venerdì 2 ottobre 2020

Tortelli di zucca reggiani

 


"Mangiamo frutta e verdura di stagione?" 

Certo che lo facciamo! Rispettare le stagioni è una piccola scelta ecologica, si evitano i trasporti e quindi l'inquinamento, si mangiano prodotti più saporiti  e anche meno cari. La nostra scelta, apparentemente di scarso valore, se viene moltiplicato, può produrre effetti virali e quindi farci stare meglio sotto diversi punti di vista.

In autunno poi abbiamo tanti prodotti favolosi, dall'uva alle castagne, dai funghi alle zucche, passando per le verze, i cavoli... tutti ingredienti speciali per le nostre ricette, che non ci possiamo far scappare. 

Per l'Emilia- Romagna, nell'ambito della rubrica L'Italia nel piatto, ho pensato di realizzare un classico della cucina regionale, i tortelli di zucca reggiani, che si differenziano da quelli piacentini,  preparati con la ricotta e da quelli mantovani, che hanno in più la mostarda, per la presenza degli amaretti sbriciolati; la loro presenza rende questa pasta ripiena piuttosto dolce, che lascia al Parmigiano Reggiano  il compito di equilibrarne il gusto.

Ma passiamo alla ricetta!



Ingredienti per 6 persone

Per il ripieno:


1 kg di zucca da mondare
100 g di amaretti sbriciolati
100 g di Parmigiano Reggiano di almeno 30 mesi grattugiato
sale 
noce moscata 
Per la sfoglia:
400 g di farina 00
4 uova
1 cucchiaio di olio evo
sale

Preparare il ripieno: mondare la zucca e cuocetela a vapore, per circa 25 minuti. Frullare gli amaretti fino a renderli una farina. Passare la zucca cotta nello schiaccia patate, unire gli amaretti e il parmigiano grattugiato, a piacere una grattata di noce moscata e un pizzico di sale.                    Mescolare molto bene fino ad ottenere un composto omogeneo, assaggiare il risultato e se dovesse essere troppo dolce aggiungere altro Parmigiano o noce moscata a seconda dei gusti.


Fare la fontana con la farina, mettere all'interno le uova, l'olio e un pizzico di sale, impastare a lungo e tirare una sfoglia sottile (ma non troppo) con il matterello o con la macchina per la pasta. Stendere la sfoglia sul tagliere, mettere il ripieno (grande come una nocciola) con cucchiaio e coltello.

Ripiegare la sfoglia con le dita e richiudere bene ogni tortello facendo attenzione a togliere l'aria all'interno, altrimenti potrebbero aprirsi durante la cottura. Cercare di fare tutto velocemente, evitando che la pasta si secchi, si consiglia di preparare pochi tortelli alla volta e di conservare la pasta nella pellicola, durante la lavorazione.

Tagliare con la rotella i tortelli e posizionarli su di un vassoio separati tra loro. (A questo punto possono essere congelati oppure cucinati entro un paio di ore, non di più, sono da preparare al momento!

Cuocere in  abbondante acqua salata bollente, aggiungete un cucchiaio d'olio per evitare che in cottura si attacchino tra loro, calate i tortelli, e cuoceteli circa 3-4 minuti alla ripresa del bollore (controllate con l'assaggio). Il tempo aumenta se i tortelli sono congelati oppure se sono stati prepararti molto tempo prima e la pasta si è seccata.

Prelevare delicatamente i tortelli cotti con un mestolo forato e, dopo averli ben scolati, condirli con burro fuso e una spolverata di Parmigiano Reggiano.

Ecco le ricette delle altre regioni d'Italia 


Valle d’Aosta: Plumcake pere, mele e noci 

Piemonte: Succo d'Uva Bianca Fatto in Casa 

Lombardia: Vulp 

Trentino-Alto Adige: La mela - anima di due Strudel

Friuli Venezia Giulia: Zuf di coce - crema di zucca friulana 

Veneto: Zucca in saòr 

Emilia Romagna: Tortelli di zucca reggiani 

Liguria: Erbùn  

Toscana: Cappelle di funghi porcini al forno 

Marche: Apple Pie con mele rosa dei sibillini

Umbria: Zuppa di cavolfiore 

Lazio: Risotto al pizzutello 

Abruzzo: Biscotti arrotolati abruzzesi con confettura d’uva 

Molise: Cicoria formaggio e pomodoro 

Campania: Zucca lunga di Napoli al forno 

Puglia: Cavolo verde stufato 

Basilicata: Patate e funghi cardoncelli al forno

Calabria: Mostarda calabrese di uva fragola

Sicilia: Busiate con Gamberi e Pistacchi di Bronte 

Sardegna: Frittelle di zucchine 

14 commenti:

  1. Bravo Elena! Ho lo stesso pensiero, dobbiamo consumare prodotti di stagione e km. zero.
    Buona ricetta. Sarà delizioso, senza dubbio.
    Saluti

    RispondiElimina
  2. Elena this looks absolutely beautiful!!

    RispondiElimina
  3. Deliziosi Elena, diversi dai nostri, ma le differenze sono preziose! Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. A me piacciono tutte le versioni ^_^ La zucca è sempre buona!

    RispondiElimina
  5. Bravissima Elena, i tortelli con la zucca non li o mai fatti quindi mi sa che approfitto della tua ricetta e li provo prestissimo
    Grazie un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Tra i tortelli alla zucca mi riprometto sempre di fare proprio questi. Devo assolutamente rimediare.

    RispondiElimina
  7. Adoro i tortelli con la zucca! Deliziosi :)

    RispondiElimina
  8. Adoro i tortelli di zucca ma non mi sono mai cimentata nella loro preparazione... devo assolutamente imparare a farli! Guarda che meraviglia che sono i tuoi! Buona serata

    RispondiElimina
  9. Caspita se devono essere buoni! Mi piacciono tantissimo. Mi ricordo un mio amico che mi parlava della sua tradizione familiare: i tortelli di zucca li cuocevano nel lambrusco! Comunque zucca, amaretti e parmigiano insieme devono essere buonissimi!! Complimenti

    RispondiElimina
  10. Quanto vorrei poter assaggiare i tuoi tortelli di zucca Elena... Devono essere favolosi!
    Bacioni,
    Mary

    RispondiElimina
  11. Un modo classico ma veramente ottimo per gustare la zucca

    RispondiElimina
  12. Quanto mi piacciono!
    In questa ricetta hai racchiuso due delle mie passioni più grandi: la pasta ripiena (fatta in casa), e la zucca!
    Non posso che amare questa proposta!

    RispondiElimina
  13. Proprio come li fa una reggiana doc, che sarei poi io, complimenti. Un abbraccio.

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!
Ricordati però che utilizzando questo form, si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito.