lunedì 30 novembre 2020

Galette Bretonne

Oggi si affronta l'argomento crépe e crespelle, quelle deliziose frittatine da farcire con ingredienti dolci o salati... o con un mix, a vostro piacimento! E sì, perchè il bello delle crépe è proprio la loro versatilità,  si adattano perfettamente a tutto e sono pure semplici da preparare.

Nel 2017 con la banda dell'MTC abbiamo pubblicato un libro con Gribaudo dal titolo "Crepe is the new blak" un giro del mondo tra cialde crespelle, blini, pancake, waffle, a questo si aggiunge un'ampia selezione di burri, sciroppi, curd e creme utili alla farcitura delle stesse.  Avevo partecipato con un mio classicone di casa mia, le crespelle al gorgonzola e noci. E' un bellissimo libro e se vi piacciono le crepe vi consiglio di non lasciarvelo scappare

Oggi per Light and tasty, ho voluto preparare la galette bretonne, una crepe a base di farina di grano saraceno e farcita con ogni ben di Dio, la classica è con prosciutto cotto, gruyere grattugiata e uovo fritto, ma ci sono tantissime possibilità, Ho scelto questa in ricordo di una avvincente, anche se un po' stancante, vacanza in Francia, un viaggio attraverso i castelli della Loira e la Bretagna, in particolare li assaggiai in un locale tipico, una creperie, innaffiate da un aromatico sidro... uhhh che nostalgia!

Ma passiamo alla ricetta...


Ingredienti 
per 6 galette

125g di farina di grano saraceno
Ecco come deve essere la pastella
50g di farina 00
1 uovo
2 cucchiai di olio evo
1 pizzico di sale
100ml di latte
100ml di acqua circa 


Farcitura a piacere
prosciutto cotto
uovo
Formaggio brie




In una terrina incorporare il tuorlo d'uovo alla farina di grano saraceno e il latte. In un'altra terrina montare l'albume montato a neve e poi aggiungere la farina e l'olio. Unire le due pastelle e continuale ad aggiungere acqua fino a formare un composto piuttosto fluido (vedi foto).

Galette in cottura

Lasciare riposare almeno 1 ora e poi cuocere su padella rovente, leggermente unta con un filo di olio e poi pulita con scottex.

Farcire a piacere, nel mio caso prosciutto cotto, Formaggio Brie a fette e poi un uovo fritto (in altra padella). Servire subito!

Altre idee di farcitura: 

- Prosciutto cotto, Gruyere, uovo fritto
- Formaggio di capra miele e noci
- Salmone affumicato e creme fraiche e aneto
- Pancetta rosolata patate lesse e formaggio raclette
- Camembert e cipolle caramellate
.... e ampio spazio alla fantasia!!!

Ecco le altre proposte:


Corona di crepes agli spinaci di Carla Emilia

Crepes con aquafaba di lenticchie, base light da farcire di Catia

Necci toscani  di Daniela 

Crespelle di grano saraceno all’arancia di Franca

Crespelle con zucca e porcini  di Milena

9 commenti:

  1. Non ci crederai, ma anch'io avevo pensato, in un primo momento di fare la gallette bretonne che avevo divorato in una creperia a Bordeaux, poi non avevo in casa la farina di grano saraceno e ho optato per dele crespelle classiche. Ora, vedendo la tua preparazione mi è tornata la fame!! Un abbraccio e buona settimana.

    RispondiElimina
  2. Eh sì proprio nostalgia acutissima! Grazie per questo ricordo buonissimo ;) Bacione

    RispondiElimina
  3. L'ho assaggiata in Provenza e me ne sono innamorata! Devo segnarmi la ricetta per replicare quanto prima a casa ^_^
    Buon inizio settimana <3

    RispondiElimina
  4. Le ho gustate in Provenza: deliziose!

    RispondiElimina
  5. Insomma vi siete coalizzate tu e Franca!, la farina di grano saraceno devo proprio comprarla e non ho più scuse! :-D Bellissima questa ricetta, molto golosa!

    RispondiElimina
  6. Queste sono il mio piatto preferito quando sostiamo in Francia prima di andare oltremanica ^_^
    Troppo troppo buone!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  7. Io adoro questo tipo di ricette, semplici da fare e davvero molto gustose. E poi ti fanno sentire un po' come se fossi in vacanza :-)

    RispondiElimina
  8. Mai assaggiata Elena, ma sono molto curiosa e il tuo piatto mi piace tantissimo! Da provare assolutamente!
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina
  9. quante ne ho mangiate durante il mio viaggio in Bretagna e Normandia (stando anche male a causa del burro!!). Devo provarle a rifare a casa...le tue sono perfette!! Un abbraccio

    ps_il libro si trova anche in versione ebook?

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!
Ricordati però che utilizzando questo form, si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito.