lunedì 13 marzo 2017

Bieta e bietola da costa: due ricette light


Oggi a Light and Tasty parliamo di biete o bietole.

La bietola è una varietà di barbabietola da orto (diversa da quella utilizzata per la produzione dello zucchero), ne esistono tante varietà diverse, ma più semplicemente possiamo dire che  può essere suddivisa secondo la forma delle foglie:
– la bietola da coste, con un cespo di foglie verde scuro e con le coste (le parti bianche) molto lunghe e spesse,
– la bietola da foglie, detta bieta, con delle coste molto più piccole dove prevalgono le foglie di colore verde.
La bietola  è ricca di vitamina A, C e K e acido folico (che aiuta a metabolizzare il ferro).
L’alto contenuto di sali minerali (in particolare di calcio, magnesio e potassio) offre un buon mix per combattere l’osteoporosi mentre la ricchezza di fibre migliora l’attività digestiva.
Quindi mangiamo spesso questa verdura che si trova dalla primavera sino all'autunno, ottima anche solo lessata e poi condita.
Ecco due ricette semplicissime: Coste gratinate e Biete allo zenzero.



Ingredienti per 2 persone
800g di biete da costa

Coste gratinate
le coste
2 cucchiaini di olio evo
20g di burro
2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
1 cucchiaio di pane grattugiato
sale

Biete verdi allo zenzero
biete
1spicchio di aglio
2 cucchiaini di olio evo
2cm di zenzero fresco
1cucchiaio di salsa di soia
semi di sesamo


Mondare le biete, staccando dal cespo tutte le foglie.
Dividere le parti bianche (coste), dalle verdi (foglia), mettendo le coste su di un tagliere e tagliando a triangolo in modo da separare la foglia verde dalla costa bianca.
Incidere la punta del “triangolo” della costa bianca e tirarla verso il lato opposto per eliminare i filamenti duri ( simili a quelli del sedano). Girare la costa e fare la stessa operazione anche dall’altro lato. Le coste vengono tagliate a tocchetti di circa 5 cm.
Temere separate le due parti, lavarle  e scottare in acqua bollente.
Le coste devono bollire per 15 minuti, scolarle e passarle sotto acqua fredda corrente. Scottare poi nella stessa acqua le parti verdi per 4 minuti, raffreddare velocemente con acqua e ghiaccio per fissare il colore della clorofilla.

Scaldare l'olio e il burro in una larga padella, aggiungere le coste dopo averle ben asciugate strizzandole Aggiustare di sale. e rosolarle per 5-10 minuti, spegnere e cospargere un cucchiaio di formaggio grattugiato.
Disporle in una teglia da forno, in modo da effettuare 5 -6 strati, Cospargere di parmigiano e pane grattugiato, mettere in micronde per 10 minuti a 610watt di potenza funzione grill, oppure in forno a 180°C fino a quando non si forma la crosticina.

Nel frattempo, scaldare l'olio con lo spicchio d'aglio, unire la parte verde delle biete, sfumare con la salsa di soia (non aggiungere sale, è sufficiente la salsa) e insaporire con lo zenzero affettato sottilmente. Togliere l'aglio, rosolare 5-6 minuti. Togliere dal fuoco e cospargere di semi di sesamo.

Ecco  altre idee per consumarle


Bietole rosse al forno con pinoli e grana  di Carla Emilia

Pesto di bietoline, timo e mandorle  di Consuelo

Torta salata ai semi di lino con bietole e carote di Daniela

Rustico intrecciato bieta e prosciutto di Eva

Zuppa di bietole e fagioli rossi di  Maria Grazia

Seppie e bietole  di Milena

10 commenti:

  1. Due bellissime ricettine Elena, non scelgo e assaggio volentieri tutte e due. Come assaggerei anche il gulasch che hai postato ieri. Un bacione a presto :)

    RispondiElimina
  2. sto adorando le coste gratinateeeee proverò ma.con pangrattato gluten free purtroppo ma sicuro ottime

    RispondiElimina
  3. Ecco un modo intelligente per utilizzare costa e foglia, brava. Un bacione e buona settimana!

    RispondiElimina
  4. Non ti dico quante ne ho coltivate e raccolte! sono un ortaggio semplice e che non richiede grandissime cure, insomma una meraviglia e deliziose da cucinare; le coste addirittura le impano soltanto e le friggo ;)
    bacio
    raf

    RispondiElimina
  5. Ma che bellissime ricette :-) Hai ottimizzato al massimo questo bel mazzo di bieta! Sicuramente quell'insalatina allo zenzero la devo replicare, incontra perfettamente i miei gusti :-P

    RispondiElimina
  6. Per la serie: due piccioni con una fava :) hai tirato fuori due buonissime ricette per valorizzare un mazzo di bietola. Non saprei scegliere, mi piacciono tanto entrambe.

    RispondiElimina
  7. Una delle verdure che tanto amo. GIà solo mangiata con olio e limone è buonissima, poi ci vengono ricettine davvero super. Le coste gratinate le faccio spesso, mentre l'abbinamento con lo zenzero non l'ho mai provato. Grazie dell'idea. Baci

    RispondiElimina
  8. Ma devo scegliere? No perchè avrei l'imbarazzo della scelta, mi piacciono entrambe. Certo che con un mazzo di bietole guarda che due teglie gustose hai portato in tavola.
    Un bacio :)

    RispondiElimina
  9. Gustose entrambe le versioni! La mia mamma quelle gratinate le faceva con prosciutto e besciamella, golossime e caloriche ma per farmi mangiare la verdura le studiava tutte :-) Baci

    RispondiElimina
  10. Eccolo il mio pranzo ideale! Le assaggerei tutte e due! Le coste gratinate sono buonissime e la bieta allo zenzero mi intriga molto!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!