venerdì 1 marzo 2013

"Caldo Verde" - Vellutata di cavolo - ricetta portoghese

Il caldo verde è un piatto tipico della provincia del Minho, la provincia più a nord del paese, al confine con la Spagna (il Minho è il fiume che segna il confine tra i due stati).
La ricetta che riporto però è quella proposta nei ristoranti di Lisbona, meno densa rispetto a  quella originale ma forse per questo più apprezzata da tutti.
La parola caldo in portoghese significa succo, brodo, minestra, vellutata.
Non è altro che una minestra di cavolo, meglio sarebbe utilizzare il cavolo cappuccio, tagliato a listarelle (in portoghese l'azione di tagliare a julienne viene detta tagliare in caldo-verde) in cui viene aggiunta la patate come addensante e il prosciutto crudo come elemento sapido.
E' importante sottolineare che l'olio d'oliva deve essere aggiunto all'inizio della preparazione, poichè la sua funzione è quella di estrarre e disperdere gli aromi liposolubili del cavolo e del prosciutto.
Questo piatto è stato molto apprezzato in famiglia ...consiglio però di chiamarlo con il suo nome "Caldo verde"...mantiene un certo fascino..non diete mai che è una minestra di cavolo potreste non riuscire a farla assaggiare ai vostri commensali....

Le informazioni e la ricetta sono tratte da libro "I piatti stranieri che piacciono agli italiani" di Rodolfo Gabellieri.


Ingredienti per 4 persone

300g di cavolo cappuccio (io cavolo verza)
300g di patate (io 350g)
100g di prosciutto crudo in fette un poco spesso
30g di olio evo
2 spicchi di aglio (io 1)
1,5 l di brodo vegetale
sale e pepe

Pelare le patate a cubetti e affettare a julienne il cavolo.
Portare ad ebollizione il brodo, aggiungere l'olio e 50g di prosciutto, lasciare bollire 10 minuti.
Aggiungere le patate, l'aglio e il cavolo, lasciare cuocere a pentola scoperta per 30 minuti.
Durante la cottura affettare a listarelle il resto del prosciutto e tostarlo in una padella antiaderente ben calda, finito,  inserire, nella stessa padella, dei cubetti di pane raffermo e tostandoli con un goccio di olio.
Quando la minestra è a cottura, frullarla con un minipimer ad immersione.
Aggiustare di sale e di pepe.
Servire la vellutata ben calda con i crostini di pane e le listarelle di prosciutto croccante.


Con questa ricetta partecipo all'Abbecedario Culinario della Comunità Europea, che in questi giorni festeggia il Portogallo nel blog di Patrizia La Melagranata

16 commenti:

  1. ancora ci stà una bella vellutata di cavolo, nn siamo ancora usciti dall'inverno!!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stamattina c'era -1... dovrebbero alzarsi 'ste temperature...bacioni!

      Elimina
  2. Le zuppe sono l'ideale in questo periodo e la tua è perfetta. Complimenti.

    RispondiElimina
  3. Questa la voglio preparare !! deve essere buonissima :-) brava Elena :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala provala... anche se voi avete la buonissima zuppa valpellinenze... ottima!

      Elimina
  4. buona davvero ieri sera per cena zuppa di verza e fagioli a saperlo potevo trasformarla in velutata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la prossima volta...c'è sempre tempo!!! baci

      Elimina
  5. Molto interessante, ne avevo sentito parlare ma non l'ho mai realizzata, ma sembra molto buona!!
    A presto!

    RispondiElimina
  6. Mi piace e mi piace anche il nome, molto azzeccato anche se da loro vuol dire altra cosa che da noi!!! A me comunque potevi anche chiamarla minestra di cavolo o del cavolo se vuoi, visto che tanto queste verdure mi piacciono tanto!! Avevo in mente di prepararmi una vellutata dietetica... e uno degli ingredienti sta proprio in questa ricetta. Se la posterò... vedrai!!! Un abbraccio grande!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bè voi siete dei maestri delle vellutate di verdure ....bacioni!

      Elimina
  7. Ottima versione!
    Io son diventata matta a trovar un degno sostituto della couve galega... Alla fine ho usato la parte verde delle cime di rapa ma mi sa che anche la verza ci sta benissimo!
    Baci
    Terry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ...ho girato tutti i mercati della zona per trovare il cavolo cappuccio..baci

      Elimina
  8. Buonissima, Elena! Grazie!
    Altra variante, interessante e davvero deliziosa, del Caldo Verde! La lista dei piatti portoghesi si arricchisce!
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te...è stata molto gettonata questa ricetta ..davvero buona!

      Elimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!