta in acqua tiepida per almeno 30 minuti dopo averla lavata abbondantemente.

Finita la lievitazione allargare l'impasto, inserire le mandorle tritate grossolanamente e l'uvetta ammollata dopo averla ben strizzata ed asciugata con carta assorbente.
Lasciare una notte in frigo coperto da pellicola, per un'ulteriore lievitazione.

Il giorno dopo lavorare la pasta, cercando di non sgonfiarla troppo, fare un rotolo e tagliarlo in 8 pezzi, spolverizzando di farina il piano di lavoro,se necessario.
Dare ad ogni pezzetto la forma ovale tipica.
Posizionarli su una piastra e lasciare scaldare (tornare a temperatura  ambiente) per un paio di ore.

Sciogliere lo zucchero rimanente con 2-3 cucchiai di acqua bollente .
Quando i maritozzi saranno lievitati, cuocere nel forno già caldo, a  200° per circa 10 minuti, poi toglierli e con un pennello lucidarli con lo zucchero sciolto, rimettere in forno caldo spento per 1 minuto, affinché lo zucchero si asciughi,

Prima di servire incidere la superficie con un taglio netto il lato più lungo e farcire con panna montata fresca.




Con questa ricetta partecipo a  Quanti modi di fare e rifare




il prossimo mese ci troveremo tutte da Afrodita's Kitchen per preparare la Lasagne verdi emiliane.. :)

8 commenti:

  1. Buona domenica carissima Elena,
    ti auguriamo una splendida giornata dedicata alla donna!
    Oggi, insieme a rose e mimose, spiccano nella “blogsfera” anche tantissimi, fantastici maritozzi che fanno venire l'acquolina in bocca a molti!!
    Anna e Ornella ti ringraziano di cuore per la meravigliosa versione che hai condiviso nella grande cucina aperta della Cuochina!
    Il prossimo appuntamento è per il 12 di aprile con un classico della cucina italiana Lasagne verdi emiliane di Afrodita, non mancare!!

    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  2. quanto sono belli!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  3. Complimenti Elena, bella versione davvero!
    A rileggerci tra le ricette e al rprossimo appuntamento dei Quanti

    RispondiElimina
  4. Sono davvero buonissimi ottima anche tua versione con mandorle ed una nuvola di panna, alla prossima!

    RispondiElimina
  5. Anche qui spariti velocissimamente! Come stai Elena, mi sembra che latitiamo tutti alla grande, però ricordati che ti voglio bene e vi penso sempre con affetto, bacioni

    RispondiElimina
  6. Bravissima Elena, belli e golosissimi, irresistibili!!!!

    RispondiElimina
  7. Bellissimi e veramente golosi! Brava Elena!!!
    Ti abbraccio
    ciaooo

    RispondiElimina
  8. ciao Elena,
    sono BELLISSIMI e la cosa che ci è piaciuta è stata
    l'utilizzo della farina per pizza...che voleva usare anche noi...E LE
    MANDORLE che saranno buonissime nei maritozzi.
    BRAVA e un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!