martedì 8 novembre 2011

Gnocchi della Val d'Ossola

La ricetta di questi gnocchi me la diede tanti anni fa una cara compagna di università che abita in Val Vigezzo, una valle laterale della Val D'Ossola.
Da allora almeno una volta all'anno li preparo, io li adoro, il dolce della zucca con il profumo della farina di castagne...se poi si avesse la possibilità di fare il sugo con i porcini freschi, allora sarebbe davvero una libidine!!!!
Ora vi giro la ricetta, non so se è la ricetta originale o come capita in tutte le ricette della tradizione c'è o ci manca qualche ingrediente fondamentale, ditemelo voi che magari siete pure della zona...





Ingredienti per 6 persone
per i gnocchi
500g di patate
300g di zucca
150g di farina di castagne
150g di farina 00
1 cucchiaio di olio
2 pizzichi di sale
1 tuorlo d'uovo
per il sugo
1 scalogno
20g di funghi porcini secchi
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
2 cucchiai di olio evo
4 cucchiai di passata di pomodoro
1 spicchio di aglio vestito
1 poco di sedano
sale e pepe bianco
3 cucchiai di panna da cucina
parmigiano grattugiato


Cuocere a vapore le patate e la zucca (con Bimby si riesce a cuocerle in contemporanea impostare 30 minuti funzione varoma).

Passare allo schiacciapatate entrambi le verdure e impastare con le farine passate al setaccio, con il tuorlo, il sale e l'olio.


Lasciare riposare per circa 15 minuti poi formare i gnocchetti: prima si prepara le bisce di pasta diametro 0,5 cm, si taglia i tocchetti della lunghezza di circa 1 cm e con la forchetta si modella il gnocco (in questo caso si evidenziato delle strisce ben definite utili a raccogliere il sugo).

Si prepara un sugo di funghi piuttosto denso: soffritto con olio e scalogno tritato, si uniscono i funghi ammollati in acqua per almeno 2 ore, si mette abbondante pepe bianco.
Unire la passata, il concentrato, l'aglio e il sedano, aggiustare di sale e bagnare con un bicchiere di acqua. Cuocere circa 30 minuti.
Togliere l'aglio e il sedano, inserire la panna.

Cuocere in abbondante acqua salata i gnocchi, scolare quando salgono a galla, e condire con il sugo di funghi alla panna, spolverizzare di parmigiano.

Con questa ricetta partecipo al contest mensile di Ambra, Piccola bottega dei campagna che svolge in collaborazione con Malvarosa Edizioni:



e al contest di Menta Piperita "A cena con Julie e Marek" :

16 commenti:

  1. Che buoni questi gnocchi, le ricette locali sono sempre ottime.La Val Vigezzo è bellissima! Buona serata, Babi

    RispondiElimina
  2. Zucca con farina di castagne? Devono essere buonissimi. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  3. @Babi: sai, non ci sono mai stata, dovrò fare una gita!
    @Tinni: sono davvero ottimi! Baci

    RispondiElimina
  4. Questi gnocchi sono davvero ben riusciti!!Grazie cara!Smack!

    RispondiElimina
  5. buonissimi gli gnocchi.Molto particolare questa ricetta, me la segno. A presto.

    RispondiElimina
  6. on conoscevo questi gnocchi ma devono essere deliziosi, grazie elena per averli condivisi con noi. buona notte

    RispondiElimina
  7. Ciao Elena,ti ringrazio per quello che mi hai scritto.Ricambio con piacere ed anch'io da ora in poi ti seguirò.
    Ho appena copiato i tuoi gnocchi,spero tanto di trovare la farina di castagne perchè penso siano veramente buoni.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  8. Li cnosco questi gnocchi e sono strepitosi!!!!!!!!!!! Bravissima Elena!

    RispondiElimina
  9. Bellissima idea Elena! io di solito li faccio o di zucca o con la farina di castagne, non avevo pensato al mix!!! un bacione, Vale

    RispondiElimina
  10. Grazie a tutti...questa ricetta tradizionale è davvero gustosa e la farina di castagne dà un sapore particolare e un profumo inebriante...va provata! baci

    RispondiElimina
  11. ciao elena,
    sono un'assidua del verbano per ragioni famigliari, ma della zona lacustre.
    forse proprio per questo non ho mai sentito di questi gnocchi.
    sono assolutamente da provare.
    il periodo è giusto!

    RispondiElimina
  12. Grazie per questa seconda deliziosa proposta! già inserita per il nostro contest! un bacione e buona giornata!

    RispondiElimina
  13. Strepitosi è dire poco! Mi garbano tanto, tanto! bravissima!

    besos

    RispondiElimina
  14. Complimenti per la ricetta. E' davvero invitante. Posso chiederti che tipo di zucca consigli ? Ti faccio questa domanda perchè mi pare che il risultato dipenda molto dal tipo di zucca.

    Ciao.

    RispondiElimina
  15. caro Anonimo, la zucca utilizzata è la zucca piacentina chiamata anche beretta...ma ti prego di mettere la firma la prossima volta, ok? saluti

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!