martedì 18 febbraio 2014

Strucolo salato al radicchio di Chioggia, con speck e scamorza affumicata



Ed ecco un altro strudel salato cotto in acqua...è stata una rivelazione questa ricetta, mi piace tanto proprio perchè è versatile, la puoi farcire come credi e poi nemmeno tanto impegnativa...una specie di lasagna arrotolata ma molto più d'effetto!
Sto già organizzando una cena tra amici, con tre tipi diversi di farce, due fette di salume e uno strudel dolce da far invidia alle migliori pasticcerie austriache (almeno così lo immagino, non è detto che la mia realizzazione riesca nell'intento!!!).
Grazie Mari, davvero un bella sfida, abbiamo imparato a conoscere e cucinare due piatti del tuo territorio, davvero degni di nota, è questo il bello dell'MTC!!!

Strucolo salato al radicchio di Chioggia, con speck, scamorza affumicata e salsa al curry
Ingredienti per 4 persone
impasto
200g di farina 00
80ml di acqua calda ma non bollente
1 cucchiaio di olio
1 pizzico di sale
farcia
400g di radicchio di chioggia
100g di speck IGP
120g di scamorza affumicata
2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
50ml di vino rosso Cabernet Sauvignon
1 uovo intero
3 cucchiai di olio evo
sale
pepe
salsa al curry
1 cucchiaio di farina
1 pizzico di sale
30g di burro
200ml di latte
3 cucchiaini di curry

nocciole tritate grossolanamente ( a piacere)


Preparare l'impasto: setacciare la farina, aggiungere sale e olio, iniziare a bagnare con l'acqua calda, ma non bollente.

Il composto deve risultare piuttosto compatto, assolutamente non morbido.

Impastare a mano per 3-4 minuti.

Far riposare per 30 minuti.

Posizionare sul fuoco una pentola tipo pesciera con acqua e portare a bollore.

Preparazione farcia: in una padella antiaderente scaldare 3 cucchiai di olio, aggiungere il radicchio tagliato a julienne, rosolare velocemente dopo aver aggiunto sale e pepe, sfumare con il vino rosso e proseguire la cottura per 15-20 minuti.

Tagliare a cubetti la scamorza e lo speck già affettato a striscioline.

In una ciotola inserire il formaggio, il radicchio raffreddato, l'uovo e lo speck.

Stendere sul piano di lavoro un asciughino pulito, io un tovagliolo grande di fiandra, spolverizzare con una spruzzata di farina iniziare a tirarla con il mattarello, formando un rettangolo di circa 25cm x 30 cm .

Distribuire la farcia sulla pasta, spolverizzare con il parmigiano grattugiato, rivoltare i bordi in e parti in modo che il ripieno non esca e con l'aiuto dell'asciughino iniziare ad arrotolare.

Chiudere il rotolo con spago da cucina, l'asciugamano deve essere ben aderente.

Inserire nella pentola quando l'acqua bolle, far sobbollire per circa 30 minuti.

Preparare la salsa al curry: Sciogliere il curry in 50 ml di latte tiepido e mantenere da parte.
In una casseruola far sciogliere il burro su fiamma bassa, poi amalgamare la farina mescolando bene e cuocendo per circa 1-2 minuti. Fare attenzione a non farle prendere troppo colore (questo impasto si chiama roux).
Aggiungere latte precedentemente scaldato, poco alla volta, soprattutto all'inizio cercando di farlo assorbire in modo uniforme (così si evitano i grumi), man mano che si allenta la salsa si può aggiungere quantità maggiori, mantenendo sempre mescolato il composto.
Far cuocere due o tre di minuti dalla presenza delle piccole bollicine e infine aggiungere sale e il latte con il curry.


Togliere dal fuoco, tagliare fette dello spessore di 2cm circa, leggermente in diagonale,  condire con la salsa al curry e spolverizzare con le nocciole tritate grossolanamente, se vi va!.

Con questa ricetta partecipo alla 36esima sfida dell'MTC!

21 commenti:

  1. Buongiorno Elena. Anche questa versione salata mi piace tantissimo. Il ripieno scelto e quella crema al curry mi intrigano parecchio. Tra i tanti strudel visti credo che questo lo proverò anch'io. In bocca al lupo per la sfida.

    RispondiElimina
  2. La salsa al curry mi fa sognare!!!

    RispondiElimina
  3. Bè, direi che questa versione è molto stuzzicante!! Adoro il radicchio, e con lo speck lo trovo perfetto: il tocco speciale però per me sono le nocciole: ottima idea!!!

    RispondiElimina
  4. guardo tutti questi rotoli per l'MTC e mi viene fame, già alle 10 di mattina!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  5. buonissimo!!e quella salsina d'accompagnamento?una goduria!!!

    RispondiElimina
  6. ecco, aspettavo solo qualcuno che mi facesse la versione salata con i miei ingredienti preferiti, che a metterli insieme sono la morte loro e la ciccia mia.
    E poi le nocciole...
    e quella salsa che mmmmmmmm toglimela da davanti agli occhi, che è meglio!

    RispondiElimina
  7. ciao...seguo il tuo blog gia da un bel po...io sono l amministratrice del blog:
    http://cottoespazzolato.blogspot.it/
    da poco ho dovuto cambiare l url al blog quindi sicuramente non riceverai i miei post nella bacheca...se ti fa piacere riceverli cancellati dal mio sito e riiscriverti...per cancellarti basta che vai sul riquadro dei miei lettori fissi e accedi al mio blog con il tuo username e password...poi sempre dal riquadro dei miei lettori fissi clicchi su la freccia vicini opzioni,poi su impostazioni sito e poi su "non seguire questo blog". dopo di che ti dovresti riiscriverti al mio blog...ne sarei molto onorata...grazie mille...

    RispondiElimina
  8. Questa cara Elena la copio; hai rinchiuso in un ghiottissimo guscio di pasta tutto quello che mi piace!!!!

    RispondiElimina
  9. Ciao Elena, anche questa è una bellissima ricetta, sei proprio brava. Io sono un po' in fase di stanca e cucino cose più facili... ti aspetto allora al VHB, a presto

    RispondiElimina
  10. che esplosione di sapore! mi piace un sacco, se avessi avuto tempo avrei scelto anch'io il radicchio, e poi amo la scamorza, insomma, mi piace tutto, il curry chiude in bellezza!
    mi raccomando, organizziamoci per vederci a Bologna!!! :-D

    RispondiElimina
  11. Una ricetta davvero bella, piena di sapori e adoro la salsa al curry!
    Io metto tutto nella wish list, chissà che ne verrà fuori.
    Ciao Elena cara, a rileggerci sempre tra ricette e sorrisi :-D

    RispondiElimina
  12. Oltre che bellissimo, deve avere un profumo ed un gusto unici..complimenti, questi abbinamenti mi fanno impazzire ^_^
    la zia Consu

    RispondiElimina
  13. Elena, hai ragione! Versatile e stimolante questo modo di cuocerlo.
    Pensa che avevo sempre fatto lo strudel salato in forno (al limite in padella) ma MAI bollito.
    Mari ci ha dato un'ottima alternativa e, anche per me, doveva essere l'antipasto di una cena tra amici... è diventato quasi il piatto forte facendo passare in secondo piano una Tajine che avevo preparato.
    Da tenere stampato sul frigorifero!
    Brava per abbinamenti e salsina.... mi hai dato un altro suggerimento per la prossima cena.
    Bacioni
    Nora

    RispondiElimina
  14. Ma che bontà..e poi quel tocco croccante delle nocciole!
    Buonissssssimo!!!!

    RispondiElimina
  15. Carissima Elena, i tuoi strudel sono uno più bello dell'altro. Sono d'accordo con te, questa variante salata e bollita è facile da fare, molto versatile e anche d'effetto. Sono contenta che ti sia piaciuta :)
    E poi se si porta in tavola uno strudcolo come questo che hai fatto tu, con il radicchio, lo speck e la scamorza... altro che figurone! Davvero, ottima scelta per degli ingredienti che si sposano perfettamente tra loro e che personalmente adoro. E poi ti devo dire che ti copierò prima o poi quella appetitosissima salsa al curry.
    Bravissima Elena e grazie di cuore per aver dimostrato così tanto entusiasmo per la mia proposta, mi fa molto piacere :)
    Mari

    RispondiElimina
  16. Più guardo questi strucoli, più penso che forse la versione salata mi piacere di più di quella dolce! Brava!

    RispondiElimina
  17. E per una volta anche io devo riconoscere che la versione salata mi ha conquistato e tu ne sei stata una degna rappresentante.
    questo lo assaggerei di corsa e quella salsa mi solletica già dal monitor!

    baci

    RispondiElimina
  18. Molto bene la scelta del radicchio di Chioggia e non di quello Trevigiano, in accostamento con due sapori affumicati come lo speck e la scamorza: questi ultimi risaltano, ma non confliggono,cosa che invece sarebbe successa se avessi usato l'altro tipo. Mi incuriosisce molto l'abbinamento con la salsa al curry che personalmente non ho mai provato con gli affumicati... fra l'altro, è una salsa molto versatile che potrebbe prestarsi bene anche per altre preparazioni. Ma quello che mi piace di più è questo tuo costante entusiasmo, questa tua voglia di sperimentare, che trasforma l'mtc in una fucina di idee e lo arricchisce di proposte sempre nuove e sempre convincenti, realizzate tutte con una maestria che lascia davvero strabiliati. Sei sempre più brava, guarda... sempre di più!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!