lunedì 27 marzo 2017

Tarte Flamiche ai porri per Il Club del 27



Ed eccoci per il secondo mese a partecipare al mitico evento del Club del 27.
Un gruppo di amici che decidono di pubblicare alla stessa ora e allo stesso giorno, tante ricette diverse, ma riguardanti uno stesso tema. il gruppo è ideato da Ale e con l'aiuto di Francy, Valentina Ilaria,  e sta diventando una bella opportunità per rispolverare e far rivivere grandi ricette, raccolte negli ultimi anni nell'ambito della sfida MTC.
L'argomento del  mese sono le PIE, quegli impasti ripieni di ogni Ben di Dio, che ci lasciano stupiti ogni volta che li assaggiamo. Ed infatti è stato così anche per me, dopo aver preparato diverse torte salate a base di porri, questa all'assaggio mi ha lasciato senza parole.
Davvero speciale, sarà la creme fraiche, sarà la preparazione a quiche, ma vi assicuro che è da provare!!!
Un grazie ad Annarita per la ricetta!


Ingredienti

Per la base (teglia diametro 22cm)
250g di farina
125g di burro
60 ml d’acqua fredda
1 pizzico di sale

Per il ripieno
2 cucchiai di olio evo
20g di burro
500g di porri
120g di crème fraiche
3 uova intere
sale e pepe




Preparare la base: aggiungere il burro alla farina e lavorare con le dita fino a creare un composto sabbioso poi unire il sale e l’acqua poco per volta. Amalgamare bene fino a formare un composto liscio. Avvolgere nella pellicola e lasciar riposare un’oretta (io l'ho preparata il girono precedente).

Preparare la creme fraiche: unire 60g di yogurt greco e 60g di panna da cucina, miscelare e acidificare con 1 cucchiaino di limone (io l'ho preparata il giorno precedente).

Lavare accuratamente i porri e tagliarli a rondelle sottili.
Far scaldare il burro e l'olio,  aggiungere i porri in padella facendoli stufare a fuoco basso, per circa 12-15 minuti.
Si deve evitare che si brucino ma si devono asciugare bene dall'acqua di vegetazione.
Aggiustare di sale e pepe, lasciare raffreddare.
Mescolare le uova, la crème fraiche, sale e pepe.
Stendere la pasta e foderare una tortiera imburrata e infarinata.
Bucherellare il fondo. Disporre i porri
raffreddati e versare il composto di uova sopra i porri.
Se si possiedono avanzi di pasta è possibile decorare il bordo della torta (nel mio caso stelline), che poi verrà spennellato con latte intero, prima di infornare.
Infornare a 180°C, forno già caldo per circa 30 minuti, sul ripiano basso del forno.

E' possibile effettuare anche una cottura in bianco, vale a dire senza ripieno. Dopo aver steso la pasta si può cospargere di fagioli secchi (sopra un pezzetto di carta forno) e poi cuocere alla stessa temperatura per 15 minuti, estrarre dal forno, togliere i fagioli, inserire i porri e l' appareil (parte liquida) preseguire poi la cottura per altri 15-18 minuti. (preferisco questa seconda cottura, anche se in questo caso non è possibile la decorazione del bordo, il fondo risulta decisamente più croccante!)

Con questa ricetta partecipo all'evento Club del 27 (tessera 31)


25 commenti:

  1. Ottima questa torta salata con i porri, mi piacciono molto!!!

    RispondiElimina
  2. Fantastica!
    Adoro le torte salate, mi risolvono cene e antipasti e questa la trovo stuzzicante e gustosa :)
    Un bacio

    RispondiElimina
  3. Oltre ad essere bella sarà anche buona....va provata!

    RispondiElimina
  4. Elena è meravigliosa, la conoscevo e stasera avevo una gran voglia di mangiarla quindi i porri c'erano e farla è stato un momento, già mangiata ben 3 fette, mi fa impazzire, però io ho fatto la brisée di Roux la amo troppo, la tua è molto curata, bella anche da vedere, bravissima

    RispondiElimina
  5. Hai realizzato una flamiche delicata e molto curata! Mi piace.

    RispondiElimina
  6. Più vedo questa torta e più mi viene voglia di farla. Bravissima

    RispondiElimina
  7. Anch'io ho preparato la tarte flamiche e devo ammettere che è davvero deliziosa.
    Pure la tua ha un aspetto meraviglioso. :P
    Brava!

    RispondiElimina
  8. Adoro le torte salate, e mi piacciono molto i porri...anche questa è una delle ricette che va fatta assolutamente...bravissima.

    RispondiElimina
  9. ma che delizia mia cara e che bella decorazione stellata. Complimenti, fa venire una fame incredibile!

    RispondiElimina
  10. Da provare, assolutamente la voglio provare!!!

    RispondiElimina
  11. Io amo i porri nelle torte salate perché riescono a creare un aroma particolare, questa tarte mi era sfuggita e la tua è meravigliosamente golosa non mi resta che farla e gustarla
    grazie

    RispondiElimina
  12. colori fantastici! deve essere ottima

    RispondiElimina
  13. E se domani comprassi i porri?

    ps. in caso di mancanza di creme fraiche, con cosa la potrei sostituire?

    RispondiElimina
  14. Amo i porri nelle torte salate... Li trovo più sapori e gustosi!
    Questa tarte deve essere magnifica!

    RispondiElimina
  15. Anche io amo i porri e l'abbinamento con la creme fraiche deve essere ottimo.
    Complimenti.

    RispondiElimina
  16. Io adoro i porri, l'ho fatta anch'io e ho utilizzato della ricotta di capra bio è venuta spettacolare. Prossimamente la rifarò.
    Un saluto alla prossima Erica

    RispondiElimina
  17. Ottima scelta, una delle mie preferite che offro sempre ai miei ospiti, a costo anche di ripetermi :-)))

    RispondiElimina
  18. Stupenda! la tua descrizione fa venire voglia di preparala subito, che grande idea il club del 27!
    Un abbraccio, a presto ....

    RispondiElimina
  19. la riuscita ottima si vede dalle foto, immagino quanto è buona!
    un abbraccio.

    RispondiElimina
  20. Io, che non sono mai stata amante dei porri, l'ho adorata. È stata proprio una bella scoperta e ti è venuta bella bella :)

    RispondiElimina
  21. Con la dolcezza dei porri e la creme fraiche... un capolavoro di bilanciamento.

    RispondiElimina
  22. questa tarte è strepitosa, l'ho preparata anch'io ed è deliziosa. belline le stelline come decorazione :-)

    RispondiElimina
  23. elena, la decorazione mi piace un sacco!! l'ho fatta anche io, ma ci ho messo lo yogurt greco invece della crème fraiche (la trovo sempre, TRANNE quando mi serve...), e devo dire che è davvero buona.

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!