venerdì 21 settembre 2018

Il Pan di Panna


E' da tanto che volevo provare questa ricetta, era lì nei miei pensieri, più volte ho acquistato la panna allo scopo, ma poi si finiva per montarla o utilizzarla in un gelato dell'ultimo minuto. Ma oggi no, avevo un poco di panna avanzata da un dolce e quindi la mia mania di non buttare niente ha prevalso e in fretta e furia ho deciso di iniziare ad impastare, il timore reverenziale era superato!
Nessun problema nella preparazione, tutto preciso e corretto, dopo tutto è una ricetta di Paoletta, non poteva che essere così!
Una foodblogger della prima ora, un mito dei lievitati, una persona speciale, uno dei blog più frequentati e conosciuti, uno di quelli che quando li"sfogli" vorresti provare tutto, è sempre stato così, Grazie Paoletta delle belle ricette e dei tanti consigli.
Questi panini sono ottimi da degustare così tal quali, da soli, di una morbidezza infinita, se poi li farcite con marmellata, nutella, salame o una fetta di mortadella meglio non parlarne... personalmente ci ho provato con il gelato al caffè, il mio gusto preferito ed è stata un'ottima idea!



Ingredienti

600 g di farina W280/W330 (Dallagiovanna verde)
1 uovo
250 g di latte
100 g di panna fresca
10 g di sale
80 g di zucchero
25 g di burro (da sciogliere nel latte)
10 g di lievito di birra in panetto

1 tuorlo + 1 cucchiaio di panna + 1 pizzico di sale (per la spennellatura finale)



Introdurre nell'impastatrice o in una terrina il latte col burro sciolto (ovviamente fatto raffreddare), 1 uovo, 20 g dello zucchero previsto e il lievito.
Miscelare per pochissimi secondi con la foglia, o con una forchetta,  aggiungere farina così da formare una massa morbida ma sostenuta, poi in 3 volte, aggiungere in questa sequenza 1/3 della panna, 1/3 dello zucchero, farina  così da riportare l'impasto in corda.
Ribaltare l'impasto in ciotola 3-4 volte.
Terminare con l'ultima farina rimasta, poi il sale.
Incordare l'impasto, ribaltandolo due o tre volte.
Far lievitare per 1ora coperto, poi piegare a 3 per ottenere un rettangolo (NON fare una piega completa!) e riposare 20'.
Spezzare l'impasto in 12 pezzi rettangolari (da circa 65 g).
Giusto per cercare di capire la morbidezza
Allungare delicatamente col mattarello ogni pezzetto di impasto (aiutandosi con poca farina) e avvolgerli su se stessi partendo dal lato corto (come per i panini a banana).
Mettere i pezzi formati in una teglia 30x40 cm (io tondo 32cm di diam) coperta da carta forno.
Lasciare raddoppiare coperto con pellicola (circa 1 ora) e infornare in forno caldo , dopo aver spennellato, a 180° fino a doratura (10-15 minuti).

Per un migliore risultato Paoletta consiglia: fare un lievitino con tutto il latte ( solo latte NO BURRO), pari peso di farina e il lievito. Mescolare con una forchetta, coprire e usarlo quando inizia a fare le prime fossette(circa 20 minuti). Il procedimento successivo è identico, il burro sciolto e raffreddato va sul lievitino seguito dagli altri ingredienti come da procedimento.

7 commenti:

  1. Ma che Danubio meraviglioso! Complimenti 👏👏👏

    RispondiElimina
  2. Posso dire "Ohhhhhhhh"! E' spettacolare, soffice soffice :)
    Bravissima!

    RispondiElimina
  3. Siiiii, devo decidermi anch'io a farlo, sembra davvero favoloso. Ti è riuscito a meraviglia :)

    RispondiElimina
  4. L'aspetto è davvero divino! Non oso immaginarne la consistenza!

    RispondiElimina
  5. Fa venir voglia di addentarne un pezzo!

    RispondiElimina
  6. Bello e morbidissimo, bisogna proprio farlo!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!
Ricordati però che utilizzando questo form, si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito.