venerdì 18 agosto 2017

Liquore ai fiori di sambuco



Oggi è la giornata degli sciroppi e dei liquori per il Calendario del Cibo Italiano.
Da sempre in casa si è preparato il nocino, ricordo mia nonna che ogni anno provava una variante per personalizzarlo sempre più, ed ogni anno c'era la bottiglia con annata e particolari scritti nell'etichetta. Tutte in fila facevano bella mostra nella credenza,  erano preparate per il gusto di farlo, nessuno le beveva, a meno che venisse quell'amica appassionata ... allora si assaggiavano le diverse varianti, e ognuno diceva la sua impressione!
Quanti ricordi!
Il post comunque doveva iniziare diversamente... dovevo declamare il sambuco, pianta a me sconosciuta fino a pochi anni fa (scoperta in Alto Adige), alle sue bacche miracolose (fanno benissimo per il mal di gola!) e ai suoi fiori profumatissimi!
Ho cambiato in corso d'opera, ma fa lo stesso!
E proprio con questi ultimi ho preparato lo scorso anno una cheesecake buonissima (pubblicata per l'MTChallenge qui), dei fiori rimasti da quella raccolta non sapevo che farmene così girando sul web, ho scoperto dalla amica Brii questa ricetta (qui), fatta subito senza pensarci due volte!
Ottimo il risultato, ma con un'aggiunta postuma di alcol (le dosi infatti sono diverse), in quanto dopo averlo assaggiato, mi era sembrato troppo dolce e valutando che la gradazione alcolica (lavorare in un laboratorio di analisi alimentari ha anche i suoi lati positivi ;) ) era un poco bassa (22° vol), ho pensato di alzarlo di gradi ... ed ecco il mio liquore!
Profumato, giustamente alcolico, digestivo!
Ottimo se servito fresco a fine pasto!



Ingredienti

100 gr di fiori di sambuco

succo e buccia di 2 limoni non trattati

300 gr di zucchero

250 ml di acqua

1,5 l alcol a 60%




Spolverate i fiori, tagliare tutti rami più lunghi, e le foglie.

Lasciare ad appassire in un posto arieggiato, ma all'ombra per un paio di giorni.

Preparare uno sciroppo sciogliendo lo zucchero nell’acqua (utilizzare quelle caratterizzate da un basso residuo fisso, vi consiglio di leggere le etichette), lasciare raffreddare completamente (meglio 1 notte), fase importante per evitare che il liquore si intorbidisca.

Mettere i fiori in un grande vaso a chiusura ermetica, aggiungere il succo e la buccia di limone, versare sopra lo sciroppo raffreddato e poi l'alcool.

Chiudere e lasciare in infusione per 7 settimane.

Filtrare,imbottigliare e tenere in un posto fresco, asciutto e buio (essendo un infuso potrà verificarsi un leggero fondo).

Prima di servire mettere in frigo, servire ben freddo.


Questa ricetta partecipa al Calendario del Cibo Italiano


5 commenti:

  1. Non conosco il sambuco... devo provvedere quanto prima :) bravissima!!

    RispondiElimina
  2. Sono sicura che questo liquore mi conquisterebbe..cosa non darei x fare l'assaggio :-P
    Buon we Ele e a presto <3

    RispondiElimina
  3. Ho fatto sciroppo e marmellata, ma il liquore mi manca... grazie Elena, ti abbraccio!

    RispondiElimina
  4. E no il liquore mi manca....mai assaggiato e ti assicuro, che pur non bevendo vini o liquori, di questo un bicchierino me lo berrei :)
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  5. Ciao cara come stai?? IO bene. Sono praticamente scomparsa dal web ma ho avuto diversi impegni e il caldo asfissiante mi ha messa KO. NOn accendevo il pc da molti giorni.
    Il liquore di sambuco è tra le ricette che non ho mai provato. LO dovrò provare prima o poi. IL nocino lo faccio ogni anno invece.

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!