lunedì 12 novembre 2012

Torta di patate per Cibo e Regioni

Buongiorno e buona settimana, benvenuti alla ormai storica rubrica Cibo e Regioni -Idee dall'Italia che cucina, iniziativa ideata da Babi e organizzata dalla stessa e da Renata.
L'argomento di oggi sono le verdure di stagione, quindi largo a verze, cavolfiori, cardi,broccoli, finocchi, rape e patate!
Siete curiosi di sapere quali verdure vengono cucinate in inverno? 
Eccovi accontentati.....

CALABRIA:   Maccarruni  chi brocculi ‘ffucati di Rosa ed Io
CAMPANIA:  Pizza con friarielli e salsiccia di Le Ricette di Tina
SICILIA: Pasta con i broccoli di Cucina che ti Passa
TOSCANA: Minestrone di verdura di Non Solo Piccante
LOMBARDIA: Verze imbracate di L’Angolo Cottura di Babi 

VENETO: Tagliatelle alla trevisana di Semplicemente Buono
FRIULI VENEZIA GIULIA: Capuzi garbi di Nuvole di Farina
PIEMONTE: Cardi di Re Carlo Alberto di La Casa  di  Artù
EMILIA ROMAGNA: Torta di patate di Zibaldone Culinario
TRENTINO ALTO ADIGE: Ciaput cott di A Fiamma Dolce
PUGLIA: 
Recchietèdde e ccìme de rape che l’alìsce  di Breakfast da Donaflor
LAZIO: A tutta indivia....per un bel risotto tutto romano e per gli aliciotti della cucina ebraico-romanesca di Chez Entity
LIGURIA: Suppa de scucuzun e cou neigro  di Un’arbanella di Basilico
UMBRIA: Crostini di cavolfiore con l’olio nuovo di 2 Amiche in Cucina
MARCHE: Olive marinate di La Creatività e i suoi Colori
ABRUZZO: Cioffa mbriica di In Cucina da Eva
VALLE D’AOSTA: “Zuppa alla valdostana con cavolo e fontina, Verdure sotto sale per l’inverno” di L’Appetito Vien Mangiando

SARDEGNA: Melanzane ripiene di carne e pecorino sardo di Vickyart  Arte in Cucina
BASILICATA: Ciambotta di Pasticciando con Magica Nanà
MOLISE: Mestecanza di La cucina di Mamma Loredana


Come avete letto ho preparato una torta salata rustica, tipica delle colline piacentine, e in particolare della Val Nure.
E' una ricetta antica, di quando i contadini di montagna in inverno sopravvivevano con le patate, unico prodotto che si manteneva senza problemi e che si coltivava in gran quantità a quelle atitudini.
E' diventata una torta tradizionale ed è un' abitudine acquistarla nelle panetterie della zona quando si va a fare una gita sia in estate che in inverno!
Vi è anche una festa dedicata all'inizio di maggio, la ricetta è sempre stata segreta, ma Cinzia, l'ha scoperta e divulgata e così ne ho approfittato, grazie Cinzia!
Quindi eccola qui,con qualche variazione avendola preparata in una tortiera da 26cm di diametro:




Ingredienti per tortiera da 26cm di diametro

per pasta
150g di farina (meglio 250g)
4 cucchiai di olio (meglio 6 cucchiai)
25 ml di acqua tiepida (meglio 35-40ml )
Per farcia
1kg di patate di Mareto
50g di grana padano grattugiato
125g di panna da cucina (io 100ml di latte +25ml di panna da montare)
1 cipolla dorata
5 cucchiai di olio evo
sale
rosmarino

Cuocere a vapore (lessare con la buccia) con il bimby imposto 25 minuti a  varoma, vel 1.
Nel frattempo affettare sottilmente la cipolla e rosolarla con 5 cucchiai di olio, aggiustare di sale.
Quando le patate sono cotte, schiacciarle con la forchetta, unire la cipolla, il latte e la panna.
Tritare le foglie di un rametto di rosmarino e inserirle salando il composto.
Preparare la pasta, unendo la farina, l'olio, il sale e l'acqua a poco a poco (può cambiare la dose in base alle caratteristiche della farina).
Stendere la farina in strato molto sottile,foderare una teglia facendo debordare (con la dose che ho indicato non si riesce), aggiungere il ripieno e chiudere come in foto, pizzicando il bordo.
Cuocere in forno caldo a 180°C per 30 minuti, dopo aver decorato con il rosmarino e con l'aiuto della forchetta.
La prossima volta farò sicuramente più pasta almeno con 200 -250g di farina (gli altri ingredienti andranno in proporzione) in modo da poter formare il bordo.


Volevo ringraziare di vero cuore le mie 2 amiche in cucina di aver donato a tutti noi del gruppo Cibo e Regioni il premio DARDOS.
Questo premio è stato creato nel 2008 dallo scrittore spagnolo Alberto Zambade per insignire quindici blog da lui selezionati che si erano distinti nell'impegno della trasmissione di valori culturali, etici, letterari e personali, esprimendo in ultima analisi la loro creatività. 
Effettivamente questa rubrica  promuove le ricette tradizionali, sempre legate al territorio e alla storia di ogni regione d'Italia, direi che il fine è decisamente interessante e istruttivo.

Il premio viene da me girato a tutti voi che leggete le mie ricette, sperando le possiate preparare e assaggiare in modo da poter far conoscere, diffondere e divulgare i piatti del mio territorio.


Con questa ricetta partecipo all'Abbecedario culinario d'Italia organizzato da Trattoria MuVarA e ospitato, per le ricette della Emilia Romagna, dal blog  Curiosando in cucina

28 commenti:

  1. grazie a te, che meraviglia questa torta,bello riscoprire le ricette antiche, un bacio

    RispondiElimina
  2. Che bontà questa torta di patate!!! Ricetta da provare, brava Elena:-) un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  3. Oltre ad essere gustosissima è anche bella con la superfice rigata :) E ti dirò, amando più i ripieni che i “contenitori” di pasta preferisco la tua versione senza bordo :D! Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  4. si presenta proprio bene questa torta!

    RispondiElimina
  5. Bellissima Elena!!!!!
    davvero bella questa torta e la farcia è davvero una delle mie preferiute
    queste sono le torte rustiche che amooooooooo
    Grazie della bella ricetta
    Un bacione e buona settimanaaaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  6. mamma che buona!! da fare :D! slurp! semplice e saporita, pure la cipolla! gnam! segno!! ciao cara!

    RispondiElimina
  7. Ciao Elena, buona buona...bella anche la superficie! Un caro saluto.

    RispondiElimina
  8. Anche senza il bordo a me sembra una gran ricetta...devo smetterla di girare tra le regioni a quest'ora, mi sta venendo una fame!!!

    RispondiElimina
  9. oh cielo che buonaaaaaaaa! ma io ho giusto giusto delle patate a casa da consumare! Tesoro mi hai preso per la gola anche questa volta!!
    bravissimaaaa e bacioni ^^

    RispondiElimina
  10. ma come è buona questa torta di patate! semplice e saporita! da provare!

    RispondiElimina
  11. Trovo che sia più particolare la tua..devo provarla adoro le patate!!!!Bravaaa ciaoo buona settimanaa

    RispondiElimina
  12. Bellissima ricetta, anche questa assolutamente da provare.. per fortuna l'inverno è lungo ed abbiamo il tempo di provare tutte queste belle ricette proposte nell'appuntamento di oggi.

    A presto.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  13. Mi piace la torta di patate. Come stai??? Un abbraccione, Flavia

    RispondiElimina
  14. ma è bellissima e che favolosa decorazione che ne è uscita. Mi iace anche la tua versione alleggerita con latte a sostituire maggior parte della panna, complimenti. un abbraccio

    RispondiElimina
  15. Bordo o non bordo, la tua torta mi sembra davvero bellissima! Finalmente una verdura invernale che mangia anche mio marito, questa gliela preparo sicuramente. Grazie per la splendida ricetta, un bacione, Babi

    RispondiElimina
  16. Questa piacerebbe molto al figliolo vegetariano.Anche a me piace senza il bordo!!! Secondo me queste proporzioni sono perfette!!!

    RispondiElimina
  17. Buona, gustosa, bella. Uno di quei piatti che a me "coccolano" alla grande, cara Elena!! Oso dire... più di un dolce!!! Un abbraccio grande grande!

    RispondiElimina
  18. Un'altra meravigliosa torta salata e complimenti per il premio!

    RispondiElimina
  19. io adoro le patate, ed avendo la fortuna di averne tante biologiche a questo punto non mi resta che provare la tua ricetta. grazie per le informazioni in merito e ... meno male che la ricetta "è stata scoperta!" ....evviva!

    RispondiElimina
  20. Ciao Elena, eccomi! A me sembra bellissima anche senza il bordo! Sicuramente è buona tanto quanto ;) Bacione a presto

    RispondiElimina
  21. Anche io voglio provare la tua ricetta ... è davvero molto stuzzicante!

    RispondiElimina
  22. Grazie a tutti per la visita...allora che mi dite ...preferite la mia versione senza bordo? Sarà ma io che sono abituata a vederla con non mi sembra originale ...eppure il gusto è perfetto! Terrò presente e riproverò con e senza...poi vi farò sapere ...un bacio grande e grazie ancora! a presto!

    RispondiElimina
  23. Che aspetto invitante... adoro le patate e quindi questa torta salata finirà presto presto (anzi prestissimo) sulla mia tavola.
    Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
  24. con bordo o senza...cara Elena questa torta di patate è uno spettacolo!!! adoro le patate in tutte le salse....ma usate per farne torte o pizze rustiche ne vado matta!
    bacioni

    RispondiElimina
  25. Io la trovo ben piu particolare e bella senza bordo!!!e senza dubbio eccezionalmente buona poichè creata da te!!un bacione!!

    RispondiElimina
  26. La Z di Zocca è stata un successone anche grazie a te! Ed eccola qui: http://abcincucina.blogspot.com.es/2012/11/z-come-zocca.html.

    A breve in Trattoria pubblicherò un post riassuntivo di questo bellissimo viaggio che non sarebbe stato lo stesso senza di te.

    A presto!
    Aiuolik

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!